Auto nuova a rate: nel 2018 +7,6% di finanziamenti

Il credito al consumo nel 2018 è stato indispensabile per l’80% delle vendite: per l’acquisto di auto e moto sono stati erogati 17 miliardi di euro

13 maggio 2019 - 20:42

L’auto continua ad essere al centro dei desideri degli italiani. Il credito è ancora uno strumento importante per gli automobilisti che vogliono cambiare auto. Nel 2018 sono stati erogati ben 17 miliari di euro con una crescita del 7,7% rispetto al 2017. La ricerca Compass mette in evidenza anche il comportamento degli italiani in relazione all’acquisto dell’auto. In generale si tende a cambiare vettura superati i sette anni (77%) e i giovani, invece che rivolgersi al nuovo, guardano all’usato. Cresce l’attenzione nei confronti dell’ambiente. Sebbene la quota di mercato delle auto ad alimentazione alternativa (GPL, metano, elettriche ed ibride) sia inferiore al 10% il 71% degli intervistati è propenso all’acquisto di un’auto ibrida. Diamo uno sguardo ai dettagli.

IL SETTORE DEL CREDITO

In Italia crescono i finanziamenti erogati nel settore della mobilità. Nel 2018 sono stati circa 17 i miliardi erogati dagli istituti di credito in favore degli italiani con un aumento del +7,7% rispetto al 2017. Il credito al consumo si conferma determinante per le vendite tanto che l’80% degli acquirenti avrebbe rinunciato o rimandato l’acquisto se non avesse ricevuto un finanziamento. L’Osservatorio Compass fa il punto della situazione e delinea i trend per il futuro. Nel 2018 la media degli importi finanziati tramite venditori convenzionati per l’acquisto dell’auto è stato di 14.401€ (+4% sul 2017) per il nuovo e di 11.296€ (+3,9%) per l’usato. Luigi Pace, Direttore Marketing e Customer Management di Compass, ha precisato: “L’auto viene utilizzata quotidianamente dall’80% degli italiani e rappresenta ancora uno status simbolo per tanti. Quanto emerso dall’Osservatorio ci porta ad essere ottimisti sul futuro del mercato dell’auto in generale.”

NUMERI ALLA MANO

La mobilità si conferma al centro degli interessi degli italiani. Il 90% degli intervistati dichiara di utilizzare l’auto quotidianamente con una media di circa 1 ora al giorno. Quando si sceglie un’auto si valutano attentamente i costi di utilizzo e gestione. I giovani si concentrano sull’estetica di più che sulla sicurezza. In generale gran parte gli italiani tende a cambiare l’auto superati i sette anni (77%), con un intervistato su quattro intenzionato a farlo il più tardi possibile. Il 55% degli intervistati preferisce una vettura nuova non solo quando si tratta dell’auto principale o unica. L’acquisto dell’auto usata è la scelta del 31% mentre le vetture a km 0 lo sono per il 10% del campione. Quanto ai giovani italiani il 45% del target tra i 18 e 30 anni sceglie prevalentemente un’auto usata. Il 39% prende un’auto nuova mentre il 7% una a km 0.

IL RICHIAMO DEL FUTURO

Il risparmio (68%) è il motivo principale che spinge a orientarsi sull’usato. L’80% degli intervistati conosce il noleggio a lungo termine ma solo il 15% degli automobilisti ne è convinto. Cresce l’attenzione degli italiani verso l’ambiente. Le auto ad alimentazione alternativa (GPL, metano, elettriche ed ibride) sono ancora inferiori al 10% del parco auto circolante ma in forte crescita. Il 71% degli intervistati è propenso, infatti, all’acquisto di un’auto ibrida. Ampiamente superata l’auto elettrica, con solo il 39% degli italiani che si dice convinto di acquistarne una. Quanto alla tecnologia la guida autonoma è l’innovazione più attesa, il 46% degli italiani si dice interessato. Nell’attesa grande richiesta per i sistemi di aiuto al parcheggio (45%). Le tecnologie di connessione dedicate a smartphone e tablet sono un “must have” per il 42% dei driver mentre l’accensione senza chiave lo è per il 40%.

IL TREND

Dalla ricerca Compass emerge grande fiducia per il futuro del mercato. Nel complesso il 38% dei convenzionati (il 31% nel settore auto) si attende un aumento delle vendite nei prossimi mesi del 2019. Il 45% prevede invece una sostanziale stabilità del proprio giro d’affari. Per intercettare meglio le esigenze degli italiani il 45% dei dealer ha in programma dei progetti per sviluppare la propria attività commerciale. In questo caso preferenza per la ristrutturazione o l’ampliamento dello spazio di vendita (21%). Nei fatti un italiano su due è soddisfatto della condizione della propria famiglia. Resta bassa la percentuale di chi si attende un miglioramento nel corso dei prossimi 12 mesi (33%). Molti italiani scelgono di non rinunciare ai propri sogni nel cassetto con il 34% che vorrebbe fare un viaggio importante e il 29% che vorrebbe acquistare un nuovo veicolo.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Monopattini elettrici ciclomotori

Monopattini elettrici non sono ciclomotori: no multe da migliaia di euro

bruxelles-blocca-il-5g_

Auto connesse divise tra DSRC e C-V2X, a rischio la sicurezza delle comunicazioni

General Motors fa causa ad FCA: Marchionne al centro delle accuse