Filtro abitacolo Honda contro il Covid: ecco come funziona

Un filtro abitacolo contro il Covid è la novità Honda per le auto più recenti: ecco come funziona e cosa cambia rispetto a un normale filtro antipolline

15 marzo 2021 - 9:46

Honda ha presentato un filtro abitacolo per climatizzatore con effetto riducente sul rischio di contagio da Covid-19. Si tratta di una novità inizialmente dedicata alle nuove Honda 2021, ma disponibile anche come ricambio originale da installare in officina. Ecco come funziona e perché è importante la presenza di più strati in un filtro antipolline per auto di qualità.

HONDA PRESENTA IL FILTRO ABITACOLO ANTI-VIRUS

Il filtro abitacolo Honda è stato sviluppato per catturare germi e allergeni, ma anche ridurre il rischio d’infezione da coronavirus (SARS-COV-2). Il filtro abitacolo agisce in modo ampio contro i virus ed è stato sviluppato in collaborazione con Freudenberg (tra i maggiori fornitori automotive) per renderlo disponibile come ricambio originale Honda alternativo al filtro antipolline standard. La particolarità di questo filtro antipolline per auto sono gli strati, testati per bloccare non solo gas nocivi, polvere e allergeni ma anche aerosol biologici e inorganici. “Ora che tutti noi siamo consapevoli dell’impatto sull’umanità di germi e virus, non ultimo quello da SARS-COV-2, ci aspettiamo un rapido aumento della domanda di soluzioni di protezione e sicurezza anche a bordo delle vetture”, ha commentato Eiichi Hino, Presidente di Honda Access Europe.

COME FUNZIONA IL FILTRO ABITACOLO HONDA CONTRO I VIRUS IN AUTO

Il filtro abitacolo Honda anti-Covid, è caratterizzato da 4 strati per potenziare la capacità filtrante, fondamentale quando si guida con il ricircolo attivato e i finestrini chiusi (esempio se piove o nel mezzo del traffico).

– I primi due strati in microfibra bloccano la maggior parte di aerosol, polveri e pollini ultrasottili;

– Il terzo strato del filtro aria Honda è realizzato con carboni attivi ed è prevalentemente una barriera per le particelle e i gas acidi;

– Il quarto strato è realizzato con una sostanza organica ricavata dall’estratto di frutta che blocca le particelle virali.

Clicca l’immagine sotto per vederla a tutta larghezza.

FILTRO ABITACOLO CONTRO IL COVID: C’È DA FIDARSI?

A questo punto viene da chiedersi quanto è efficace il filtro abitacolo Honda contro il Covid? La Casa automobilistica afferma che la validità del filtro multistrato è stata dimostrata da una serie di test condotti in collaborazione con l’Istituto di Ricerca Austriaco. Nei test è stato dimostrato che il filtro antipolline e antivirale può separare anche gli aerosol inferiori a 5 μm. Può catturare oltre il 90% degli aerosol virali e neutralizzare quasi il 100% della carica virale imprigionata. Non bisogna però dimenticare che, quando possibile, si devono aprire i finestrini nel modo corretto, come mostra questo studio, per un migliore ricambio d’aria. Inoltre, dettaglio ancora più importante, igienizzare l’auto nei punti più importanti quando salgono a bordo passeggeri non abituali.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

App parcheggio auto per trovare posto e pagare: la guida completa

Auto usate: +9% degli scambi tra privati da inizio 2022

Gomme invernali 215/55 R17: la classifica di Auto Bild