Auto Elettriche e Ibride: guasti più diffusi e ricambi più sostituiti

Anche i veicoli elettrici e ibridi si rompono: ecco ricambi sostituiti, interventi più frequenti e quante ore passano in officina più delle ICE

28 maggio 2022 - 12:55

Nell’ambito del report Auto elettriche e connesse: impatto su aftermarket e consumatori, che SicurAUTO.it ha presentato in anteprima ad Autopromotec 2022, grazie al nostro Techical Sponsor Arval, leader nel servizio di noleggio a lungo termine, abbiamo indagato sui guasti più diffusi e ricambi più sostituiti sulle auto elettriche e Ibride. Considerando che Arval gode di un parco elettrificato (auto+LCV elettrici, plug-in e ibridi) piuttosto consistente, si è rivelata fonte preziosa per analizzare dei dati sino adesso non disponibili. Ecco perché la presente analisi permette di fare un focus inedito sulla manutenzione dei veicoli elettrici e ibridi. L’occasione è stata utile anche per capire se i veicoli elettrici e ibridi necessitano di tempi medi di fermo macchina più lunghi o brevi delle “tradizionali” ICE in occasione degli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria.

QUALI SONO I GUASTI PIU’ FREQUENTI SU AUTO ELETTRICHE E IBRIDE?

Come anticipato, la flotta di Arval in Italia è composta dal 14% da veicoli elettrici, plug-in ed ibridi su un totale di 243.347 veicoli (auto + veicoli commerciali) al 31 dicembre 2021. Numeri destinati ad aumentare sempre di più come potrai leggere in questa intervista, in ragione del maggior numero di privati che richiedono il noleggio auto a lungo termine. Tra il 2017 e il 2021, secondo l’Arval Mobility Observatory, sono passati da 25 mila a 80 mila (+220%) e continueranno a crescere le richieste di privati che vogliono passare a un’auto a zero emissioni senza acquistarla. Grazie a questi numeri, Arval ha tracciato in esclusiva per SicurAUTO.it:

– i ricambi straordinari che sono stati necessari sui veicoli elettrici e ibridi della flotta a seguito di un guasto (per le panne registrate dalle auto elettriche, ibride e “tradizionali”, leggi il nostro approfondimento su dati di Europ Assistance);

– il tempo medio di fermo macchina per manutenzione ordinaria e straordinaria per gli stessi veicoli;

I RICAMBI PIU’ SOSTITUITI SULLE AUTO IBRIDE

I ricambi maggiormente sostituiti sulle auto ibride Arval sono:

Batteria di avviamento 12V: 22,4%;

Candelette: 21,6%;

– Ricambi Impianto elettrico: 14,5%;

– Ricambi di carrozzeria: 8,5%;

– Diagnosi auto: 8%;

– Alternatore: 6%;

– Ammortizzatori anteriori e posteriori: 5,3%;

– Supporto: 3,5%;

– Ricambi sospensioni: 3,1%;

– Tubazioni: 2,4%;

– Cuscinetto ruota: 1,9%;

– Motorino avviamento: 1,6%;

– Sensore motore: 1,2%.

I RICAMBI PIU’ SOSTITUITI SULLE AUTO ELETTRICHE

I ricambi maggiormente sostituiti (o interventi effettuati) sulla flotta elettrica di Arval sono:

Batteria di avviamento 12V: 50,2%;

Diagnosi auto: 21,6%;

– Ricambi Impianto elettrico: 8,1%;

– Ammortizzatori anteriori: 5,1%;

– Bracci sospensioni: 4,8%;

– Supporto motore: 3,6%;

– Semiassi: 1,5%;

– Cavi elettrici: 1,2%;

– Cuscinetto ruota: 1,2%;

– Sensore ABS: 1,2%;

– Compressore Climatizzatore: 1,2%;

– Servosterzo: 0,3%;

Riguardo agli interventi sulla batteria ad alto voltaggio, non tracciati dall’indagine, Arval chiarisce: “data l’età media dei veicoli in flotta, in caso di sostituzione delle batterie, l’intervento è rientrato nella garanzia dei costruttori, e quindi a loro carico. Come Arval, abbiamo registrato la necessità di intervenire solo in caso di furto parziale, ma si tratta di pochissime casistiche e quindi non significative”.

TEMPI MEDI DI FERMO MACCHINA TRA ELETTRICHE, IBRIDE E ICE

Grazie ai dati esclusivi che SicurAUTO.it pubblica, è altrettanto interessante scoprire che i giorni effettivi di fermo macchina in officina tra veicoli elettrici, ibridi e di altre alimentazioni sono molto differenti. Arrivano fino a circa 1,5 giorni in più per le elettriche ferme in officina per la manutenzione straordinaria e a un massimo di 1,5 giorni in più per le riparazioni di carrozzeria delle elettriche rispetto alle altre alimentazioni.

TUTTI GLI APPROFONDIMENTI DEL REPORT

Questo è solo uno degli oltre 40 approfondimenti che compongono il report “Auto elettriche e connesse: impatto su aftermarket e consumatori” realizzato da SicurAUTO.it con il supporto dei nostri sponsor LKQ RHIAG, Arval e Repower.

Il report pubblica originali infografiche con le differenze di manutenzione ordinaria tra 25 vetture elettriche, ibride e tradizionali, nonché dati e analisi inediti grazie alla collaborazione di società leader del settore automotive, tra cui: Europ Assistance, Unipol Sai, McKinsey, Deloitte, GiPA, Axa Partners Italia, Generali, Allianz, CARUSO e Cobat.

Lo studio sia arricchisce di interviste esclusive che hanno visto gli esperti di ANFIA, ADIRA, AICA / EGEA, CLEPA, FIGIEFA, FIA, ACEA E AIRC / FEDERCARROZZIERI, rispondere alle nostre domande sui trend e le sfide più significative che l’industria automotive sta già affrontando e si ritroverà a fronteggiare nei prossimi anni con la crescente diffusione delle auto connesse ed elettrificate.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto nuove: il prezzo giusto per gli italiani è sino a 30 mila euro

FIGIEFA: “con le elettriche aumenteranno i ricambi auto codificati”

UNECE: nel 2023 due nuovi regolamenti per la sicurezza dei pedoni