Cambio olio motore dopo 60 mila km: disastro annunciato [VIDEO] Ecco cosa succede quando si rimanda il cambio olio motore per 60 mila km o più: il video con l’auto in officina per una spia avaria motore accesa

Cambio olio motore dopo 60 mila km: disastro annunciato [VIDEO]

Ecco cosa succede quando si rimanda il cambio olio motore per 60 mila km o più: il video con l’auto in officina per una spia avaria motore accesa

2 Gennaio 2023 - 12:01

Non c’è mai una spiegazione ragionevole quando si rimanda il cambio dell’olio motore per cosi tanti chilometri. In genere si pensa che sia una costante delle auto a noleggio o aziendali, sfruttate fino all’osso nei primi anni di vita per poi essere rivendute a grandi società di reselling, capitalizzandone il valore residuo. In realtà succede molto più spesso di quanto si creda anche sulle auto ad uso privato e di tanto in tanto qualche meccanico sconcertato della scena raccapricciante che si ritrova davanti raccoglie le prove e posta il video online per ricordare alle persone di fare una corretta manutenzione auto. Il video qui sotto è esattamente uno di questi casi e adesso vi raccontiamo i contorni della vicenda.

CAMBIO OLIO DOPO 60 MILA KM: ECCO COSA PUO’ SUCCEDERE

La triste storia di una Seat Leon 1.8 TSI viene a galla quando il proprietario si rivolge a un’officina in Slovacchia a causa della spia di avaria motore accesa, come riporta Carscoops. Prima ancora di arrivare al problema che aveva provocato la spia motore accesa, il meccanico si accorge di problemi ben più costosi. Dall’ultimo cambio olio la Seat Leon ha percorso circa 60 mila km, oltre il triplo della scadenza prevista dal piano di manutenzione programmata. Così il meccanico decide di riprendere tutto e postare il video il video sul canale TikTok.

CAMBIO OLIO MOTORE: QUANDO SI ACCENDE LA SPIA E’ TROPPO TARDI

Come si vede nel video, l’olio motore ha ormai perso completamente la sua originaria viscosità.  E’ diventato una massa melmosa, simile al grasso lubrificante per giunti omocinetici. Anche il colore non è affatto tipico di un lubrificante per motori benzina, tipicamente ambrato che tende al bruno con l’usura. Ma nero, come i lubrificanti dei motori diesel, che tendono invece a raccogliere particelle di fuliggine e a scurirsi fin da subito dopo il cambio olio. Il cambio olio rimandato è il principale motivo del malfunzionamento al variatore di fase albero a camme. Il problema è solo la punta dell’iceberg, se si pensa al sofisticato ruolo di raffreddamento e lubrificazione degli oli motore nei motori più prestazionali dotati di turbocompressore. Il video non parla dei costi di riparazione, ed è molto probabile che la scelta più sensata sia stata la sostituzione del motore con uno di rotazione.

CAMBIO OLIO MOTORE: RESETTARE LA SPIA SENZA FARLO E’ INUTILE E PERICOLOSO

L’occasione è utile per ricordare che l’accensione della spia del service serve proprio ad evitare di dimenticare il cambio olio alle scadenze previste. Rimandare il tagliando è infatti una delle principali cause che porterà a un’usura anticipata del motore, oltre che a un consumo anomalo dell’olio motore e necessità di rabbocco, come spieghiamo in questa guida dettagliata.

Commenta con la tua opinione

X