Guida autonoma: ZF porta in Cina lo sterzo by wire

Con la tecnologia steer by wire ZF Group apre in Cina nuovi orizzonti sulla guida autonoma

21 maggio 2019 - 9:23

ZF, multinazionale tedesca specializzata nella produzione di componenti per l’industria automotive, ha introdotto sul mercato cinese la tecnologia steer-by-wire. Grazie a questa soluzione, ZF potrà esplorare nuove soluzioni inerenti la guida autonoma, accelerando anche la diffusione di sistemi di sicurezza attiva.

LO STERZO A COMANDO ELETTRONICO

La tecnologia steer-by-wire non è una novità assoluta. Lexus, ad esempio, la propone con il nome di Drive by Wire su modelli di serie già da qualche anno. Anche Nissan, come altre Case, sta mettendo a punto questo tipo di tecnologia. In sintesi si tratta di una tecnologia che permette di comandare le ruote dal volante senza che questi due siano fisicamente collegati da organi meccanici. Tutti gli impulsi provenienti dalla rotazione dello sterzo giungono alle ruote tramite fili elettrici. Per quanto un po’ troppo filtrato, il sistema si è mostrato preciso ed efficace.

I VANTAGGI DELLO STEER-BY-WIRE

Questo sistema è dotato di due attuatori, uno all’altezza del volante e uno collegato ai braccetti dello sterzo vicino alle ruote, permette di gestire lo sterzo elettronicamente. Proprio l’assenza di organi meccanici di collegamento tra volante e ruote facilita inoltre l’introduzione di un rapporto variabile di sterzo. Permette di essere più precisi su rotazioni di pochi gradi e di velocizzare la sterzata durante le manovre.

L’ELETTRONICA A SERVIZIO DELLA GUIDA AUTONOMA

La scelta di ZF di introdurre la tecnologia steer-by-wire in Cina ha un obiettivo preciso. ZF è presente in Cina da molti anni e ha lavorato a stretto contatto con i grandi attori dell’industria automobilistica locale. Tanto che ad oggi è uno dei tre principali fornitori stranieri su quello che è considerato da molti il più importante mercato al mondo. Con questa soluzione tecnologica dello steer-by-wire, ZF si dice sicura di rafforzare il proprio ruolo all’ombra della Grande Muraglia. Soprattutto perché questa tecnologia semplifica il dialogo e l’interazione tra lo sterzo e i dispositivi di ausilio alla guida come telecamere e sensori. E questo permetterà a ZF di dare un contributo importante nel processo di diffusione di sistemi di guida autonoma e di sicurezza attiva.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Deposito auto in officina

Riparazioni auto in officina: settembre in calo per i meccatronici

Liquido radiatore auto: quando rabboccare o sostituire

Diagnosi auto elettriche

La diagnosi delle auto elettriche: come funziona e cosa cambia?