Fumare in macchina in Italia

Fumare in macchina in Italia: legge, divieti, sanzioni

Il quesito di oggi: fumare in macchina in Italia si può? Vediamo cosa dice la legge in proposito, quali sono i divieti e le eventuali sanzioni

17 gennaio 2020 - 16:34

Si può fumare in macchina in Italia? Cosa dice la legge in proposito? Ci sono divieti e sanzioni? Proviamo a dare una risposta a ognuna di queste domande, non prima di aver precisato che, a prescindere dalla normativa vigente, non si dovrebbe mai fumare in un auto (e in un qualsiasi altro posto) per il semplice motivo che fa… male! Al fumatore e alle persone che sono con lui. Oltre al rischio, per il conducente, di distrarsi con la sigaretta in mano. Fatta questa necessaria premessa, vediamo se ci sono disposizioni che vietano o per lo meno limitano il fumo in macchina.

DIVIETO DI FUMARE IN ITALIA: LA NORMATIVA

In Italia esiste dal 2003 la nota Legge Antifumo, voluta dall’allora ministro della Salute Girolamo Sirchia, che stabilisce il divieto di fumare nei locali chiusi, ad eccezione di quelli privati non aperti ad utenti o al pubblico (come le singole abitazioni) e di quelli riservati ai fumatori e come tali contrassegnati. Una modifica del 2013 ha esteso il divieto anche alle aree all’aperto di pertinenza delle scuole, mentre nel 2016 sono state aggiunte le pertinenze esterne delle strutture ospedaliere. Attualmente, quindi, in Italia è consentito fumare liberamente solo nei luoghi aperti (con alcune eccezioni, come abbiamo visto) e in quelli parzialmente aperti, oltre che nelle residenze private e nelle già citate sale fumatori. Tuttavia da qualche tempo in alcune spiagge italiane è stato imposto il divieto di fumo.

FUMARE IN MACCHINA IN ITALIA: LA LEGGE IN VIGORE

E nelle automobili come funziona? Fino al 2016 fumare in macchina in Italia era assolutamente lecito, e per evitarlo bisognava sperare solo nel buon senso degli occupanti. Ma il decreto legislativo n. 6 del 12/01/2016, lo stesso che ha introdotto il divieto di fumare negli spazi all’aperto degli ospedali, ha finalmente previsto una qualche limitazione al fumo anche nelle automobili. In particolare l’art. 24 comma 2 del Dl dispone “il divieto di fumare al conducente di autoveicoli, in sosta o in movimento, e ai passeggeri a bordo degli stessi in presenza di minori di anni diciotto e di donne in stato di gravidanza”. Quindi non si può fumare in macchina se all’interno della stessa ci sono dei minori o una donna incinta. In tutti gli altri casi è (purtroppo) ancora possibile. Ma il divieto vale anche per le sigarette elettroniche? Al momento non c’è un divieto esplicito per questo tipo di sigaretta, ma le cose potrebbero cambiare a breve. Nell’attesa si fa nuovamente appello al buon senso.

FUMARE IN MACCHINA IN ITALIA: LE SANZIONI PER CHI VIOLA IL DIVIETO

Chi infrange le norme relative al divieto di fumare in auto alla presenza di minori e donne in gravidanza è soggetto al pagamento di una multa compresa tra 27,50 e 275 euro. Ma visto il coinvolgimento di categorie protette come donne incinte e minorenni, gli importi possono raddoppiare. Pertanto, nella peggiore delle ipotesi, la multa può arrivare a 550 euro. Contrariamente alle sanzioni previste dal Codice della Strada non esiste il beneficio della riduzione del 30% se si paga il verbale entro 5 giorni dalla notifica, mentre per un eventuale ricorso ci si può rivolgere esclusivamente al prefetto entro 30 giorni.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Global Road Safety : -50% di vittime stradali entro il 2030

Bonus dispositivi anti abbandono

Bonus dispositivi anti abbandono: come registrarsi al portale

Volkswagen come Tesla: le auto si acquisteranno direttamente dalla Casa