10 consigli per non farsi rubare l’auto in vacanza

Dopo 5 anni i furti auto tornano in positivo e aumenta il rischio in vacanza: ecco i consigli e le dritte per non farsi rubare l’auto

23 luglio 2019 - 20:18

Tornano ad aumentare i furti di auto in Italia. Nel 2018, dopo 5 anni all’insegna di un trend in calo, i furti di auto salgono del 5,2% rispetto al 2017. Sono stati ben 105.239 i veicoli presi di mira dai ladri che hanno poi cercato di far perdere le loro tracce smembrando le auto o cercando di spedirle all’interno di cointainer. Le moderne tecnologie di tracciamento satellitare ci possono essere di grande aiuto per recuperare i veicoli sottratti che spesso lasciano il paese di provenienza in tempi davvero brevi. Oltre alla tempestività di intervento resa possibile dagli ultimi strumenti di contrasto ai furti in commercio, è il caso di dare uno sguardo a 10 consigli che possono evitare brutte sorprese, soprattutto in vacanza. A volta bastano piccole attenzioni come chiudere completamente i finestrini dell’auto o non lasciare oggetti di valore a vista per scongiurare spiacevoli sorprese. Vediamo come contrastare i furti di auto nella consapevolezza che, dopo le prime 48 ore, sarà molto difficile recuperare l’auto sottratta.

TREND PREOCCUPANTE

Torna a crescere il numero dei furti di automobili in Italia. A guardare i dati del Ministero dell’Interno la situazione è pesante. Nel corso del 2018 i ladri si sono impossessati di 105.239 mezzi, erano 99.987 nel 2017. Il trend parla di un +5,2% nel 2018. A peggiorare le cose c’è stato anche un calo dei ritrovamenti. Nel 2018 il 40% dei veicoli sottratti è stato poi ritrovato ma nel 2016 la soglia era a quota 44% e nel 2017 addirittura al 53%. Lo scorso anno oltre 64.000 vetture sono sparite nel nulla lasciando per sempre i legittimi proprietari. Oggi, oltre alle tipologie tradizionali di furti, si sono affiancate quelle hi-tech. In questi casi i ladri sono in grado di forzare accendere un’auto anche in meno di 60 secondi. D’estate, a facilitare la vita dei ladri, ci pensa la distrazione degli automobilisti dovuta al caldo o al clima vacanziero.

I 10 CONSIGLI

LoJack, società specializzata nei sistemi di rilevamento e recupero di auto rubate, ha messo a punto un vademecum di 10 consigli per evitare brutte sorprese. Tra le dritte ci sono indicazioni che potrebbero sembrare banali ma che potrebbero fare la differenza:

1. Mai lasciare l’auto accesa e con le chiavi inserite, nemmeno per pochi secondi.

2. In estate ricordati, prima di lasciare l’auto, di chiudere i finestrini e il tettuccio. Anche un piccolo margine potrebbe aiutare i ladri a introdursi nell’abitacolo.

3. Di notte è il caso di evitare la sosta dell’auto in parcheggi isolati o incustoditi. Per una sosta tranquilla si possono usare hardware e software che tracciano l’auto e lanciano un allarme se la vettura esce da una determinata area.

4. Se in estate capita di usare poco l’auto è bene verificarne con frequenza la presenza nel luogo in cui la si era parcheggiata l’ultima volta.

5. Se si parcheggia in una zona che non si conosce verificare a terra la presenza di frammenti di vetro. Questi ci confermano che la zona è a rischio furto o vandalismo.

6. Evitare di parcheggiare sempre nello stesso posto, in modo da scongiurare che il ladro possa pianificare al meglio il furto.

7. Attenzione alle truffe. I ladri fingono spesso un incidente per costringere i guidatori, soprattutto donne e anziani, a fermarsi e a scendere dall’auto.

8. In autogrill o nel parcheggio di un centro commerciale controlla sempre la chiusura delle portiere. Un ladro, appostato nelle vicinanze, potrebbe disturbare il segnale del telecomando dell’auto con un jammer per poi entrare indisturbato nel veicolo.

9. Una un antifurto meccanico o un sistema a radiofrequenza. Questi ultimi raddoppiano la possibilità di recuperare la vettura sottratta.

10. Metti la chiave della vettura in un “card protector” che ne impedisca la clonazione e eviti che i ladri possano amplificarne il segnale a distanza.

TRUCCHI UTILI

Fattore determinante per sventare i furti è la tempestività. Denunciare a poca distanza dal fatto l’eventuale furto accresce la possibilità di ritrovare la vettura anche perché, secondo le statistiche di LoJack dopo 48 ore le speranze di ritrovare il mezzo si riducono drasticamente. L’attenzione dei ladri potrebbe essere attirata da oggetti di valore all’interno del mezzo. Importante mettere sempre al riparo da sguardi indesiderati portafogli, borse, zaini e valigie. Attenzione anche a smartphone, navigatori e autoradio estraibili che potrebbero far gola a qualche balordo. Ricordiamoci comunque che sono molto diffusi anche i furti di singole componenti delle auto. Infotainment originali, specchietti esterni, sedili e cerchi in lega possono fruttare comunque un bel gruzzolo ai ladri. Insomma dopo questa carrellata di consigli cerchiamo di mettere in pratica qualche attenzione in più evitando, però, che l’ansia da furto ci rovini le vacanze estive.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Test pneumatici invernali 235/35 R19: misure grandi in difficoltà nel 2019

Auto usate certificate Hyundai: arriva la formula soddisfatto o restituisci

Distrazioni alla guida e in strada: i graffiti a terra che possono salvarti la vita