Patente K o CAP

Patente K o CAP: a cosa serve e come ottenerla

Alla scoperta della patente K o CAP: a cosa serve e come ottenere il certificato di abilitazione professionale per diventare tassista o autista NCC

17 giugno 2021 - 20:00

La patente K o CAP è, appunto, un Certificato di Abilitazione Professionale che serve obbligatoriamente per la guida professionale di motoveicoli e autovetture. Non è una vera e propria patente ma un’abilitazione aggiuntiva che si può prendere solo dopo aver conseguito il normale documento di guida. Vediamo a cosa serve nello specifico e come ottenere la patente K (a sua volta suddivisa in KA e KB) o CAP.

CHE COS’È LA PATENTE K O CAP E A COSA SERVE

In base a ciò che dispone l’art. 116 comma 8 del Codice della Strada, ai fini dello svolgimento del servizio di noleggio con conducente per il trasporto di persone, e del servizio di piazza con autovetture con conducente (taxi), i guidatori di età non inferiore a 21 anni devono conseguire un certificato di abilitazione professionale (CAP):

– di tipo KA se per la guida del veicolo adibito ai servizi di taxi e NCC è richiesta la patente di guida per le moto (A1, A2 o A)

– di tipo KB se per la guida del veicolo adibito ai servizi di taxi e NCC è richiesta la patente per le autovetture (B o B1).

Il successivo comma 9 specifica inoltre che i CAP sono rilasciati dal competente ufficio del Dipartimento per i trasporti, la navigazione e i sistemi informativi e statistici, sulla base dei requisiti, delle modalità e dei programmi di esame stabiliti nel regolamento del CdS.

Ai fini del conseguimento del CAP di tipo KA è necessario che il conducente abbia già la patente di categoria A1, A2 o A, mentre ai fini del conseguimento del CAP di tipo KB è necessario che il conducente abbia almeno la patente di categoria B1, oppure la B.

I soggetti disabili che sono in possesso delle patenti speciali corrispondenti alle categorie A1, A2, A, B e B1 possono conseguire i certificati di abilitazione professionale di tipo KA e KB, previa verifica della sussistenza dei requisiti di idoneità fisica e psichica da parte della Commissione medica locale.

A COSA SERVE LA PATENTE K O CAP E COSA SI PUÒ GUIDARE

Il CAP è richiesto dunque per diventare un conducente professionale per il trasporto di persone: a differenza però del CQC, che si abbina alle patenti di categoria D (o C) e serve per diventare autisti di bus di linea, pullman turistici o veicoli NCC con più di 9 posti, il CAP è limitato all’utilizzo professionale di:

motoveicoli di massa complessiva fino a un massimo di 1,3 tonnellate (KA);

autovetture fino a 9 posti e motoveicoli di massa complessiva superiore a 1,3 tonnellate (KB).

Il CAP è perciò riservato a chi vuole diventare tassista, autista di veicoli adibiti al servizio di noleggio con conducente e ruoli simili.

Chi ha l’abilitazione KB può guidare anche veicoli per cui si richiede il KA.

PATENTE K O CAP: COME SI OTTIENE

Per ottenere la patente K (sia il CAP KA che il CAP KB) è necessario avere 21 anni, essere già in possesso della corrispettiva licenza di guida e superare un esame di teoria in Motorizzazione sotto forma di quiz. Gli argomenti dell’esame riguardano la conoscenza della struttura di un veicolo e delle sue parti principali (compresa la capacità di individuare i guasti del veicolo e di riparare piccoli guasti facendo uso degli opportuni utensili) e le conoscenze generali in materia di trasporti e di amministrazione, con focus specifico sulla legislazione nazionale applicabile al trasporto di persone, sulla responsabilità del conducente connessa con il trasporto di viaggiatori e sui documenti relativi ai veicoli e ai viaggiatori, prescritti per il trasporto all’interno del Paese e al passaggio delle frontiere.

VALIDITÀ DELLA PATENTE K O CAP

La patente K o CAP dura 5 anni, allo scadere dei quali è necessario procedere al rinnovo effettuando una visita medica. Dopo i 65 anni di età la Commissione Medica Locale può stabilire una durata diversa di validità. Importante: il CAP vale solo quando è valida la normale patente di guida, se quest’ultima scade di validità (o viene sospesa, revocata, ecc.) anche il CAP associato non è più valido. Ricordiamo infine che anche il CAP è regolato da un sistema di punti: all’inizio il conducente ne possiede 20, come sulle patenti standard. Ma se commette un’infrazione durante l’esercizio dell’attività di guida professionale, i punti vengono sottratti solo dal CAP e non anche dalla patente di guida (è possibile poi recuperarli seguendo appositi corsi).

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

assicurazione atti vandalici

Assicurazione atti vandalici: come funziona la garanzia

RC auto: il tacito rinnovo e tolleranza

Passaggio di proprietà dell’auto: aggiornamento carta di circolazione

Fase 2 vaccini tassisti

Taxi: come fare a ottenere la licenza