Immatricolazioni auto in Europa -34%: il tonfo di ottobre

Le immatricolazioni auto in Europa calano un po’ ovunque ma il rimpiazzo elettrificato a benzina e diesel è mutevole tra i consumatori europei

18 novembre 2021 - 9:54

Le immatricolazioni auto in Europa a ottobre 2021 sono lo specchio di quanto accade nei singoli mercati. Le Case auto fanno i conti con la crisi dei chip e adottano tagli e strategie pur di consegnare le auto. A questo si somma poi l’impatto della pandemia e il sentiment dei consumatori insicuri di fare un nuovo acquisto. Ecco i dati dell’analisi del Centro Studi Promotor sulle immatricolazioni di auto nuove in Europa nei 5 principali mercati.

VENDITE DI AUTO IN EUROPA A OTTOBRE 2021: I FATTORI CHIAVE

Le immatricolazioni auto a ottobre nell’Europa Occidentale (UE+EFTA+UK) sono diminuite del 34,3% rispetto allo stesso mese del 2019. Le vendite di auto nuove hanno segno positivo solo in Irlanda, Islanda e Norvegia. Secondo l’analisi del CSP l’industria automotive lotta contro la carenza di semiconduttori che ha portato a stop della produzione e in alcuni casi a scelte critiche (come Tesla che ha consegnato alcune auto senza componenti). All’effetto della pandemia che ha indebolito la fiducia dei consumatori all’acquisto si sommano gli effetti dell’aumento dell’inflazione e in qualche paese anche della tassazione. “In questo contesto fortemente negativo brilla una sola luce: la crescita delle quote di mercato delle auto elettriche pure e delle auto ibride ricaricabili”, riporta il comunicato.

TREND IMMATRICOLAZIONI AUTO NEI 5 MAJOR MARKET

I Paesi in cui si evidenzia maggiormente l’andamento delle immatricolazioni europee a ottobre sono i 5 major market, che coprono circa tre quarti delle nuove immatricolazioni. In Germania le immatricolazioni auto rispetto al 2019 calano del 37,2%, mentre i veicoli elettrici hanno raggiunto il 30% delle immatricolazioni. Nel Regno Unito il calo delle immatricolazioni è del -25,8% rispetto al 2019, mentre le auto elettriche sono il 15,2% e quelle Plug-in il 7,9%. In Spagna le immatricolazioni sono calate del 37,2% soprattutto nelle vendite di auto a privati. La Francia, tra i cinque maggiori paesi dell’area, ha subito la maggiore contrazione: -37,3% rispetto al 2019.

COME CAMBIANO LE IMMATRICOLAZIONI DI AUTO NUOVE IN EUROPA

Anche le immatricolazioni di auto nuove in Italia a ottobre 2021 seguono l’andamento degli altri maggiori mercati europei in quanto il calo di ottobre 2021 su ottobre 2019 è del 35,8%. Cambia però la tipologia di auto vendute. Nel Regno Unito e in Germania la richiesta di auto diesel e a benzina converge verso le auto elettriche o Plug-in. In Italia crescono le vendite di auto elettriche (7% in ottobre 2021) e ibride Plug-in (5%), ma le vendite di auto a benzina e diesel sono rimpiazzate dalle preferenze di auto ibride non ricaricabili.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

acea emissioni ue

ACEA fissa i target per l’azzeramento della CO2 nel 2035

Mobility manager: cosa fa, quando è obbligatorio [novità 2022]

Quanto è sicura la microcar XEV YOYO di Enjoy?