Camper: quali sono le differenze tra van, mansardati e profilati Van

Camper: quali sono le differenze tra van, mansardati e profilati

Van, mansardati e profilati sono alcuni modelli di camper da acquistare: approfondiamo le differenze e le caratteristiche tra queste tipologie

5 Gennaio 2023 - 04:01

Quando si parla di camper, il richiamo alla libertà di movimento e di azione è immediato. Tuttavia è indispensabile fare chiarezza sulle differenti tipologie esistenti di questo mezzo di trasporto. Punto in comune di tutti i modelli, che li distingue da altri veicoli, è la loro abitabilità. Lo spazio viene ricavato all’interno della stessa carrozzeria e non di un mezzo da rimorchiare. Di conseguenza si caratterizzano per una serie di accorgimenti che permettono ai camper di poter ospitare una o più persone. A iniziare dall’elevato grado di protezione della scocca fino ad arrivare alla coibentazione e dunque alla impermeabilità. Il tutto concepito pensando a una vacanza on the road ovvero predisponendo il camper ad affrontare più condizioni climatiche e meteorologiche. Va da sé che, al netto delle eventuali difficoltà di manovra, il camper può essere utilizzato anche per spostamenti a corto raggio. Sia che si tratti di van, mansardati e profilati. Approfondiamo le differenze tra queste tipologie di camper.

CAMPER VAN ECONOMICI E PRATICI, PERCHÉ SCEGLIERLI

I van solo la tipologia di camper più semplice. Quella che verosimilmente vediamo più spesso circolare sulle strade. Si tratta infatti dei modelli più pratici ovvero dalle dimensioni più ridotte. In genere la lunghezza dei van è di circa 6 metri. Adatti dunque alle famiglie non numerose o a chi non immagina di viaggiare con grandi comitive, accoglie tra i 2 e i 4 posti letto. Maggiore praticità significa avere a che fare con uno spazio contenuto all’interno. A ogni modo, sono presenti una piccola cucina e un bagno. Potremmo dire che i van sono quella tipologia di camper adatta per chi si accontenta. Ma in realtà è soprattutto strategica per chi vuole semplicemente un mezzo più facile da manovrare e più agile da guidare. Da utilizzare insomma anche al di là delle occasioni di vacanza. Naturalmente anche il prezzo è inferiore rispetto ad altre soluzioni di camper.

CAMPER MANSARDATI: PIÙ SPAZIO E PIÙ COMFORT PER GLI OSPITI

Se i van sono una soluzione adatta per le coppie, i camper mansardati, denominati anche motorcaravan, rappresentano una opzione strategica per le famiglie numerose. Capaci di ospitare fino a 6-8 persone in base al modello, si caratterizzano per la presenza di una struttura collocata al di sopra alla cabina di guida. La mansarda appunto, in cui trova spazio un letto matrimoniale ovvero due posti letto. Di conseguenza aumentano le possibilità di movimento all’interno della struttura e cresce il livello di comfort. I camper mansardati consentono quindi di organizzare e allestire con maggiore facilità gli spazi interni sulla base di esigenze e desideri. Di contro, la praticità è inferiore rispetto ai van. Non solo per le dimensioni maggiori, ma anche per la particolare aerodinamica del veicolo caratterizzata dalla presenza di una mansarda. Indichiamo anche i camper semintegrali perché sono realizzati come i mansardati, ma sono privi di mansarda.

CAMPER PROFILATI: MANEGGEVOLEZZA E AERODINAMICITÀ

Da una tipologia all’altra, ecco i camper profilati. Altrettanto spaziosi come i camper mansardati, si differenziano per via della diversa organizzazione interna. In pratica non presentano sporgenze in altezza, ma l’area abitativa è allestita su un telaio cabinato, in linea con l’abitacolo. Possiamo definirli una soluzione intermedia fra la praticità dei van e la spaziosità dei mansardati. Da una parte si caratterizza per una migliore maneggevolezza e dall’altra per la migliore aerodinamicità con l’offerta di uno spazio adeguato per una famiglia (o un gruppo di amici), anche fino a 5-7 componenti. Leggi qui i consigli utili per caricare il camper nel modo corretto.

LA SOLUZIONE IN PIÙ: I CAMPER MOTORHOME

Andando alla ricerca delle varie tipologie di camper, segnaliamo anche i motorhome. Più costosi, ma anche meglio rifiniti, rispetto agli altri, si caratterizzano per l’integrazione tra la cellula abitativa e la cabina di guida che formano un corpo unico. Organizzazione strutturale a parte, i camper  motorhome accolgono più luce al proprio interno, grazie alla estesa superficie vetrata anteriore, la coibentazione è di qualità superiore e, più in generale, propongono una più elevata vivibilità degli spazi interni. Dai costi mediamente più elevati, bisogna mettere in conto un’altra particolarità che per alcuni conducenti può rappresentare un deterrente all’acquisto. Alcuni modelli richiedono il possesso della patente C per essere guidati.

Commenta con la tua opinione

X