Green NCAP: solo 2 stelle alla Hyundai Tucson Hybrid

Nella nuova tornata di test, Green NCAP ha analizzato la Hyundai Tucson Hybrid, la Nissan Qashqai Mild Hybrid e la Skoda Fabia, ecco i risultati dei test.

27 ottobre 2022 - 20:00

La nuova tornata di test di Green NCAP si chiude con risultati sottotono per i tre modelli testati che non riescono a superare le 3 stelle (su 5 di punteggio massimo) del test che valuta la sostenibilità ambientale delle vetture. In particolare, si registrano appena 2 stelle su 5 per la Hyundai Tucson Hybrid, modello che nonostante il sistema di elettrificazione particolarmente avanzato non si avvicina ai modelli che hanno ottenuto i risultati migliori. Risultati negativi arrivano anche per la variante Mild Hybrid della Nissan Qashqai, modello di riferimento della gamma europea del brand nipponico, che si ferma a 2,5 stelle su 5. Il punteggio migliore, invece, viene registrato dalla Skoda Fabia. La piccola di casa Skoda, nonostante l’assenza di un sistema ibrido, se la cava con 3 stelle su 5. Vediamo nel dettaglio i risultati ottenuti dai tre modelli testati da Green NCAP.

TRE INDICI PER UN GIUDIZIO COMPLESSIVO: ECCO IL TEST DI GREEN NCAP

L’analisi di Green NCAP prende in considerazione tutto il ciclo di vita del veicolo e non solo le emissioni in atmosfera legate al suo utilizzo che, in ogni caso, rappresentano un parametro molto significativo per determinare il punteggio finale. Per dare un giudizio complessivo in merito alla sostenibilità ambientale di una vettura, Green NCAP ha definito tre diversi indici:

– Clean Air

– Energy Efficiency

– Greenhouse Gas

Per ogni indice vengono realizzati diversi test, sia su strada che in laboratorio, in modo da ottenere vari punteggi che, combinati, determinano il risultato completo della vettura. Il punteggio massimo è di 5 stelle su 5. In questa tornata di test, Green NCAP ha analizzato tre modelli:

– Hyundai Tucson HEV 1.6 T-GDI hybrid

– Nissan Qashqai 1.3 DIG-T 158 MT Mild Hybrid benzina

– Skoda Fabia 1.0 MPI benzina

Si tratta, quindi, di tre modelli con motore benzina che rappresentano tre diversi segmenti di mercato ed anche tre diverse tipologie di motorizzazione (Hybrid, Mild Hybrid e benzina senza elettrificazione). I test, come vedremo, premiano la più piccola del trio, la Skoda Fabia, che è anche l’unica non ibrida. La precedente tornata di test di Green NCAP, invece, si era chiusa con il massimo dei voti per un’elettrica, la Cupra Born, e risultati medi per due modelli benzina, la 500 Mild Hybrid e la Seat Ibiza.

HYUNDAI TUCSON HYBRID: SOLO 2 STELLE PER IL SUV FULL HYBRID NEL TEST GREEN NCAP

La Hyundai Tucson Hybrid ottiene il risultato peggiore in questa tornata di test di Green NCAP. Per il SUV, dotato di un sistema Full Hybrid con motore 1-6 T-GDI e cambio automatico, arrivano solo 2 stelle su 5 dal test. A pesare, in particolare, è il risultato ottenuto dalla voce Greenhouse Gas Index che fa registrare un punteggio complessivo di 3,1 su 10. Il dato è strettamente collegato ai risultati registrati dalle emissioni di CO2, decisamente troppo elevati soprattutto nel test sulle tratte autostradali (dove il SUV totalizza 0 punti su 10). Leggermente meglio per la Hyundai Tucson Hybrid sono i risultati ottenuti dall’indice Clean Air, con un punteggio di 4,2 su 10, e dall’indice Energy Efficiency, che fa registrare un punteggio di 4,5 su 10. Anche in questo caso, i test di laboratorio relativi al funzionamento su tratte autostradali penalizzano il SUV che registra 0 punti e 1,6 punti su 10 nelle due analisi effettuate per determinare il punteggio complessivo dei due indici.

NISSAN QASHQAI CON SISTEMA MILD HYBRID: 2,5 STELLE DA GREEN NCAP

Risultati migliori per la Nissan Qashqai che, nella variante Mild Hybrid con motore 1.3 DIG-T e cambio automatico, si ferma a 2,5 stelle su 5. Ancora una volta, a determinare un risultato negativo globale è l’indice Greenhouse Gas. Il crossover di casa Nissan si ferma a 2,1 punti su 10 con questo indice con risultati compresi tra 0 e 3,3 su 10 nei vari test effettuati. Poco incoraggianti anche i dati dell’indice Energy Efficiency. In questo caso, per la Nissan Qashqai il punteggio è di 3,9 su 10 con un valore minimo ottenuto nei test di laboratorio che simulano tratte autostradali (2,2 su 10). Va molto meglio, invece, con l’indice Clean Air. In questa terza parte dell’analisi di Green NCAP, infatti, la Nissan Qashqai ha totalizzato 7 punti su 10. Questo risultato viene definito come “buono” da Green NCAP

SKODA FABIA: 3 STELLE SU 5 DA GREEN NCAP NONOSTANTE L’ASSENZA DI ELETTRIFICAZIONE

Il punteggio migliore di questa tornata di test di Green NCAP viene registrato dalla Skoda Fabia. La segmento B di casa Skoda, con motore 1.0 MPI e cambio manuale, pur non avendo alcun sistema di elettrificazione, ottiene 3 stelle su 5 facendo registrare risultati medi in tutte e tre le categorie in cui si articola l’analisi di Green NCAP. Il dato peggiore è ancora una volta legato all’indice Greenhouse Gas che si ferma a 4,9 su 10. Per l’indice Clean Air, invece, il punteggio complessivo è di 5,8 su 10. Sufficienza per quanto riguarda l’indice Energy Efficiency dove la Fabia fa segnare un punteggio di 6 su 10.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Quanto costa parcheggiare a Malpensa?

Green NCAP, il tool per misurare l’efficienza auto: come funziona

Test e-Fuel e Biodiesel: quanto diminuiscono le emissioni auto?