Filtro aria sportivo: pro e contro del montaggio sull’auto

Montare un filtro aria sportivo non sempre produce i benefici sperati: ecco pro e contro del filtro aria sportivo a pannello e a cono

16 febbraio 2021 - 17:00

Il filtro aria sportivo è da sempre il jolly che molti automobilisti sperano di tirare fuori dalla manica per ottenere più brio dal motore. Ma quali sono i reali vantaggi del filtro aria sportivo? Poiché è uno degli argomenti che hanno suscitato maggiore curiosità sul forum di SicurAUTO.it, abbiamo deciso di parlarne in modo più ampio in questo approfondimento. Ecco i pro e i contro del filtro aria sportivo su un’auto tradizionale.

MONTARE UN FILTRO ARIA SPORTIVO: COSA CAMBIA?

Innanzitutto bisogna ricordare che qualsiasi modifica fatta senza le necessarie conoscenze tecniche che apporta cambiamenti al funzionamento del motore (al di là dell’aspetto legale, che non va ugualmente sottovalutato) rischia di influenzarne l’affidabilità a lungo termine. Ma per capire se il gioco vale davvero la candela, rispondiamo alle domande che molti automobilisti si fanno: “cosa cambia con il filtro aria sportivo?”, ma anche “quali sono i vantaggi del filtro aria sportivo?”. Intanto non si può certamente pensare di trasformare le prestazioni di un’auto solo facendo respirare più aria al motore. Perché in effetti un filtro aria sportivo è esattamente questo che fa e a ricordarlo è il commento di Zambor: “In genere viene montato associato ad altri interventi: mappatura centralina, scarico sportivo, catalizzatore metallico ecc”. Poi a seconda dei tipi di filtro aria sportivo, cambiano anche i pro e i contro associati.

PRO E CONTRO DEL FILTRO ARIA SPORTIVO

Parlando dei vantaggi del filtro aria sportivoFedelella, storico collaboratore di SicurAUTO.it riporta la sua esperienza su motore 1.2 aspirato. Vantaggi filtro aria sportivo: “Ho notato un leggero calo di consumi su tratto quotidiano di tangenziale, non lo cambi più (ma va lavato secondo le indicazioni), piacevole il rumore in accelerazione”. Svantaggi filtro aria sportivo: “Non è molto salutare per il motore poiché la massa aria non è filtrata al meglio, il debimetro (se presente) potrebbe sporcarsi maggiormente, il rumore può dar fastidio e la risposta a bassi regimi non cambia”.

MONTARE UN FILTRO ARIA SPORTIVO A CONO: QUALI SVANTAGGI

Ma perché con un filtro aria sportivo ci sarebbero più vantaggi che vantaggi? La risposta ha molteplici spiegazioni e non cambia se si utilizza un filtro aria sportivo a pannello o a cono. Anzi, in questo caso lo svantaggio rischia di essere controproducente se non ben ponderato, poiché comporta l’eliminazione della scatola airbox (nella foto, tra batteria e motore). Anche se dall’aspetto poco performante, in realtà l’airbox svolge diverse funzioni utili a ridurre i consumi e ottimizzare le performance del motore di un’auto normale. Tra i maggiori svantaggi di un filtro aria sportivo:

– Se il filtro aria sportivo è sporco e ostruito, nella fase di aspirazione il motore fa più fatica a riempire i cilindri e ha degli scompensi che alterano il rendimento;

– L’eliminazione dell’airbox per montare il filtro aria sportivo a cono peggiora l’apporto di ossigeno al motore. Il volume di aria proviene direttamente dal vano motore, tradizionalmente molto caldo (effetto opposto all’intercooler);

– Eliminando l’airbox, viene meno la funzione stabilizzante della scatola filtro di plastica, che permette di far “decantare” le particelle e crea una riserva di aria pulita pronta a essere risucchiata dal motore.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Cambiare i tergicristalli: 5 errori da non fare

Tagliando auto: cosa comprende e quanto costa

Tesla: auto fuori garanzia, 8 mila dollari per il motore bruciato