Immatricolazioni auto in Italia: -23%, senza incentivi rallentano le EV

L’attesa per gli incentivi e i rincari dell’energia fanno diminuire le immatricolazioni auto in Italia EV e Hybrid, in crescita solo GPL e Plug-in

2 marzo 2022 - 9:51

Gli incentivi danno e gli incentivi tolgono, così si potrebbe riassumere l’andamento delle immatricolazioni auto in Italia a febbraio 2022. Il calo generalizzato (circa -23%) è dovuto all’incertezza generata dalle decisioni del Governo sugli ecoincentivi 2022. Così, secondo i dati elaborati dall’Associazione Nazionale Filiera Industria automobilistica (ANFIA), il mercato auto ha perso oltre 32 mila immatricolazioni rispetto allo stesso mese dell’anno scorso. Tra le auto nuove più vendute in Italia, la Fiat Panda si può definire ormai la fuoriclasse della Top 10 per numero di immatricolazioni.

IMMATRICOLAZIONI AUTO IN ITALIA FRENATE DALLE INCERTEZZE

I dati pubblicati dal Ministero delle Infrastrutture ed elaborati da ANFIA riportano che le immatricolazioni auto in Italia a febbraio 2022 sono 110.869 (-22,6%) rispetto alle 143.161 registrate a febbraio 2021. I volumi immatricolati nei primi due mesi del 2022 ammontano, quindi, a 218.716 unità, che confermano il rallentamento (-21,1%) rispetto ai volumi di gennaio-febbraio 2021. “Questo ulteriore peggioramento in parte deriva dall’ ‘effetto attesa’ – afferma Paolo Scudieri, Presidente di ANFIA – nei confronti delle misure di incentivazione 2022 previste grazie ai fondi stanziati con il decreto bollette, che un decreto attuativo di prossima emanazione definirà nel dettaglio”.

IMMATRICOLAZIONI AUTO IN ITALIA A FEBBRAIO 2022 PER ALIMENTAZIONE

Le immatricolazioni auto in Italia per alimentazione rispetto allo stesso mese dell’anno scorso, contano meno auto a benzina (-37,5%, con una quota di mercato del 26,7%) e diesel (-32,5%, con una quota del 21,4%). Le immatricolazioni delle auto ad alimentazione alternativa rappresentano il 51,9% del mercato auto di febbraio 2022, in calo del 5,1% nel mese, ma in crescita del 4,8% da inizio 2022:

ibride non ricaricabili, -8,9% e 34% di quota;

– ibride ricaricabili, +23,1% e 5,1% di quota;

elettriche, -8,4% e 2,8% di quota;

GPL, +23,8% e 8,3% di quota;

Metano, -59% e 1,3% di quota;

Tutti i principali Gruppi auto e Costruttori riportano bilanci di vendite con segno negativo, eccetto DR (+155%), Ferrari (+13%) e Honda (+10%). Clicca l’immagine sotto per vederla a tutta larghezza.

TOP 10 IMMATRICOLAZIONI AUTO IN ITALIA A FEBBRAIO 2022

Le Fiat Panda, Lancia Ypsilon e Fiat 500 ibride, al primo, secondo e sesto posto nel segmento mild/full hybrid, sono anche la scelta prevalente degli italiani. La sola Fiat Panda Hybrid ha venduto oltre il doppio di auto rispetto alla Lancia Ypsilon alle sue spalle. La Fiat 500 elettrica invece torna in testa delle auto elettriche più vendute in Italia, che era stata acquisita dalla Dacia Spring a gennaio 2022. Clicca l’immagine sotto per vedere a tutta larghezza la Top 10 delle immatricolazioni auto in Italia a febbraio 2022.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Green NCAP, il tool per misurare l’efficienza auto: come funziona

Test e-Fuel e Biodiesel: quanto diminuiscono le emissioni auto?

Eccesso di velocità: in Austria confisca del veicolo per chi corre