Perdita Climatizzatore auto: ricerca e cause del guasto

Cosa fare se si sospetta una perdita al climatizzatore auto: ecco i consigli per la ricerca e le cause più frequenti di un climatizzatore che perde

21 maggio 2020 - 15:02

Quando il climatizzatore non fa abbastanza fresco in auto, è ipotizzabile una perdita o mancanza di gas nel circuito. Cercare una perdita nel climatizzatore auto in fai da te è molto difficile, ma vi aiutiamo a capire quando un climatizzatore non funziona correttamente. Il resto lo farà un’officina specializzata con le giuste attrezzature. Oggi parliamo perdita al climatizzatore auto e le indicazioni per la ricerca del guasto.

IL CLIMATIZZATORE NON FA ARIA FREDDA: PERDITA O RICARICA?

Il climatizzatore auto funziona grazie alle proprietà chimico-fisiche di un gas in pressione nel circuito. Dopo alcuni anni è normale mettere in conto che una parte del gas fuoriesca dall’impianto, in assenza di altre cause di una perdita al climatizzatore. Le prove che si possono fare anche in fai da te per capire se il climatizzatore funziona correttamente sono semplici. Serve solo un termometro come mostra il video qui sotto. Quando l’aria dalle bocchette non è sufficientemente fresca (temperatura oltre 10°C con auto all’ombra e impostazione su “freddo”), è consigliabile una ricarica al climatizzatore. Durante la ricarica le attrezzature moderne sono anche in grado di verificare la tenuta del climatizzatore. Vediamo invece quali possono essere le cause di un climatizzatore che perde e come cercare la perdita al climatizzatore.

LE CAUSE PIU’ DIFFUSE DI UNA PERDITA AL CLIMATIZZATORE AUTO

Le cause più probabili di un climatizzatore auto che perde possono essere dovute a:

– lievi incidenti che hanno provocato piccole fessurazioni;
– lavaggio ad alta pressione del motore;
– tubazioni di gomma e alluminio colpite da detriti o oggetti (anche inavvertitamente durante la manutenzione ordinaria dell’auto).

Quando si constata che il compressore del climatizzatore non funziona correttamente e una prova di tenuta conferma l’esistenza della perdita, bisogna capire solo dov’è il problema.

PERDITA AL CLIMATIZZATORE AUTO: I PUNTI INCRIMINATI

Una delle maggiori aziende di apparecchiature per officina ci aiuta a fare chiarezza sui passaggi, già noti a un autoriparatore esperto, per la ricerca di una perdita al climatizzatore. I maggiori indiziati da controllare sono:

– collegamenti e le tubazioni
– compressore
– condensatore ed evaporatore
– filtro essiccatore
– pressostato
– raccordi di servizio
– valvola di espansione.

COME CERCARE UNA PERDITA AL CLIMATIZZATORE AUTO

Le tecniche per la ricerca di una perdita dal climatizzatore auto sono molto diverse in funzione della tipologia di attrezzatura, di auto ma soprattutto dell’entità del problema. I tester per la ricerca delle perdite possono essere:

soluzione di contrasto e lampada UV. Il mezzo di contrasto viene aggiunto al refrigerante con procedure varie, a impianto vuoto o pieno (con apposite pistole). La soluzione di contrasto fuoriuscita dal punto di rottura (foto sopra) evidenzia tramite la lampada UV il punto in cui c’è la perdita;

rilevatore elettronico di gas. Riconosce la presenza di gas alogeni e permette di individuare anche le perdite più piccole e nascoste che non sarebbero visibili con la soluzione di contrasto;

rilevatore di gas a schiuma. E’ il metodo più semplice ma mostra i suoi limiti come la lampada UV. Se l’impianto è vuoto, si mette in pressione, maggiore di quella di esercizio in genere, con azoto. In base alla grandezza della falla, la perdita può essere avvertita cercando il sibilo di gas che fuoriesce, oppure spruzzando la schiuma per ricerca perdite sulle parti da osservare.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Cambiare il filtro olio: 10 errori da evitare

Finestrini aperti e clima spento: si respira l’80% in più d’inquinamento

La sonda lambda: caratteristiche e funzionamento