Acquisto auto usata emissioni inquinanti

Fumo dalla marmitta auto: come capire il problema dal colore

Il fumo dalla marmitta è una cartina al tornasole di possibili guasti più o meno gravi in base al colore e all’intensità: ecco come distinguere il problema in base ai colori

6 agosto 2020 - 15:22

Il fumo dalla marmitta dell’auto ha un significato ben preciso che può cambiare in funzione del colore (e dell’odore) dei gas di scarico. Non sempre il colore del fumo è un campanello d’allarme di un guasto imminente, ma il più delle volte è indice di un problema che va analizzato e risolto. Ecco come capire i problemi più frequenti dal colore del fumo che esce dalla marmitta.

FUMO BIANCO DALLA MARMITTA: CAUSE E DIAGNOSI DEL PROBLEMA

Partiamo dal problema più subdolo: il fumo bianco che esce dalla marmitta può essere normale o la scoperta più costosa da riparare. Il bianco è in genere vapore d’acqua esce dallo scarico con una densità e un colore tanto più carico quanto più è grave il problema.

Quando il motore è freddo, non bisogna allarmarsi subito per il fumo bianco dalla marmitta poiché, la condensa (tra i residui della combustione) non riesce a evaporare rapidamente dallo scarico freddo. Lo farà dopo alcuni minuti, appena la marmitta avrà raggiunto la temperatura di esercizio diradandosi a pochi centimetri dall’uscita. Anche se non è una situazione di allarme, il vapore acqueo dalla marmitta può creare problemi di corrosione se l’auto viene guidata poco, fino a perforare il terminale.

– Quando invece il vapore bianco che esce dalla marmitta è più denso, consistente e non si dirada, lo scarico somiglia più a una vaporiera. In questo caso è evidente che non si tratta di semplice condensa, ma è l’acqua contenuta nel liquido refrigerante che finisce in camera di combustione o nello scarico per la guarnizione della testata bruciata o un problema di tenuta della testata. Controllare il livello e rabboccare il refrigerante è indispensabile per raggiungere l’officina senza troppi danni.

FUMO AZZURRO DALLO SCARICO

Il fumo azzurro o grigio chiaro e dall’odore acre dalla marmitta è il problema più serio che possa manifestarsi su un motore a combustione, poiché denota un problema al circuito di lubrificazione. I casi possono essere vari, pertanto è consigliabile approfondire la diagnosi in officina e tenere a bada il livello dell’olio motore:

– l’olio finisce in camera di combustione per trafilamenti dovuti all’usura di guide valvole, segmenti pistoni, o altri componenti di un motore molto sfruttato;

– l’olio trafila dalle guarnizioni della turbina e finisce nella linea di scarico.

FUMO NERO DALLA MARMITTA: COSA SIGNIFICA

Quando esce fumo nero dalla marmitta, quasi sicuramente l’auto avrà difficoltà a superare la prova di emissioni alla revisione auto periodica. In questo caso in base all’usura del motore e al problema, il fumo nero dallo scarico può verificarsi per:

incompleta combustione della miscela (candele o candelette usurate);

carburante in eccesso, per possibile rimappatura della centralina motore;

– iniettori usurati da revisionare o sostituire;

– problema di aspirazione aria motore che rende la combustione più grassa.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Pedali auto: quando e come cambiarli

Rigenerazione filtro antiparticolato: quante volte si fa?

La dilatazione termica, la lubrificazione e i segmenti in un motore