Auto nuove, prezzi sino a +24% rispetto al listino negli USA

I prezzi delle auto nuove continuano a crescere. Un'indagine conferma che il prezzo di vendita risulta nettamente superiore a quello di listino negli USA

23 settembre 2022 - 19:00

I prezzi delle auto nuove continuano a crescere. L’impossibilità per i costruttori di soddisfare la domanda del mercato, a causa di problemi come la crisi dei chip, e la crescente dotazione obbligatoria di sistemi di sicurezza, che fa aumentare i costi insieme all’inflazione, stanno cambiando le dinamiche dell’intero settore automotive. Anche dal punto di vista commerciale, gli effetti di questa tendenza sono evidenti. Le auto nuove, infatti, vengono vendute ad un prezzo superiore rispetto al listino in un numero sempre crescente di casi. La conferma arriva da un’indagine di iSeeCars. Lo studio si è concentrato sul mercato delle quattro ruote negli USA andando ad evidenziare le differenze tra il prezzo di vendita e il prezzo di listino dei modelli commercializzati dalle varie case costruttrici. Il prezzo effettivo delle auto nuove arriva fino ad oltre il 24% del prezzo di listino.

LE AUTO NUOVE COSTANO PIU’ DEL PREZZO DI LISTINO: L’INDAGINE DI ISEECARS

Lo studio di iSeeCars conferma una delle principali tendenze del mercato automotive. Il prezzo di vendita delle auto nuove risulta, infatti, di gran lunga superiore al prezzo di listino suggerito dal produttore. Questa differenza è in costante crescita e, per quanto riguarda gli USA, ha raggiunto valori davvero elevati. In media, confermano le rilevazioni di iSeeCars, le auto nuove vengono venduto a 3.946 dollari in più rispetto al listino. La differenza media tra il prezzo di listino e l’effettivo prezzo di vendita delle auto nuove è, invece, pari al +10%. Si tratta di un costo extra che gli automobilisti devono sostenere per poter acquistare una nuova vettura in un periodo di profonda crisi del mercato delle quattro ruote. Da notare che l’indagine di iSeeCars è molto attuale. Le rilevazioni, infatti, riguardano il periodo compreso tra il 1° luglio 2022 e il 7 settembre 2022.

LA DIFFERENZA TRA IL PREZZO DI VENDITA E IL LISTINO DELLE AUTO NUOVE ARRIVA AL 24,4%

I dati dell’indagine fotografano al meglio le enormi differenze tra il prezzo di vendita e il prezzo di listino delle auto nuove. Il modello che fa registrare la differenza più marcata, negli USA, è la Jeep Wrangler. In questo caso, infatti, per acquistare l’iconico fuoristrada del marchio americano è necessario mettere in conto una spesa superiore del 24,4% rispetto al listino. Si tratta di una spesa extra di oltre 8 mila dollari, necessaria per assicurarsi il fuoristrada di casa Jeep.  Tocca, invece, alle Porsche Cayenne e Macan registrare il primato della maggiore differenza in assoluto tra listino e prezzo di vendita. I due SUV della casa tedesca, infatti, vengono venduti negli USA con un costo extra, rispettivamente, di 16,750 dollari e 14.221 dollari.

LA TOP 10 DELLE AUTO NUOVE CON UN PREZZO DI VENDITA MAGGIORE RISPETTO AL LISTINO

Nella sua indagine, iSeeCars ha elaborato una classifica delle auto nuove che fanno registrare il costo extra maggiore (in percentuale) rispetto al listino. Questa classifica comprende, nelle prime 10 posizione, i seguenti modelli:

Jeep Wrangler: +24,4% rispetto al listino (+8.433 dollari)

Porsche Macan: +23,1% rispetto al listino (+14.221 dollari)

Genesis GV70: +22,4% rispetto al listino (+10.278 dollari)

Lexus RX 450h: +21,9% rispetto al listino (+10.847 dollari)

Ford Bronco: +21,6% rispetto al listino (+8.697 dollari)

Jeep Wrangler Unlimited: +20% rispetto al listino (+8.877 dollari)

Cadillac CT5: +19,9% rispetto al listino (+8.335 dollari)

Porsche Cayenne: +19,6% rispetto al listino (+16.750 dollari)

Chevrolet Corvette: +19,5% rispetto al listino (+14.697 dollari)

MercedesBenz GLB: +19% rispetto al listino (+7.650 dollari)

La classifica delle auto nuove vendute ad un prezzo nettamente superiore al listino comprende diverse tipologie di modelli. Ci sono pick-up e fuoristrada tipici delle strade americane. Non mancano SUV, di piccole e grandi dimensioni (per gli standard USA) e c’è spazio anche per modelli sportivi come la Corvette. Da notare, inoltre, che subito fuori dalla Top 10 c’è una city car come la MINI che può essere acquistata, negli USA, con un prezzo aggiuntivo del 18,8% rispetto al listino. Questa tendenza comprende, quindi, vari segmenti di mercato e non si limita ad una sola tipologia di auto.

ECCO PERCHE’ LE AUTO NUOVE COSTANO PIU’ DEL LISTINO

I dati raccolti da iSeeCars confermano una tendenza evidente del mercato delle quattro ruote. Negli USA, i rincari rispetto al listino sono notevoli e toccano, come evidente dalla classifica stilata in precedenza, picchi davvero elevati. Karl Brauer di iSeeCars commenta così i risultati: “i concessionari hanno risposto alle condizioni del mercato valutando le auto al di sopra del prezzo consigliato, realizzando un profitto maggiore su modelli specifici per aiutare a compensare i minori volumi di vendita dovuti alla produzione limitata di auto nuove” In questo trend giocano un ruolo decisivo gli automobilisti. Secondo Brauer, infatti, ad oggi: “Nel mercato odierno, i consumatori sono disposti a pagare un prezzo superiore per le auto nuove per via di una disponibilità di nuovi modelli scarsa e perché sanno che i prezzi delle nuove auto non dovrebbero migliorare fino al 2023“. Questa tendenza dovrebbe essere confermata anche nel corso dei prossimi mesi.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Cupra Born elettrica al top nelle prove di Green NCAP

Sciopero 10 ottobre 2022

Sciopero 10 ottobre 2022 trasporto pubblico: orari e fasce garantite

Giovani al volante: perché non rispettano le regole?