Navigatore GPS di serie: quanto costa l’abbonamento dopo la prova gratis

La connettività in auto è una cosa strepitosa, ma spesso si scopre quanto costa l’abbonamento al navigatore GPS di serie solo dopo la prova gratis

3 settembre 2020 - 10:57

Il navigatore GPS di serie è una chicca immancabile sulle auto nuove dotate dei più moderni sistemi infotainment connessi. Tutto però ha un costo, soprattutto di abbonamento o di rinnovo, che non sempre si tiene in considerazione quando si sceglie l’auto connessa da comprare. E se la connettività avanzata è gratis per il primo periodo di utilizzo, (ma intanto ce la godiamo) la sorpresa potrebbe arrivare dopo. Ecco quanto costa l’abbonamento del navigatore ufficiale dopo il periodo di prova gratis.

COSTO ABBONAMENTO GPS IN AUTO: LA SORPRESA CHE NON TI ASPETTI

Ad accendere l’attenzione sul costo del navigatore auto è l’Automobile Club Tedesco in un test comparativo sui sistemi infotainment. La sorpresa, spesso amara per i clienti, è che si ritrovano a pagare un costo fisso annuale per il rinnovo di un servizio che hanno sottoscritto a loro insaputa. Spesso equivale a pagare anche quasi quanto un tagliando di manutenzione auto extra per i servizi di connettività. Sia chiaro, come sottolinea l’ADAC, è tutto legale. Ma la tendenza a portare l’attenzione del cliente sui punti più accattivanti dell’auto e l’entusiasmo del nuovo acquisto dall’altra parte, portano a scoprire quanto costa aggiornare il navigatore dell’auto dopo qualche mese senza il sorriso sulla faccia. Ecco cosa bisogna sapere quando si sceglie un’auto nuova in base al sistema infotainment che include anche servizi di connettività. Di seguito abbiamo diviso in due paragrafi separati i sistemi infotainment più economici da aggiornare da quelli più costosi.

AUTO CONNESSE: L’ABBONAMENTO PARTE DA 29 EURO L’ANNO

Tra i costi per rinnovare l’abbonamento GPS sicuramente la Hyundai Ioniq con il sistema Bluelink è tra le più convenienti: non c’è alcun costo ma anche le funzioni sono più limitate. Subito dopo c’è la Toyota Corolla con MyT Multimedia che ha un costo di abbonamento di 29 euro l’anno, ma il servizio “trova un parcheggio” si paga a parte (5,99 euro). Le BMW M135i e la Mercedes Classe A250e sono tra le più economiche per l’abbonamento ai servizi basilari, ma il costo di rinnovo schizza su tra quelli a scelta. Sulla BMW si paga solo 38 euro l’anno per le stazioni di benzina, farmacie e i servizi di emergenza e si arriva a pagare 272 euro per il pacchetto Connected Package Excellence. Idem per il costo di abbonamento Mercedes, ma con 38 euro l’anno si può “guardare anche a distanza l’auto, monitorare la posizione e alcune funzioni di controllo dell’auto a distanza. Clicca sull’immagine sotto per vederla a tutta larghezza.

QUANTO COSTA RESTARE CONNESSI NELLE AUTO PIU’ CARE

Con un costo di abbonamento annuale del sistema GPS/infotainment da circa 50 euro c’è la Ford Focus con il sistema FordPass Connect. Con poco meno di 48 euro l’anno, il conducente ha una serie di funzioni di connettività e controllo remoto dell’auto (verificare i livelli, blocca/sblocca l’auto e il motore, posizione, ecc). La Renault Captur fa pagare per l’abbonamento al sistema R-Link Evolution circa 60 euro l’anno per i servizi TomTom, le mappe, il meteo e altri servizi Live. La Volkswagen Golf 8 prevede invece un costo di abbonamento annuale da 78 a 145 euro per il sistema We Connect Plus (altrimenti è a scelta su We Connect). Dulcis in fundo, tra le auto con il costo di abbonamento più alto per i servizi di connettività c’è la Peugeot 2008 GT. Il sistema 3D Connected Navigation include la navigazione 3D, info live sul traffico, costi e disponibilità dei parcheggi, controllo vocale e mappa con i prezzi dei distributori di benzina.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Noleggio a lungo termine: quali vantaggi per i privati

Incidenti stradali

Incidenti stradali: nel 2020 sono costati 11,6 miliardi di euro

Come scaricare il Green Pass

Come scaricare il Green Pass Covid