Immatricolazioni auto in Europa crescono del +12% grazie al noleggio

Le società di noleggio continuano ad assorbire oltre la metà delle immatricolazioni di auto nuove anche in Europa: l’Italia rallenta sulle auto elettriche

17 novembre 2022 - 11:00

Le immatricolazioni auto in Europa ad ottobre segnano il terzo recupero dell’anno. Le auto nuove a novembre crescono nei volumi del +12,1%. Il bilancio dell’Associazione europea dei costruttori di autoveicoli (ACEA) conferma l’effetto trainante delle immatricolazioni alle società di noleggio, esattamente come è accaduto nello stesso mese in Italia.

IMMATRICOLAZIONI AUTO EUROPA A OTTOBRE 2022 CRESCITA A DOPPIA CIFRA

Le immatricolazioni di auto nuove in Europa hanno continuato il loro trend di crescita (+12,2%). Nell’Unione Europea sono 745.855 unità vendute. Tuttavia, questo risultato è rimasto di quasi 290.000 unità al di sotto dei livelli pre-pandemia di ottobre 2019, secondo ACEA. Tutti i principali mercati rappresentativi dell’Europa occidentale hanno visto crescere i volumi di immatricolato, con tre su quattro che hanno registrato guadagni a doppia cifra:

Germania (+16,8%);

Italia (+14,6%);

Spagna (+11,7%);

Francia (+5,5%).

IMMATRICOLAZIONI AUTO EUROPA DA GENNAIO A OTTOBRE 2022

Se si guarda però al bilancio delle immatricolazioni in Europa dall’inizio del 2022, le auto nuove mantengono un saldo negativo (-8,1%). L’associazione considera i recenti recuperi sufficienti solo a compensare le perdite accumulate da gennaio a luglio di quest’anno. Tra i quattro maggiori mercati della regione, l’Italia ha registrato il calo più marcato (-13,8%), seguita da:

Francia (-10,3%);

Spagna (-5,8%);

Germania (-5,5%).

In tutti i mercati le immatricolazioni di auto sono spinte soprattutto dagli acquisti delle società di noleggio a lungo termine e dalle flotte aziendali.

IMMATRICOLAZIONI AUTO ELETTRICHE IN CRESCITA TRANNE CHE IN ITALIA

Gian Primo Quagliano, presidente del Centro Studi Promotor commenta così la contrazione delle vendite di auto nuove ai privati: “Ovunque è ancora debole la domanda dei privati e merita poi di essere segnalato che nei principali mercati dell’area crescono le immatricolazioni di auto elettriche. Ma in controtendenza è il mercato italiano in cui, nei primi dieci mesi dell’anno, le immatricolazioni di auto elettriche hanno subito un calo del 26,8% con una riduzione della quota sul totale delle immatricolazioni dal 4,2% del gennaio-ottobre 2021 al 3,6% dello stesso periodo del 2022”. Nei principali Paesi europei le immatricolazioni di auto elettriche (incluse le Plug-in) a settembre hanno già una quota a due cifre:

– 14,6% in Germania;

– 14,5% nel Regno Unito;

– 12,7% in Francia.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto nuove: il prezzo giusto per gli italiani è sino a 30 mila euro

UNECE: nel 2023 due nuovi regolamenti per la sicurezza dei pedoni

stellantis modello distribuzione europa

Stellantis: le auto a basse emissioni più vendute in Italia nel 2022