Apple crede nell'auto elettrica e assume manager di FCA

La Mela morsicata attrae verso di sé sempre più specialisti dell'auto, coltivando così i rumors sullo sviluppo di una vettura Apple a guida autonoma

22 luglio 2015 - 12:30

Apple continua a posizionare le sue pedine. Secondo il Wall Street Journal, il marchio americano ha da poco assunto Doug Betts, ex dirigente del gruppo Fiat Chrysler Automobiles. In assenza di un annuncio ufficiale, è su LinkedIn – social network di professionisti – che il quotidiano americano ha notato un cambiamento. Dopo aver lavorato per Toyota, Nissan e Chrysler, Betts è, secondo il suo profilo, incaricato delle “operazioni” Apple dal mese di luglio.

APPLE E L'AUTO FANNO UNO – Non è la prima volta che Apple si interessa ad un professionista dell'automobile. A inizio 2015, il gruppo assunto Paul Frugale, un ricercatore alla scuola politecnica federale di Zurigo, specializzato nei veicoli autonomi. L'anno scorso, il Wall Street Journal aveva svelato anche l'esistenza di Titan, il progetto di sviluppo di vetture Apple condotto in segreto nei locali situati a qualche minuto dalla sede Apple. Steve Zadesky, un veterano dell'azienda e un ex di Ford, sarebbe stato posizionato a capo del progetto da Tim Cook, il direttore generale di Apple.

ALLA RICERCA DI NUOVE RECLUTE – Apple si rifiuta di confermare l'esistenza di una tale iniziativa. Secondo il Financial Times, Zadesky sarebbe stato incaricato di mettere su una squadra di un migliaio di persone per lavorare sul progetto di una iCar. Il responsabile sarebbe stato svariate volte in Austria, alla ricerca di un costruttore automobilistico, e avrebbe assunto numerosi salariati di Tesla Motors, il famoso costruttore californiano di auto elettriche. Un team che Doug Betts potrebbe raggiungere ben presto.

ANCHE LA CONCORRENZA CI SI METTE – Il marchio di Cupertino non è la prima azienda di tecnologia ad interessarsi al mondo dell'automobilismo. L'anno scorso, Google aveva svelato un prototipo di vettura senza conducente, di cui alcuni esemplari di prova circolano già sulle strade americane. A febbraio 2015, un van con quattro telecamere – identificato come un'auto Apple – era stato avvistato nella regione di San Francisco. I veicoli vengono tuttavia utilizzati per migliorare il software di cartografia Maps.

IL SOGNO DI STEVE JOBS – Durante una conferenza svoltasi nel gennaio 2014, Millard Drexler, un imprenditore membro del consiglio di amministrazione di Apple per oltre 15 anni, aveva affermato che “Steve Jobs sognava di progettare una vettura Apple”. Sebbene il progetto sia oggetto oggi di discussioni nutrite, è tuttavia possibile che il marchio desideri semplicemente voler applicare la tecnologia automobilistica al servizio dello sviluppo di nuovi prodotti. Apple ha già realizzato un'incursione nel settore con la sua interfaccia CarPlay per iPhone e la prima auto in assoluto a ammontare questo sistema – presentato per la prima volta al salone di Ginevra 2014 – è stata la Ferrari FF, il modello quattro posti del Cavallino Rampante con motore dodici cilindri e sistema start/stop.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Sciopero 2 dicembre 2022 treni, metro e bus: gli orari

Ansia alla guida: perché mettersi al volante può spaventare?

Fringe benefit 2022 tabelle ACI

Auto aziendale: chi può scaricare l’Iva?