Copertura 4-5G FCA in Europa

5G e copertura europea in arrivo sulle auto FCA grazie alla SIM universale

La connettività serve all’E-Call e a altre cose e FCA fa accordi per le SIM su tutte le auto. Wi-Fi, aggiornamenti e servizi anche in 5G in tutta Europa

12 settembre 2019 - 10:10

La connettività è ormai irrinunciabile, anche perché serve all’eCall che dimezzerà i tempi di soccorso salvando molte vite. Occorre una connessione affidabile che copra i Paesi europei e quindi FCA ha siglato pochi giorni fa un accordo con lo specialista francese Transatel. La connettività “universale”, estesa ai 28 paesi della UE + EFTA, è il complemento ideale della versione numero 4 dell’apprezzata piattaforma multimediale uConnect di FCA. Ma a cosa servirà la connettività con copertura europea sulle auto FCA? Accedere al Web ha tantissimi usi, a partire proprio dall’eCall. La chiamata d’emergenza ha bisogno di una SIM perché il sistema deve telefonare ma occorre anche la connettività perché devono essere inviati dei dati. L’efficacia dell’eCall è data dall’essere automatica e quindi la telefonata “parte” anche qualora i passeggeri fossero impossibilitati a chiamare.

COPERTURA EUROPEA, ANCHE IN 5G

Il sistema provvede anche ad inviare un set di dati quali la posizione, l’orario del sinistro, l’identificativo del veicolo e altro ancora. È quindi necessario che l’automobile abbia traffico dati e questo in tutta Europa. Un semplice abbonamento non basta e qui subentra l’esperienza di Transatel, un aggregatore di servizi di connettività mobile (MVNO, Mobile Virtual Network Operator). L’architettura e la piattaforma di gestione scelte da FCA forniranno connettività 4G nei 28 paesi UE + EFTA (Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera). Questa soluzione adotterà la connettività 5G non appena la tecnologia sarà disponibile sul mercato automotive. Una rete cellulare a banda extralarga servirà infatti ai servizi on demand per le auto connesse FCA, che coinvolgeranno Google e Harman. Ma come sono le SIM che FCA monterà su tutte le sue auto?

LA SIM UNIVERSALE DELLE AUTO FCA

La copertura europea implica accordi con diversi operatori di rete e Transatel ha accordi con centinaia di operatori di tutti i continenti. Ci si può chiedere: com’è fatta la SIM universale che verrà installata su ogni automobile FCA? Con tutta probabilità non è una card simile a quella dei nostri smartphone ma è una eSIM, un componente miniaturizzato saldato (embedded) in un circuito. Le eSIM non sono legate ad un operatore ma vengono abilitate e questo consente di usare la stessa card in molti Paesi con diversi gestori. In pratica la eSIM contiene i profili degli operatori: essi consentono l’accesso alle rispettive reti e possono essere aggiunti e aggiornati via software.

WI-FI TUTTOFARE

Ma la copertura europea della SIM universale serve anche a navigare in Internet? L’accesso al Web è obbligatorio perché l’eCall lo richiede ma l’eSim che equipaggerà le auto FCA darà connettività anche ai passeggeri. Jacques Bonifay, CEO di Transatel, ha dichiarato: “siamo entusiasti che FCA abbia scelto Transatel per collegare i suoi veicoli e per introdurre Ubigi Wi-Fi a bordo“. Infatti il Wi-Fi via rete cellulare di Transatel si chiama Ubigi ed è già adottata da Jaguar Land Rover. L’eSIM che FCA installerà sulle sue auto offrirà servizi di controllo remoto dell’auto, aggiornamenti Over-The-Air, applicazioni di infotainment, il Wi-Fi a bordo e l’importantissima eCall. Notiamo che l’associazione dei costruttori e operatori di telefonia GSMA ha rilasciato, nello scorso marzo, la Version 4 delle specifiche eSIM. Questa release è compatibile anche con l’Automatic Emergency Call ed è quindi dedicata agli impieghi come quelli previsti dalle eSIM che FCA monterà sulle sue automobili.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Guida di notte: il 72% degli italiani vede poco con i fari accesi d’inverno

Prezzi in officina alti per il 6% degli autoriparatori a novembre 2019

Riscaldare il motore a freddo: perché è inutile e anche dannoso