Arriva la targa intelligente che paga le multe e chiama i soccorsi

Sarà testata a Dubai e in California e sarà costruita con un pannello a led con un trasmettitore GPS

18 aprile 2018 - 11:54

Qualche anno fa, alcune tecnologie applicate al mondo delle auto, sembravano un'utopia o un qualcosa di irraggiungibile. Poi è arrivata la svolta digitale, che ha portato la connettività a penetrare sempre di più nella vita di tutti giorni e nelle auto. Chiaro esempio è la targa digitale, che offre una serie di interessanti funzionalità che non avremmo mai detto potessero essere implementati in un oggetto del genere. Inizialmente disponibile solo in Americaa sarà presto al centro di un progetto a Dubai. L'obiettivo? Rendere intelligenti anche le auto non di ultima generazione che non equipaggiano i tanti sistemi di comunicazione presenti sulle auto più moderne.

LA TARGA NELL'ECOSISTEMA VEHICLE TO X Nelle smart city del futuro, ogni cosa sarà connessa creando una rete di comunicazione tra auto e infrastrutture – ne è un esempio Osram con i suoi lampioni intelligenti. In un ecosistema così complesso ogni elemento può fare la differenza, offrendo altri canali in grado di ottimizzare la trasmissione di informazioni. Le auto moderne, soprattutto quelle di ultima generazione, sono spesso dotate di tecnologie Vehicle to X – con applicazioni anche in Italia – ma perché non trasportare parte di queste tecnologie su un dispositivo adatto anche alle auto meno recenti? Da qui è partita l'idea della targa intelligente, capace di comunicare con le strutture, i veicoli e di chiamare, in caso di necessità, i soccorsi.

GIÀ PRESENTE IN AMERICA Si chiama rPlate Pro ed è essenzialmente uno schermo connesso con l'auto sul quale compare il numero di targa – qui altre informazioni. In California sono già 100 mila le vetture che hanno equipaggiato questo schermo ultrapiatto che in marcia mostra il numero come una tradizionale targa, ma in altre situazioni aumenta esponenzialmente le sue potenzialità. Ad esempio una volta parcheggiata l'auto, sulla targa possono comparire altri messaggi e avvisi, come ad esempio pubblicità ed altre importanti informazioni soprattutto durante la marcia, come la presenza di un pericolo, o di un rallentamento improvviso.

GPS INTEGRATO E CONNESSIONE CON SMARTPHONE Non solo lettura attraverso il monitor, ma anche condivisione di dati. Infatti la targa contiene un GPS in grado di comunicare la posizione esatta del veicolo, e di comunicare con il veicolo, che poi, grazie alle tecnologie Vehicle to X potranno trasmettere informazioni sul traffico, incidenti ed altro ancora. Pensavate che fossero finite le caratteristiche di questa targa intelligente? C'è ancora spazio per altre funzionalità molto particolari, come la possibilità di velocizzare le operazioni burocratiche del possessore, connettendosi con lo smartphone e accelerando le procedure, ad esempio, per il pagamento delle tasse di circolazione.

A DUBAI PER IL FUTURE CITIES SHOW Una tecnologia estremamente interessante che ha trovato già applicazione in California e che sarà presto al centro di un progetto a Dubai, legato alla Future Cities Show. Secondo il sultano Abdullah al-Marzouqi, capo del dipartimento dei trasporti di Dubai, la targa tecnologica non solo renderà più confortevole la vita degli automobilisti, ma anche quella delle forze dell'ordine. Da una parte gli automobilisti, che potranno sfruttare tutti i vantaggi di un sistema connesso, che permette il pagamento immediato di parcheggi, autostrade e accesso a zone limitate della città. Dall'altra le forze dell'ordine, che così potranno effettuare controlli più veloci per contravvenzioni e un pagamento immediato delle contravvenzioni. Unica criticità riguarda la possibile intrusione di Hacker, che attraverso la targa intelligente potrebbero risalire a importanti informazioni. Un problema al quale i tecnici stanno già cercando di porre un rimedio.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Tuning ruote: come se la cavano i gommisti a 6 anni dal decreto ruote?

I taxi a guida autonoma Mercedes entrano in servizio a San José

Disabili rifornimento self-service

Disabili: rifornimento al self-service più semplice dal 2020