ZF si trasforma: dai cambi automatici ai motori elettrici con ordini record L'azienda tedesca ZF si trasforma con un focus su motori e altri componenti per auto elettriche nel corso dei prossimi anni

ZF si trasforma: dai cambi automatici ai motori elettrici con ordini record

L'azienda tedesca ZF si trasforma con un focus su motori e altri componenti per auto elettriche nel corso dei prossimi anni

22 Dicembre 2022 - 06:12

Il mondo dell’auto sta cambiando, con un programma di elettrificazione che procede a ritmo serrato. Tutte le aziende del settore automotive si stanno adeguando a questa nuova realtà, in alcuni casi arrivando a riprogettare quasi del tutto la propria attività. È il caso di ZF Friedrichshafen AG, azienda tedesca nota più semplicemente come ZF. L’azienda è diventata un riferimento del mercato automotive per i suoi componenti e, in particolare, i cambi automatici con la sua trasmissione automatica ad 8 rapporti che viene utilizzata da tantissimi brand del mercato auto, da BMW a Porsche passando per Audi, Alfa Romeo, Jaguar Land Rover e altri ancora. L’elettrico cambia le esigenze del mercato e ZF non sembra essersi fatta trovare impreparata. A chiarire la trasformazione dell’azienda arriva un’interessante intervista pubblicata da Autonews che anticipa i piani di ZF in vista dello stop alla vendita di auto benzina e diesel. Vediamo i dettagli completi.

ZF PUNTA SULL’ELETTRICO: INIZIA UNA NUOVA ERA PER L’AZIENDA TEDESCA

Stephan Schuckmann è uno dei membri del consiglio di amministrazione di ZF di cui è anche il responsabile della nuova divisione dedicata ai motori elettrici. Nel corso di un’intervista rilasciata ad Automotive News Europe, il manager ha descritto, nei dettagli, il programma di trasformazione di ZF. L’azienda tedesca sta cambiando, passando da specialista in trasmissioni automatiche in un vero e proprio riferimento del settore della mobilità a zero emissioni. Secondo il piano di sviluppo aziendale, inoltre, ZF intende realizzare componenti solo per auto elettriche entro il 2030, trasformando completamente la sua attività nel giro di pochi anni. Come conferma il manager di ZF: “circa un anno e mezzo fa abbiamo interrotto lo sviluppo di tutte le applicazioni direttamente collegate al motore a combustione interna. A questo punto, ci concentriamo esclusivamente sullo sviluppo di prodotti per veicoli con propulsori elettrici” Attualmente, conferma Schuckmann, la maggior parte degli ingegneri di ZF è già concentrato sulla mobilità elettrica.

GIA’ 25 MILIARDI DI EURO DI ORDINI PER LA “NUOVA” ZF

La trasformazione di ZF in fornitore di componenti per auto elettriche è già iniziata ma gli impianti di produzione continuano a lavorare su progetti “tradizionali”, con i cambi automatici che rappresentano ancora il focus della produzione aziendale. Le cose cambieranno in modo progressivo nel corso dei prossimi anni. Il piano produttivo di ZF viene chiarito dallo stesso Schuckmann che evidenzia: “gli impianti dovranno gestire ordini fino al 2025 circa. Dopodiché prevediamo un graduale declino nel tradizionale business delle trasmissioni”. Il manager di ZF ha confermato, inoltre, che l’azienda ha già ricevuto ordini per 25 miliardi di euro per la realizzazione di componenti da dedicare ad auto elettriche e auto ibride plug-in nel corso dei prossimi anni. La trasformazione dell’azienda può, quindi, avvenire su basi solide. Gli ordini per il futuro non mancano. In questo momento, l’azienda sta lavorando ad una riqualificazione della sua forza lavoro per poi avviare una graduale ristrutturazione delle attività produttive, seguendo l’andamento del mercato globale delle quattro ruote. Per il futuro, l’azienda crede che “Pensiamo il 2025-26 sarà il punto di svolta per la mobilità elettrica, ovvero quando il business dei BEV sarà superiore a quello della combustione”.

RICOVERSIONE, NUOVI INVESTIMENTI E ACCORDI STRATEGICI PER IL FUTURO DI ZF

La svolta elettrica è anche l’occasione per ZF per avviare una riconversione degli impianti esistenti e procedere con nuovi investimenti per il potenziamento delle strutture produttive. Gli stabilimenti tedeschi, con oltre 9 mila dipendenti, continueranno la loro progressiva trasformazione verso l’elettrico. Nel frattempo, l’azienda sta realizzando un nuovo impianto in Cina, a Shenyang, da dedicare in esclusiva a tre clienti locali per produrre trasmissioni e motori elettrici. Nuovi impianti per componenti elettronici saranno realizzati in Messico e Serbia. Nel frattempo, ZF sembra essersi messa alle spalle la crisi dei chip che, secondo gli ultimi sviluppi, dovrebbe continuare a condizionare il mercato automotive nel 2023. Sulla questione, ZF ha già stretto una solida partnership con il produttore Wolfspeed che si occuperà delle forniture future di chip. La produzione dei prossimi anni non dovrebbe, quindi, risentire di rallentamenti a causa di carenza di semiconduttori. Per il futuro, evidenzia Schuckmann, ZF non esclude di avviare una produzione interna di chip per rendere ancora più sostenibile l’attività aziendale.

NON SOLO ELETTRICO: FOCUS ANCHE SULLE AUTO CONNESSE PER ZF

L’azienda tedesca non ha intenzione di fermare la sua crescita. La trasformazione dell’attività produttiva seguirà più linee di sviluppo. Oltre ai progetti legati all’elettrificazione, infatti, ZF guarda al futuro e a nuovi settori. In occasione del CES 2023, al via il prossimo 5 gennaio 2023 a Las Vegas, è previsto il debutto di ZF ProConnect, una nuova piattaforma digitale che consentirà ai veicoli del futuro di comunicare tra loro in modo ancora più semplice ed efficace.

ZF prevede di avviare la produzione della nuova piattaforma di connettività per il settore automotive entro il 2025. Al momento, c’è già un importante produttore di veicoli, non ancora ufficializzato, pronto ad integrare la nuova soluzione di ZF nella sua gamma. Questa nuova tecnologia punta anche a supportare lo sviluppo della guida automatizzata e autonoma nel corso del prossimo futuro. In questo modo, ZF rinnova il suo impegno per il futuro dell’automotive. Le tecnologie dell’azienda si estendono in nuovi segmenti, confermando il ruolo leader di ZF per il futuro.

Commenta con la tua opinione

X