Porta cellulare per auto: come scegliere i migliori supporti da viaggio

Scegliere il porta cellulare auto migliore: ecco differenze, pro e contro dei vari modelli e i consigli per la scelta del supporto per smartphone più adatto

29 giugno 2020 - 13:28

Il porta cellulare per auto è tra gli accessori auto più utili di cui non si può fare a meno, ma quali sono i supporti migliori per smartphone da viaggio? In questa mini-guida vedremo come scegliere i migliori supporti per usare il cellulare come navigatore in auto. Ecco pro e contro con i consigli sulla scelta del porta cellulare per auto.

COMPRARE UN PORTA CELLULARE AUTO DA VIAGGIO: TIPI E DIFFERENZE

La scelta del porta cellulare per auto spesso è condizionata prevalentemente dal prezzo (da circa 5 euro in su) e da gusti personali non sempre compatibili con le caratteristiche di un buon supporto auto per smartphone. Esistono diversi tipi di supporti per auto che si distinguono generalmente per la posizione più comoda dove tenere il cellulare in auto. Prima di capire come scegliere i migliori supporti, vediamo cosa cambia tra i vari prodotti in commercio.

– I porta cellulare auto con montaggio a ventosa: sono i più versatili poiché si possono adattare meglio alla visuale del guidatore;

– I porta cellulare auto che si montano alle bocchette di ventilazione: sono meno pratici e poco indicati all’uso del cellulare come navigatore senza distrarsi dalla guida. Spesso l’efficacia di un supporto per cellulare sulle bocchette è influenzata dalla plancia stessa: se le bocchette si muovono facilmente, il cellulare penderà in basso;

– I porta cellulare con supporto rigido permettono meno regolazioni ma assorbono meglio le accelerazioni e le vibrazioni;

– I portacellulare da auto con supporto snodabile invece potrebbero trasmettere fastidiose vibrazioni al cellulare, ma offrono più regolazioni e libertà di montaggio;

– I porta cellulare con aggancio magnetico si possono montare sia al parabrezza con ventosa, sia alle bocchette di ventilazione. Sono più comodi per un metti-togli veloce.

DOVE MONTARE IL SUPPORTO PER CELLULARE IN AUTO

Per scegliere il miglior supporto da auto per cellulare bisogna fare due valutazioni generali che vi permetteranno di comprare il supporto più adatto. La prima riguarda la forma della plancia, in base alla quale scegliere tra un supporto auto a ventosa (sul parabrezza o sulla plancia) o da montare sulle bocchette. Montare il porta cellulare da auto su una bocchetta di ventilazione comporta inevitabilmente che il cellulare blocca o devia l’aria che esce quando si accende il clima. Inoltre, il cellulare sul suo supporto non deve impedire l’uso di pulsanti (soprattutto le frecce d’emergenza) e altri pulsanti utili durante la guida. I supporti a ventosa invece sono molto più indicati per un porta cellulare auto che non crea distrazioni: il posto più adatto può essere nei pressi del quadro strumenti o subito sotto il retrovisore centrale.

PORTA CELLULARE AUTO MAGNETICO: COSA BISOGNA SAPERE

Tra i supporti auto da viaggio per smartphone più compatti, quelli magnetici hanno trovato la più ampia approvazione. Si possono trovare in commercio sia con montaggio a ventosa, sia con adesivo da attaccare sul cruscotto o per le bocchette di ventilazione (con gli svantaggi di cui sopra). Scegliere un portacellulare magnetico da auto è più indicato per chi sale e scende continuamente dall’auto. Basta ricordare che ogni cellulare deve avere a sua volta un adesivo magnetico sul retro per potersi agganciare. L’errore più frequente con i supporti magnetici lo fa chi ha un cellulare con la funzione di carica wireless: la presenza del magnete potrebbe inibire la carica; verificate la compatibilità prima dell’acquisto. Se invece l’auto è usata da più persone (in azienda o in famiglia), pensare di attaccare un magnete su tutti i cellulari può essere più impegnativo: un supporto con ventosa e griffe estensibili si adatta meglio a modelli diversi senza condizioni.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Manutenzione auto online: il tagliando Hyundai si prenota sul web

Avaria ABS: perché si accende la spia antibloccaggio dei freni

Test filtro olio motore: come si capisce se è di qualità