Consiglio acquisto crossover: budget fino a 15.000 euro

I migliori crossover da comprare con un budget fino a 15.000 euro o poco più, con info aggiornate su allestimenti, sicurezza e motori

29 ottobre 2020 - 18:00

La nuova guida all’acquisto di SicurAUTO.it guarda ai crossover economici, con budget fino a 15.000 euro o poco più al netto di eventuali sconti e incentivi che potrebbero far abbassare ulteriormente il prezzo di listino. Spesso accomunati ai SUV, in realtà i crossover si distinguono da questi ultimi per le minori dimensioni, per la disponibilità della trazione anteriore in luogo di quella integrale e per una maggiore vocazione urbana da ‘tuttofare’. Con questa guida ricca di consigli e di informazioni utili vogliamo aiutarvi a scegliere l’auto che si adatta di più alle vostre esigenze e alle vostre possibilità economiche, senza tralasciare mai la sicurezza. Per ogni modello, quando disponibile, inseriamo infatti sempre il relativo crash test. Guida aggiornata il 29 ottobre 2020.

KIA STONIC

La Kia Stonic è lunga 4,14 metri, ha 5 posti e 5 porte e un volume minimo del bagagliaio di 332 dm3. Testata nel 2017 da Euro NCAP ha ottenuto 3 stelle su 5. Il crossover Stonic, il cui nome è una crasi dei termini speed e tonic, si presenta con un design all’avanguardia in cui si coglie il family feeling della casa sudcoreana. L’abitacolo è confortevole e si presenta ben curato nei minimi dettagli, sia per i materiali che per l’intrattenimento a bordo. La versione che più si avvicina al nostro budget di riferimento è la 1.4 MPI Urban a benzina, spinta da un motore da 100 cavalli che consuma 5,7 litri ogni 100 km e d emette 131 g/km di CO2. Il prezzo di listino parte da 16.750 euro.

RENAULT CAPTUR

La Renault Captur è un SUV/crossover di seconda generazione che col tempo è diventata più grande portando la lunghezza a 423 cm e la larghezza a 179, quindi adesso c’è più spazio nell’abitacolo a disposizione di passeggeri e bagagli, anche grazie al divano scorrevole di 16 centimetri. Con il nostro budget c’è a disposizione un solo allestimento, sforando un po’ il tetto che ci eravamo posti: la 1.0 TCE 100 Life da 17.950 euro. Motore benzina 1000 cc da 100 CV/74 kW, consuma nel ciclo misto 5,2 l/100 km ed emette 118 g/km di CO2. Punteggio massimo di 5/5 nel crash test Euro NCAP del 2019.

SUZUKI IGNIS

Dopo l’ultimo ritocco la Suzuki Ignis è diventata un piccolo crossover che interpreta bene anche il ruolo di citycar. Adesso gli interni sono complessivamente sobri ma funzionali, bene anche la capacità del bagagliaio (260 – 900 dm3), un po’ sopra la media delle concorrenti. È equipaggiata con il sistema di frenata automatica e l’avviso del superamento involontario di corsia. Con la somma a disposizione nel nostro portafoglio possiamo permetterci la versione 1.2 Dualjet Cool a benzina che costa 14.200 euro. Motore 1200 cc da 90 CV/66 kW, consuma 4,7 l/100 km. Emissioni di CO2 stimate in 107 g/km. Spendendo un po’ di più si può avere la versione ibrida Ignis 1.2 Hybrid Cool da 15.700 euro. Appena sufficiente (3/5) il crash test Euro NCAP della Suzuki Ignis datato 2016.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Pedoni in stato di ebbrezza: il 27% viene ucciso mentre cammina in strada

Guidare drogati e poi ubriachi

Guidare drogati e poi ubriachi: per la Cassazione non c’è recidiva

Autostrade Tech: la svolta tecnologica farà guadagnare più dei pedaggi?