Toyota Verso D-4D Active: prova su strada

Ecco come si è comportata la 7 posti compatta del marchio giapponese che adotta il motore diesel BMW

5 giugno 2014 - 16:00

La Verso è la proposta di Toyota per il segmento delle MPV compatte e vanta, anche se con il vecchio nome di Corolla Verso, un passato con oltre 700 mila vetture vendute. Per rendersi ancora più appetibile sul mercato (siamo ormai al restyling di metà carriera), la Verso si propone con un look più moderno all'anteriore (si ispira all'Auris, qui la nostra prova) e con tre tipi diversi di allestimento: Verso, Active e Style che comprendono tutti climatizzatore, radio cd, MP3 e Aux-in 7 airbag, sistema Easy Flat con 7 posti, comandi audio al volante e fari fendinebbia. Per quanto riguarda i motori, sono disponibili un 1.6 a benzina da 132 CV con cambio manuale a 6 marce, un 1.8 da 147 CV con cambio automatico CVT e un 1,6 diesel da 112 CV, con cambio manuale a 6 marce, di provenienza BMW (la partnership tecnica con i bavaresi permetterà ai tedeschi di usufruire della tecnologia ibrida di Toyota e ai giapponesi di utilizzare anche il diesel 2.0 in modo che entrambi i costruttori possano risparmiare cifre consistenti in ricerca e sviluppo). La vettura in prova, in allestimento Active, era equipaggiata proprio con quest'ultimo motore: ecco come si è comportata.  

IN OFFICINA – La Verso è lunga 4,6 metri e larga 1,79 metri e alta 1, 62 metri. Le sospensioni sono di tipo McPherson all'anteriore e a ponte torcente al posteriore. Il sottoscocca è carenato solo sotto il vano motore; particolare la forma del serbatoio carburante. Per quanto riguarda il motore D-4D con start&stop, questo è il BMW N47 nella variante da 1.6 litri con 112 CV e 270 Nm di coppia disponibili tra 1.750 e 2.250 giri: la casa giapponese, per contenere al massimo il prezzo di listino, ha provveduto solo a sostituire il coperchio fonoassorbente con uno riportante il proprio logo mentre su altri componenti, ad esempio la centralina candelette(vedi fotogallery) o il basamento, è possibile vedere il marchio BMW. Il cambio manuale è un Toyota a 6 marce; il consumo combinato dichiarato è di 4,5 l/100 km, con 119 g/km di CO2. Per quanto riguarda il fai da te, davvero complicato provare a sostituire le lampade anteriori: lo spazio è praticamente inesistente.

INTERNI – La plancia ha un disegno semplice e ben riuscito anche se non simmetrico: il quadro strumenti si trova nella parte centrale leggermente decentrato a sinistra ed orientato verso il guidatore e comprende l'indicatore di cambio marcia, il contagiri, il tachimetro e un display multifunzione dalla grafica discreta e comandabile dal pulsante DISP posto sulla parte destra dello sterzo: rimanendo sui controlli al volante sulla destra si trovano anche i pulsanti per attivare i comandi vocali e, più in basso, su un piccolo satellite solidale allo sterzo, ci sono i comandi per impostare il Cruise control; sulla sinistra invece ci sono i comandi per gestire l'autoradio. Tornando alla plancia, sotto al quadro strumenti, si trova il pulsante dell'hazard affiancato da una bocchetta di areazione (migliorabile la direzionalità del flusso d'aria). Più in basso troviamo il sistema di infotainment e, a seguire, i comandi della climatizzazione (dual-zone), davvero molto chiari e facili da utilizzare. Completano la plancia un doppio cassetto portaoggetti e due bocchette di aerazione sul lato passeggero. Il tunnel centrale ospita due ampi portabicchieri e un bracciolo con un vano portaoggetti di discrete dimensioni; la presa USB si trova sul lato sinistro della consolle centrale ed è accessibile solo al passeggero. Nel cielo della vettura presente, oltre al vano portaocchiali, lo specchio retrovisore convesso per tenere d'occhio i più piccoli. La Verso è omologata per 7 persone ed è dotata di serie del sistema Easy Flat che permette di abbattere la terza fila dei sedili lasciando completamente piatto il bagagliaio; i sedili della seconda fila possono essere ribaltati e spostati longitudinalmente dando luogo, secondo Toyota, a 32 combinazioni possibili. Il tendalino copribagagli ha un suo alloggiamento nella parte posteriore del paraurti di modo tale che, viaggiando in sette, la capacità di carico non venga ulteriormente intaccata. Più che accettabile l'accessibiltà ai sedili della terza fila mentre l'abitabilità è buona anche per le persone alte 1 metro e 85 (l'unico problema di abitabilità più che all'altezza del cielo è dovuto all'altezza dello schienale che risulta un po' piccolo per i più alti).

INFOTAINMENT – Dall'allestimento Active in poi le Toyota Verso sono dotate del sistema Toyota Touch 2 che si basa su nuovo display touch-screen da 6,2 pollici con risoluzione 800×480 e che dispone di un accesso a diverse app online, incluse quelle per i servizi sul traffico. L'auto può anche essere direttamente collegata al proprio account sul sito Toyota per avere informazioni a distanza. Nonostante queste caratteristiche, il navigatore, pur essendo molto semplice da usare, ha mostrato qualche pecca nel calcolo del percorso e nell'evitare i blocchi dovuti al traffico. Per quanto riguarda la connettività Bluetooth, il vivavoce ha una buona qualità. L'impianto audio, dal punto di vista della qualità di ascolto, si è rivelato eccellente con ogni tipo di sorgente; si può muovere qualche critica solo dal punto di vista della pressione sonora non certo elevata.

SU STRADA – La visibilità è buona nel complesso ma il montante anteriore sinistro può creare un angolo morto consistente per i guidatori più alti che, stando fermi al semaforo, rischiano di vedersi coperti i pedoni che vogliono attraversare la strada. Il montante posteriore è abbastanza ampio ma la telecamera posteriore rende agevole anche la retromarcia. Su strada la Verso è una vettura da guidare ad andature tranquille: il rollio è consistente e il beccheggio è davvero molto elevato. La frenata è discreta: la potenza è sufficiente mentre la modulabilità è buona. Discreta la manovrabilità del cambio (gli innesti spesso risultano legnosi) mentre la frizione è davvero molto leggera da azionare. Scarso il feeling dello sterzo mentre il motore èe poco elastico a basso numero di giri mentre diventa aggressivo solo superati i 3000 giri anche perché le marce sono davvero molto lunghe dato che l'obbiettivo principale della Verso è consumare il meno possibile: abbiamo rilevato 4,7 litri/100 km nel misto (5,5 con il climatizzatore acceso), 6,7 litri /100km in autostrada e 7,9 litri/100km in città. Una nota di merito per la silenziosità: davvero ottima.

SICUREZZA – Dal punto di vista della sicurezza attiva sono presenti di serie il dispositivo per il monitoraggio della pressione pneumatici, il controllo elettronico della stabilità (VSC+) e della trazione (TRC). Per quanto riguarda la sicurezza passiva presenti 7 airbag e gli attacchi isofix per i seggiolini. Nei crash test Euro NCAP la verso ha ottenuto le 5 stelle, con un punteggio dell'89% per la sicurezza degli adulti, del 75% per quella dei bambini e del 69% per quella dei pedoni. Ben visibili le segnalazioni delle cinture slacciate.

PREZZI – In promozione, fino al 30 giugno, a partire da 16 mila 900 Euro anziché 21 mila 650 Euro, con il 1.6 a benzina nell'allestimento base. La Verso in prova, 1,6 D-4D in allestimento Active con di serie sistema multimediale Toyota Touch 2, comandi al volante, vetri posteriori oscurati, alzacristalli elettrici anteriori, alzacristalli elettrici posteriori cruise control climatizzatore automatico bi-zona e telecamera posteriore di assistenza al parcheggio parte da 26 mila 500 Euro che con gli optional presenti, cerchi in lega da 17″ con pneumatici 215/55(450 Euro) e vernice metallizzata (550 Euro) diventano 27 mila 500 Euro. Per ulteriori informazioni sui prezzi consultate qui il nostro listino.

SicurAUTO.it ringrazia l'officina Antares di Roma per la gentile collaborazione

Commenta per primo