Škoda Sound Analyzer: l’app per la diagnosi che trova i guasti dai rumori

Skoda presenta ufficialmente un’app di diagnosi auto che trova i guasti ascoltando i rumori. Ecco come funziona

9 ottobre 2020 - 9:23

Škoda ha sperimentato in 19 Paesi un’app di diagnosi auto capace di riconoscere i guasti dai rumori dei  veicoli che arrivano in officina. La sperimentazione di Sound Analyzer sfrutta l’intelligenza artificiale per capire quando l’auto sottoposta a verifiche ha componenti usurati che un test strumentale non riuscirebbe a far emergere. Ecco come funziona e come cambierà il modo di trovare i guasti non segnalati da errori o spie sulle auto.

APP PER DIAGNOSI AUTO SONORA

L’app utilizza l’intelligenza artificiale per identificare rapidamente e con una buona precisione la necessità di eventuali riparazioni auto. Il software registra i rumori prodotti dall’auto mentre è in funzione e li confronta con i modelli sonori memorizzati. In caso di discrepanze, l’app utilizza un algoritmo per determinare cosa sono e come possono essere risolti. Secondo Škoda, in questo modo Sound Analyzer aiuta a ridurre il tempo che un’auto passa in officina e a raggiungere livelli ancora più elevati di soddisfazione del cliente.

DAI SUONI AI GUASTI CHE NON HANNO SPIE

“Sound Analyzer è un ottimo esempio delle nuove opportunità che la digitalizzazione di Škoda può creare, anche in termini di post vendita”, ha dichiarato Stanislav Pekař, Head of After Sales di Škoda Auto. I suoni emessi mentre il veicolo è in movimento possono essere registrati tramite uno smartphone. Un algoritmo confronta quindi la registrazione con i modelli sonori memorizzati e, sulla base di ciò, fornisce una descrizione concreta del risultato. Il software è già in grado di riconoscere dieci schemi, con una precisione di oltre il 90%, inclusi componenti come il sistema di sterzo, il compressore del climatizzatore e le frizioni nel cambio a innesto diretto (DSG). Ma è configurata anche per riconoscere ulteriori schemi sonori.

I RUMORI NELLE AUTO CHE SEGNALANO UN GUASTO

L’app converte prima il file audio in uno spettrogramma che rappresenta visivamente i segnali acustici. Utilizzando l’intelligenza artificiale, questa rappresentazione viene poi confrontata con le registrazioni archiviate per identificare le deviazioni. L’app per smartphone è stata testata in 14 paesi – tra cui Germania, Russia, Austria e Francia – da giugno 2019. Un totale di 245 concessionari Škoda hanno preso parte al progetto pilota. Sono fondamentali per fornire le registrazioni audio per il processo di apprendimento del software e contribuiscono quindi direttamente allo sviluppo del programma. Sulla base di quanto afferma Škoda è facile immaginare che questa funzionalità sarà parte integrante del sistema di diagnosi di bordo delle prossime auto connesse.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Frizione che slitta dopo cambio olio: cause e soluzione

Valvola termostatica auto: come funziona

garanzia meccanico

Manutenzione auto: dopo l’estate frena l’attività delle officine