Roulotte

Roulotte usate: cosa controllare prima dell’acquisto

Ecco a cosa stare attenti durante l’acquisto di roulotte usate e gli aspetti legali da considerare per fare la scelta giusta

12 maggio 2022 - 18:21

Scegliere di comprare roulotte usate significa non solo abbattere la spesa rispetto a un modello nuovo di zecca. Ma anche concepire una differente modalità di andare in vacanza. A dominare è il senso di libertà negli spostamenti. Il viaggiatore (o i viaggiatori, nel caso di coinvolgimento della propria famiglia o di amici) può impostare in piena autonomia tappe e soste secondo le proprie esigenze di comfort. Perché è proprio questo il punto da sottolineare. Affinché si possa parlare di successo è fondamentale scegliere con attenzione le roulotte usate. Non tanto e non solo in riferimento al modello. Quanto piuttosto nelle condizioni generali e nella compatibilità con l’auto che deve fare da traino. Insomma, meglio non farsi cogliere impreparati e investire tempo nei controlli prima dell’acquisto di roulotte usate anziché ricevere indesiderate sorprese dopo aver chiuso il presunto affare. Ecco quindi a cosa stare attenti durante l’acquisto di roulotte usate e gli aspetti principali da considerare.

DAL GANCIO DI TRAINO ALLA PATENTE PER GUIDARE ROULOTTE USATE

Il primo aspetto da considerare nella fase di acquisto di roulotte usate è tra i più sottovalutati. Si tratta di verificare se la propria auto è idonea per viaggiare in sicurezza al momento del trasporto della roulotte. L’elemento chiave è la massa massima che può essere trainata. A cui seguono l’installazione e l’omologazione del gancio per il traino. Ricordiamo infatti che, a differenza del camper, questo mezzo di trasporto è privo di motore e di conseguenza è indispensabile che possa essere trainato da un altro veicolo. A tal proposito è anche importante sapere quale patente serve per trainare questo mezzo. Ebbene, è sufficiente la tradizionale patente B per guidare autoveicoli con una massa complessiva a pieno carico non superiore a 3,5 tonnellate. In caso contrario ovvero oltre questo limite serve la patente B96 o B+. Permette infatti di guidare veicoli con massa complessiva fino a 4.250 kg. Per ottenere questa licenza di guida occorre sostenere e superare un esame pratico ovvero una prova di guida di un veicolo con rimorchio con peso complessivo fino appunto a 4.250 kg.

ROULOTTE USATE: L’IMPORTANZA DI CONTROLLARE I DETTAGLI

Al pari di altri mezzi, anche nel caso delle roulotte usate è indispensabile controllare con attenzione lo stato dell’usura. Anzi, essendo uno spazio “vissuto”, il livello di attenzione deve essere anche maggiore. Il suggerimento è di prestare attenzione a oblò, porte e tetto affinché la chiusura sia ermetica e dunque a prova di infiltrazioni. Perché non aguzzare anche l’olfatto? La presenza di odori di chiuso o di umidità potrebbe essere la spia di qualcosa che non va. I venditori più furbi potrebbero giocare la carta dei profumatori d’ambiente per annullarli. Meglio allora saperlo prima e non farsi cogliere impreparati. La superficie esterna della roulotte non deve quindi presentare danni, rigonfiamenti o segni di corrosione. All’interno le finestre devono essere uguali e integre, le maniglie solide e le aperture degli sportelli perfettamente funzionanti. Allo stesso tempo, anche la superficie deve essere integra e priva di rigonfiamenti o sfogliature o riparazioni. Anche perché il rifacimento di un fondo è un’operazione piuttosto costosa.

DOCUMENTI E NON SOLO: COSA CONTROLLARE NELLE ROULOTTE USATE

Quando si parla dei documenti delle roulotte usate, il riferimento va anche alla ricerca della corrispondenza tra il numero di telaio presente sul timone e quello indicato sulla carta di circolazione. La targa deve quindi essere leggibile e la stessa roulotte non deve risultare radiata. E poi, la revisione periodica è stata regolarmente effettuata? Va da sé che gli elementi meccanici e idraulici devono essere tali da non incidere negativamente sull’esperienza di guida. Il focus è innanzitutto sullo stato della cuffia parapolvere in gomma, rispetto a cui occorre verificare la presenza di lesioni. Quindi controllare lo stato dell’ammortizzatore del repulsore. Se i movimenti non sono fluidi e regolari serve un accertamento ulteriore che potrebbe portare all’acquisto di un nuovo ammortizzatore. Non bisognerebbe quindi trascurare lo stato dei gommini nell’assale, ricordando che la revisione dello stesso assale può rivelarsi una operazione costosa. Nel caso di incertezze, una officina specializzata è in grado di passare ai raggi X le roulotte usate.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Costo passaggio di proprietà auto

Costo passaggio di proprietà auto 2023: importo e calcolo

Fringe benefit 2022 tabelle ACI

Auto aziendale: chi può scaricare l’Iva?

Esame patente B: come si svolge la prova pratica