giovane donna auto

Giovani al volante: il 38% muore in auto poco sicure

Fare pratica su un rottame è una regola che espone i giovani al volante a troppi pericoli: le auto piccole e vecchie sono poco sicure in caso d’incidente

13 agosto 2020 - 15:22

Oltre il 25% dei conducenti giovani al volante inizia a fare pratica su auto piccole, molto datate e di poco valore. L’assenza di qualsiasi sistema di sicurezza e di una tecnologia costruttiva obsoleta ha un effetto importante sugli incidenti mortali in auto poco sicure. E’ quanto rivela un’indagine dell’Insurance Institute for Highway Safety sugli incidenti negli USA.

L’AUTO “DEL NONNO” PER FARE PRATICA AL VOLANTE

L’IIHS ha analizzato gli incidenti stradali in cui sono rimasti uccisi giovani conducenti tra il 2013-17 e dal 2008 al 2018. Oltre il 60% dei conducenti guidava veicoli di almeno 6 e fino a 15 anni. In entrambi i periodi di osservazione, gli adulti con ferite letali invece si sono trovati in media su veicoli più nuovi e più grandi, molto più spesso degli adolescenti. I risultati derivano dall’analisi dei dati sulle miglia percorse del National Household Travel Survey 2017. Da questo studio, emerge che gli adolescenti tendono a guidare auto più vecchie rispetto agli adulti, sebbene il sondaggio non chiarisce le dimensioni del veicolo. Ma ha messo in luce il fatto che gli adolescenti al volante guidano più della metà delle miglia su veicoli di età superiore a 11 anni, mentre gli adulti si fermano a meno del 30%.

QUANDO L’AUTO A 18 ANNI E’ IL REGALO PIU’ PERICOLOSO CHE SI POSSA FARE

È comprensibile che i genitori non vogliano sborsare un sacco di soldi per la prima auto dei figli adolescenti” afferma Rebecca Weast, ricercatrice dell’IIHS. “Probabilmente non si rendono conto di quanto sia più sicuro un veicolo più nuovo e più grande“. Meno del 4% dei conducenti adolescenti morti in incidenti stradali era al volante di veicoli con meno di 3 anni, rispetto al 9% degli adulti. “I veicoli di piccole dimensioni non proteggono bene in caso di incidente e i veicoli più vecchi hanno meno probabilità di essere più sicuri”, ha spiegato Weast.

IL LEGAME TRA ETA’ DELL’AUTO E DEL GUIDATORE NEGLI INCIDENTI

I ricercatori dell’IIHS hanno analizzato il legame tra l’età dei veicoli coinvolti in incidenti mortali e quella dei conducenti di età compresa tra 15-17 e 35-50 anni. I risultati sono stati poi confrontati con quelli di uno studio precedente sugli incidenti tra il 2008 e il 2012, ma senza evidenti differenze. Tra i conducenti uccisi in incidenti mortali nel 2013-17, il 28% degli adolescenti guidava una citycar, rispetto al 19% degli adulti. I veicoli in cui sono stati uccisi gli adolescenti pesavano in media 250 libbre (circa 113 kg) in meno nel 2013-17 rispetto a quelli guidati da adulti. Un risultato che in parte fomenta la corsa all’acquisto di carri armati legalizzati, anche se un’auto grande non sempre significa più pesante e pericolosa per gli altri veicoli. Vi consigliamo di consultare nella sezione crash test e cercare un modello con un alto punteggio di sicurezza, piuttosto che comprare un’auto usata solo per fare pratica

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Trasformare un'auto in elettrica

Trasformare un’auto in elettrica: in arrivo un bonus del Governo

Parabrezza montato male: cosa succede in caso d’incidente?

Codice della Strada

Codice della Strada: attenti alle ‘bufale’ in rete