Blocco traffico Napoli

Blocco traffico Napoli: per quali diesel scatta lo stop dal 6 ottobre 2021

Per prevenire l'inquinamento dell'aria è stato disposto, a partire dal 6 ottobre 2021, il blocco del traffico a Napoli per alcuni veicoli diesel e non solo

1 ottobre 2021 - 12:30

Con l’avvio della stagione autunnale che, come di consueto (Covid permettendo), determinerà l’aumento della circolazione veicolare con probabile sforamento dei livelli di polveri sottili e monossido di azoto nell’aria, l’amministrazione di Palazzo San Giacomo ha emanato un’ordinanza che sancisce, a partire dal 6 ottobre 2021, il blocco del traffico a Napoli per alcune vetture diesel e non solo.

BLOCCO TRAFFICO NAPOLI 2021: VEICOLI INTERESSATI

In particolare il divieto di circolazione sarà valido su tutto il territorio cittadino di Napoli per le seguenti tipologie di veicoli:

autovetture e veicoli commerciali Euro 0 ed Euro 1, compresi quelli classificati come auto d’epoca o storiche. Il blocco sarà attuato dal 6 ottobre 2021 fino a nuova disposizione, dal lunedì al venerdì dalle ore 8:30 alle ore 18:30;

autovetture e veicoli commerciali di categoria N1, N2 e N3 ad alimentazione diesel fino a Euro 4 e motoveicoli e ciclomotori fino a Euro 2. In questo caso il blocco sarà attuato dal dal 6 ottobre 2021 al 31 marzo 2022, dal lunedì al venerdì dalle ore 8:30 alle ore 18:30, con eventuale sospensione nei giorni dal 16 al 19 ottobre 2021 in caso di turno di ballottaggio per l’elezione del sindaco di Napoli.

BLOCCO TRAFFICO NAPOLI DAL 6 OTTOBRE 2021: DOVE NON SI PUÒ CIRCOLARE

Come detto, il blocco del traffico a Napoli per i veicoli interessati sarà valido in tutto il Comune con l’eccezione della rete autostradale cittadina nei tratti ricadenti nel territorio comunale, e cioè:

– tangenziale di Napoli;

– raccordo A1 Napoli-Roma;

– raccordo A3 Napoli-Salerno,

– strada regionale ex SS 162;

– raccordo viale Fulco di Calabria.

BLOCCO AUTO NAPOLI 2021: DEROGHE

L’ordinanza del Comune partenopeo prevede comunque diverse deroghe al blocco auto Napoli dal 6 ottobre 2021, delle quali beneficeranno queste categorie:

– autoveicoli che trasportano diversamente abili muniti del tesserino regolarmente rilasciato dalla competente Autorità, nonché i veicoli adibiti al trasporto disabili;

– veicoli di servizio delle Forze dell’Ordine, della Polizia locale del Comune di Napoli, della Protezione Civile, dei militari, ecc.

– veicoli con a bordo Ministri di culto che debbano officiare riti religiosi;

– veicoli intestati a Enti pubblici, società ed aziende erogatrici di pubblici servizi, nonché quelli in chiamata di emergenza o adibiti al trasporto di materiale e/o personale addetto all’esecuzione di lavori e opere urgenti e di pubblica utilità;

– autoveicoli, motoveicoli e ciclomotori con a bordo un medico in visita domiciliare per chiamate d’urgenza;

– veicoli con a bordo operatori del settore dell’informazione e/o fotografi professionisti;

– autoveicoli che trasportano soggetti portatori di malattie gravi che richiedono l’espletamento di trattamenti terapeutici rigorosamente sistematici e periodici, previa esibizione di certificazione sanitaria;

– autoveicoli e bus delle aziende di trasporto pubblico, taxi e bus turistici;

– autoveicoli a noleggio di portata inferiore a 3,5 t, motoveicoli e ciclomotori a noleggio e autoveicoli delle autoscuole per le esercitazioni e per gli esami di guida muniti di apposita scritta “scuola guida”;

– veicoli intestati a cittadini residenti in regioni diverse dalla Campania con a bordo almeno un cittadino non residente in Campania;

– veicoli di proprietà di un soggetto che risiede o è domiciliato nel Comune di Napoli in un’unità immobiliare che è stata oggetto, a partire dall’anno 2016, di un intervento di efficientamento energetico del fabbricato e/o degli impianti di climatizzazione, come attestato da specifica documentazione.

Per le ulteriori deroghe vi rimandiamo al testo completo dell’ordinanza n. 15 del 29/9/2021.

2 commenti

salvatore_iannaccon_15672620
8:23, 7 ottobre 2021

Io e mia moglie (ultrasettantenni) abitanti in un posto di Napoli città raggiungibile solo con mezzi privati abbiamo un’auto diesel. A seguito del recente divieto di circolazione, dal 6 ottobre potremo uscire solo di notte dal lunedì al venerdì. Durante le ore del giorno dovremmo servirci del taxi per fare la spesa, per andare dal medico, per fare un accertamento. Non siamo invalidi, non abbiamo il contrassegno d’invalidità da esibire in auto!!!!!!.
Secondo quesito come si fa a riconoscere se la mia auto è a motore diesel Euro 5.

    Raffaele Dambra
    9:43, 7 ottobre 2021

    Salve, la classe ambientale dell’auto (Euro 5, Euro 6, ecc.) è riportata sul libretto di circolazione nel riquadro 3: la trova più o meno a metà foglio, nel rigo che comincia con la scritta RISP. REG.

    In alternativa può fare questo controllo online sul Portale dell’Automobilista, inserendo semplicemente la targa della sua auto.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

acea emissioni ue

ACEA fissa i target per l’azzeramento della CO2 nel 2035

Mobility manager: cosa fa, quando è obbligatorio [novità 2022]

Quanto è sicura la microcar XEV YOYO di Enjoy?