Auto a noleggio assicurazioni

Auto a noleggio: le diverse tipologie di assicurazioni

Per chi sta pensando di prendere un'auto a noleggio, ecco le diverse tipologie di assicurazioni previste dal contratto base o applicabili facoltativamente

10 febbraio 2020 - 16:25

Quando si noleggia un’auto per la propria vacanza, prima di firmare il contratto chi affitta deve decidere se aggiungere qualche extra, a cominciare dalle assicurazioni. Questi servizi sono spezzo aggiunrivi e si pagano a parte, ma molto spesso l’investimento sulle polizze accessorie può tornare utile in caso di imprevisti, evitando così di pagare un conto molto più caro quando si riconsegna l’auto all’agenzia di noleggio. La procedura non è necessariamente lunga e complicata, ma bisogna avere ben chiare le proprie esigenze e conoscere i diversi tipi di assicurazioni disponibili. Vediamo quali sono i termini più diffusi che tornano spesso nei contratti e nelle note informative, per essere certi di quello che si sta sottoscrivendo.

ASSICURAZIONI AUTO A NOLEGGIO: FRANCHIGIA E MASSIMALE

È bene introdurre l’argomento assicurazioni auto a noleggio parlando innanzitutto della franchigia. Per ‘franchigia’ si intende l’importo che, in caso di sinistro, rimane a carico dell’utente e non viene coperto dall’assicurazione. In sostanza, in caso di incidente anche senza responsabilità, si deve comunque pagare una certa quota, il cui importo varia da un noleggiatore all’altro. Tale cifra può venire occasionalmente espressa in percentuale. Molti noleggiatori consentono però di sottoscrivere una polizza che prevede l’abbattimento della franchigia e che prende il nome di DER (Damage Excess Refund), ne parleremo più avanti. Per massimale si intende invece la cifra massima che l’assicurazione paga come risarcimento del danno. Quindi se il danno supera il massimale, l’assicurato deve pagare la differenza di tasca propria.

AUTO A NOLEGGIO: ASSICURAZIONI BASE

Di norma, nel prezzo base del noleggio auto sono compresi tre tipi di assicurazioni: danni contro terzi, danni al veicolo, furto e incendio. Vediamole una per una.
TPI (third party insurance), copertura contro terzi. Questo tipo di assicurazione copre i danni che si possono causare a terze parti in caso di incidente. È bene controllare sempre sul contratto l’importo del massimale: in alcuni paesi, soprattutto negli USA, l’ammontare del TPI previsto dalla legge è molto basso; in questi casi, può valere la pena acquistare un’assicurazione aggiuntiva, chiamata Excess Liability Insurance (appunto, assicurazione contro i danni supplementari). Alcuni noleggiatori la offrono nel pacchetto, con altri è acquistabile a parte.
CDW (collision damage waiver). Comunemente definita ‘kasko’, è l’assicurazione che copre i danni al veicolo in caso di sinistro. Bisogna sempre controllare che il veicolo non sia già danneggiato al momento del ritiro, in qual caso bisogna obbligatoriamente farsi consegnare un documento che attesta i danni presenti.
TW (theft waiver), copertura contro il furto. Questo tipo di assicurazione protegge nel caso in cui l’auto venga rubata. Nella malaugurata ipotesi l’utente paga soltanto l’ammontare della franchigia.

AUTO A NOLEGGIO: ASSICURAZIONI FACOLTATIVE

Oltre alle assicurazioni base, chi noleggia un’auto può acquistare ulteriori coperture accessorie in base alle proprie necessità. Ecco le principali:
DER (damage excess refund). Come anticipato in precedenza, prevede l’abbattimento della franchigia, totale o parziale. L’ammontare della DER si aggira intorno ai 5-7 euro giornalieri e per alcune società è compreso nel prezzo. In sostanza, riduce al minimo, oppure elimina del tutto, l’ammontare della franchigia da rimborsare in caso di sinistro. Questo significa che, se si rimane coinvolti in un incidente, non bisogna pagare l’intero importo della franchigia, oppure non bisogna pagarlo per nulla. In ogni caso meglio informarsi preventivamente, perché ci sono alcune eccezioni. Di solito la DER non è sottoscrivibile per le auto di lusso e non si applica in caso di danni provocati dai seguenti casi: guida sotto gli effetti di droghe o alcol, guida irresponsabile, utilizzo improprio dell’auto, guidatori non registrati nel contratto di noleggio, guida pericolosa, guida su strade non asfaltate.
– SCDW (super collision damage waiver): copre tutte le parti del veicolo oltre la carrozzeria e riduce la franchigia.
PAI (personal accident insurance): copre le spese sanitarie per il conducente coinvolto in un incidente con colpa a bordo del veicolo a noleggio.
SLI (supplementary liability insurance): aumenta il massimale previsto dalla protezione RCA.

POLIZZE AUTO A NOLEGGIO: CONSIGLI FINALI

Ribadiamo: prima di firmare il contratto di noleggio controllare l’ammontare di franchigia e massimale. Nonché la presenza di eventuali danni al veicolo (anche negli interni). Conservare con cura tutti i documenti, compresi quelli ricevuti alla riconsegna dell’auto, onde evitare possibili ‘malintesi’ con la società di noleggio anche a distanza di settimane o mesi dall’affitto dell’auto.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Acquisto auto all'estero

Acquisto auto all’estero: come trasportarla in Italia

Deposito auto in officina

Garanzia sull’auto acquistata all’estero

Documenti per importazione e immatricolazione di auto dall'estero

Documenti per importazione e immatricolazione di auto dall’estero