Incentivi 2022 aziende automotive

Incentivi 2022 per le aziende automotive: come presentare la domanda

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha dato il via libera agli incentivi 2022 per le aziende automotive: scopri come presentare la domanda per accedere alle agevolazioni

11 ottobre 2022 - 14:20

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha finalmente sbloccato gli incentivi 2022 per supportare le aziende automotive nello sviluppo e nella riconversione ecologica della filiera, in vista dello stop alla vendita delle auto termiche previsto nel 2035. Si tratta di una parte delle risorse del Fondo Automotive per il quale il governo Draghi ha stanziato complessivamente 8,7 miliardi di euro fino al 2030, sia sotto forma di incentivi per l’acquisto di veicoli non inquinanti che, appunto, a sostegno della trasformazione tecnologica ed ecologica della catena produttiva del comparto automobilistico. Per il 2022 le aziende possono contare su 750 milioni di euro, di cui: 525 milioni per i Contratti di sviluppo; 225 milioni per gli Accordi per l’innovazione. Vediamo come si presenta la domanda per avere i contributi.

INCENTIVI 2022 PER LE AZIENDE AUTOMOTIVE: QUANDO PRESENTARE LE DOMANDE

Le imprese automotive possono richiedere gli incentivi 2022 sia per i progetti già presentati, in questo caso gli sportelli sono aperti dal 13 al 27 ottobre per i Contratti di sviluppo e fino al 27 ottobre per gli Accordi per l’Innovazione. E sia per le nuove domande, a partire dal 15 novembre per i Contratti di sviluppo e dal 29 novembre per gli Accordi per l’Innovazione. Sui progetti che riguardano gli Accordi per l’Innovazione sarà per la prima volta applicata una modalità di ammissione in istruttoria non basata sull’ordine cronologico. Saranno infatti valutati altri parametri come la solidità economico-finanziaria del soggetto proponente e la quota di spese del progetto in sviluppo sperimentale.

INCENTIVI 2022 AUTOMOTIVE: CONTRATTI DI SVILUPPO, COME PRESENTARE LA DOMANDA

Il Decreto direttoriale 10 ottobre 2022 del MISE stabilisce i termini di apertura dello sportello per la presentazione delle domande di agevolazioni per Contratti di sviluppo, a sostegno della transizione verde, della ricerca e dello sviluppo nel settore automotive. Le risorse ammontano a 525 milioni di euro.

I Contratti di sviluppo devono servire per realizzare, su iniziativa di una o più imprese, un programma di sviluppo industriale o per la tutela ambientale che necessiti di uno o più progetti di investimento. Ed eventualmente anche per realizzare progetti di ricerca, sviluppo e innovazione, strettamente connessi e funzionali tra di loro.

In particolare i programmi di sviluppo industriale devono riguardare la produzione di:

nuovi veicoli nonché sistemi di alimentazione e propulsione che aumentino l’efficienza del veicolo minimizzando le emissioni;

– tecnologie, materiali, architetture e componenti strutturali funzionali all’alleggerimento dei veicoli nonché dei sistemi di trasporto per la mobilità urbana;

– nuovi sistemi, componenti meccanici, elettrici, elettronici e software per la gestione delle funzioni principali del veicolo, propulsione, lighting, dinamica laterale e longitudinale, abitacolo;

– nuovi sistemi, componenti meccanici elettrici, elettronici e software per sistemi avanzati per l’assistenza alla guida (ADAS), la connettività del veicolo (V2V e V2I), la gestione di dati, l’interazione uomo veicolo (HMI) e l’infotainment;

– sistemi infrastrutturali per il rifornimento e la ricarica dei veicoli.

Termini per la presentazione delle domande:

Dalle 12:00 del 13 ottobre 2022 e fino alle 17.00 del 27 ottobre 2022, il soggetto proponente di un programma di sviluppo rispondente alle caratteristiche richieste, oggetto di una domanda già presentata a Invitalia entro il 10 ottobre 2022 e il cui iter agevolativo risulti sospeso per carenza di risorse finanziarie, può presentare domanda per l’accesso ai nuovi incentivi. Le domande devono essere presentate secondo le modalità e i modelli indicati nella sezione dedicata ai Contratti di sviluppo del sito internet di Invitalia.

Una volta chiusa questa prima tranche, le eventuali risorse in esubero saranno destinate a nuove domande di Contratto di sviluppo. Che si potranno presentare a partire dalle  12:00 del 15 novembre 2022 con le medesime modalità.

INCENTIVI 2022 AUTOMOTIVE: ACCORDI PER L’INNOVAZIONE, COME PRESENTARE LA DOMANDA

Un altro Decreto direttoriale 10 ottobre 2022 del MISE definisce invece i termini e le modalità di presentazione delle istanze di accesso alle agevolazioni e delle domande di agevolazione sugli Accordi per l’innovazione nella filiera del settore automotive. Nel dettaglio lo stanziamento di 225 milioni di euro è diretto al sostegno di:

– progetti di ricerca e sviluppo oggetto di domande di agevolazione già presentate sul primo sportello agevolativo. E non ammesse alla fase istruttoria per carenza di risorse;

nuovi progetti di ricerca e sviluppo.

Per poter usufruire degli incentivi i progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale devono avere rilevante impatto tecnologico. In grado cioè di incoraggiare percorsi di innovazione finalizzati all’insediamento, alla riconversione e alla riqualificazione verso forme produttive innovative e sostenibili. Favorendo così la transizione verde, la ricerca e gli investimenti nella filiera automotive.

Modalità e termini per la presentazione delle domande di agevolazione:

Il soggetto proponente un progetto di ricerca e sviluppo rispondente alle caratteristiche richieste, oggetto di una domanda di agevolazione già presentata sul primo sportello agevolativo (decreto 31 dicembre 2021), il cui iter agevolativo risulti sospeso per carenza di risorse finanziarie, può presentare apposita istanza per l’accesso ai nuovi incentivi 2022. Le domande devono essere presentate, solo per via telematica, alla Direzione generale per gli incentivi alle imprese del MISE, all’indirizzo pec dgiai.div6@pec.mise.gov.it, entro e non oltre il 27 ottobre 2022.

Invece le nuove domande possono essere redatte e presentate, sempre per via telematica, dalle ore 10:00 alle ore 18:00 di tutti i giorni lavorativi, dal lunedì al venerdì, a partire dal 29 novembre 2022, utilizzando la procedura e i modelli disponibili nel sito del soggetto gestore per la richiesta delle agevolazioni (https://fondocrescitasostenibile.mcc.it). Importante: un soggetto proponente può presentare una sola domanda di contributo in qualità di soggetto capofila di un progetto congiunto.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Quanto costa parcheggiare a Malpensa?

Green NCAP, il tool per misurare l’efficienza auto: come funziona

Test e-Fuel e Biodiesel: quanto diminuiscono le emissioni auto?