Problema lamelle collettore aspirazione attivo: avarie e soluzioni

Riparare le lamelle collettore aspirazione attivo: avarie e soluzioni più frequenti alle saracinesche temute dagli automobilisti

29 maggio 2020 - 15:00

Il problema alle lamelle del collettore di aspirazione attivo è piuttosto frequente e molti lo scoprono quando il danno è già fatto. Vediamo perché molti automobilisti cercano una soluzione al problema delle lamelle collettore attivo. Oggi parliamo delle avarie, cause e soluzioni alle lamelle del collettore.

LAMELLE COLLETTORE ASPIRAZIONE: A COSA SERVONO

Cercare una soluzione al problema delle lamelle collettore bloccate spesso finisce in una spesa esorbitante o nell’eliminazione delle saracinesche di aspirazione. E’ infatti questa la soluzione in genere più diffusa per non vedere più accesa la spia di avaria motore o peggio rischiare danni ben più seri. Prima di vedere nel dettaglio i problemi più frequenti alle lamelle del collettore di aspirazione attivo (e perché molti preferiscono disattivarlo) vediamo qual è la sua funzione. In base al tipo di motore il funzionamento può essere variabile, di conseguenza anche i problemi che ne scaturiscono. In linea di massima però il collettore di aspirazione “attivo” permette di ottimizzare la combustione nel cilindro creando delle turbolenze controllate in base alla posizione dell’acceleratore. L’aspirazione variabile viene controllata su molti motori tramite l’apertura di condotti ausiliari nel collettore con delle lamelle a farfalla.

PROBLEMA LAMELLE COLLETTORE ASPIRAZIONE: LE AVARIE PIÙ FREQUENTI

I problemi alle lamelle del collettore aspirazione attivo spesso si verificano alla scadenza della garanzia e si manifestano con avarie diverse accompagnate dall’accensione spia motore. I problemi più frequenti riguardano:

motorino collettore attivo rotto: si perde totalmente l’efficacia della “doppia” aspirazione;

comando lamelle collettore sfasato, bloccato o rotto;

– possibile distacco della valvola a farfalla, con potenziale rischio aspirazione di detriti e danneggiamento valvole di aspirazione o cilindro.

PROBLEMA LAMELLE COLLETTORE ASPIRAZIONE: LE SOLUZIONI

Come detto, la soluzione più semplice al problema delle lamelle collettore aspirazione attivo è quasi sempre eliminare il problema. Eliminare le lamelle del collettore aspirazione però comporterà inevitabilmente la perdita delle turbolenze a bassi giri. In genere vengono disabilitate lasciandole aperte, montando dei kit di modifica non ufficiali o smontandole del tutto. Tra tutte le soluzioni è sempre consigliabile il ripristino piuttosto che l’elaborazione. Se il preventivo di sostituzione dell’officina ufficiale vi sembra eccessivo, valutate con il vostro meccanico di fiducia un compromesso migliore. Di norma l’impossibilità di individuare esattamente il problema porta alla sostituzione dell’intero collettore presso la rete ufficiale. E se il motore è a due bancate, i costi per la riparazione lievitano in modo esorbitante. Piuttosto, vi consigliamo di rivolgervi al vostro autoriparatore e ripristinare con un kit di revisione delle lamelle l’originario funzionamento del collettore di aspirazione “attivo”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Additivo olio cambio MTF e ATF: caratteristiche e differenze

Test olio motore sintetico: 5 marche a confronto

Consiglio acquisto SUV: budget fino a 29.000 euro