riparazione-e-manutenzione-dei veicoli

Revisioni auto: quanto ci guadagna davvero un’officina?

Le revisioni auto in officina a prezzi scontati sono sempre più diffuse: un’indagine rivela quanto contano e quanto ci guadagna davvero un’officina

20 dicembre 2019 - 10:36

La revisione auto in officina è ormai un servizio che corre parallelo all’attività di autoriparazione. Un dualismo che da tempo ha acceso i dubbi sull’ipotesi di conflitto tra il meccanico autoriparatore e l’Ispettore tecnico che effettua la revisione. Un sondaggio realizzato dall’Osservatorio Autopromotec rivela quanto contano davvero per le casse aziendali e quanto ci guadagna davvero un’officina dalle revisioni auto.

REVISIONE AUTO, PERCHE’ LA FANNO ANCHE LE OFFICINE

Per molti aspetti legati anche all’aggiornamento delle tariffe congelato da anni, tolti i costi fissi dal costo della revisione autoveicoli, alle officine resta un guadagno praticamente marginale. E grazie al sondaggio condotto dall’Osservatorio Autopromotec si può quantificare anche quanto conta per le officine fare revisioni. Alle officine interpellate è stato chiesto di dare un voto da 1 a 10 ai principali aspetti dell’attività di revisione e la remuneratività è ultima tra i fattori chiave. Le officine infatti non si dicono particolarmente soddisfatte di quanto guadagnano dalle revisioni, e questo è un problema noto da tempo. Quello invece che emerge è perché le officine continuano a svolgere attività di revisione, nonostante queste condizioni.

REVISIONE AUTO, QUANTO GUADAGNA UN’OFFICINA

Intanto bisogna dire che la capillarità delle officine autorizzate da Ministero a svolgere attività di revisione ha portato grossi vantaggi per gli automobilisti che non sono costretti a spostarsi alla ricerca di un centro prove autorizzato. Secondo l’Osservatorio Autopromotec, la valutazione media degli autoriparatori sui vantaggi di svolgere le attività di revisione super appena la sufficienza. La remuneratività vale anche meno (voto 5) ed è superata di gran lunga dalla fidelizzazione del cliente e la completezza dei servizi, come mostra la tabella qui sotto. Sul costo della revisione di 67,88 euro infatti, un centro di revisione paga 22,88 euro di imposte e gli resterebbero 45 euro, tariffa stabilita nel 2008 dal Ministero e non aggiornata. Questo spiega perché molti associano al costo della revisione altri servizi (lavaggio, sanificazione, ecc), autoriducendosi i margini di profitto sulla tariffa.

REVISIONE AUTO, PIU’ INVESTIMENTI E RESPONSABILITÀ’

“Si tratta di un compenso che era già insufficiente in origine e che ancor più lo è oggi, soprattutto se si considera che le auto di nuova generazione sono sempre più sofisticate” riporta una nota relativa al report. A fronte di questa sofisticazione tecnologica, ai centri di revisione sono stati chiesti nuovi investimenti (vedi MCTC Net2) ma i controlli da fare durante la revisione sono rimasti praticamente gli stessi (vedi la prova dei gas di scarico che non tiene conto per nulla degli NOx). Inoltre, in molti casi, gli stessi ispettori tecnici lamentano carenti condizioni di sicurezza se devono gestire automobilisti poco consapevoli del significato di quei controlli. Pagare per dei controlli obbligatori non comporta il superamento scontato della revisione, ecco perché consigliamo sempre i controlli da fare prima di una revisione auto.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Lampade Xenon aftermarket: Osram presenta le Xenarc D5S

Ereditare un'auto

Ereditare un’auto: costi, pratiche e rinuncia

Auto diesel Euro 6: inquinano fino a 1000 volte di più