Volvo XC40: tripudio di tecnologia e sicurezza sul baby SUV

Volvo ha definito l'inedita XC40 come una delle automobili meglio equipaggiate del mercato, di livello è la dotazione di sicurezza prevista per il SUV

4 settembre 2017 - 9:00

L'ingresso di Volvo nel segmento dei Mid-SUV è stato annunciato alcuni mesi addietro, la Casa svedese infatti ha da tempo diffuso alcuni teaser dell'inedita compatta a ruote alte. Realizzata in collaborazione con la cinese Geely, la Volvo XC40 si rivela essere un concentrato di tecnologia con particolare riguardo alle dotazioni relative alla sicurezza. Grazie alle informazioni diramate nei giorni scorsi dallo stesso costruttore possiamo tracciare un profilo particolarmente accurato riguardo l'essenza della nuova vettura; per contrastare lo strapotere dei brand tedeschi Volvo ha deciso di equipaggiare il proprio Baby SUV con il meglio della propria tecnologia, attingendo dalle dotazioni delle apprezzate XC60 e XC90.

SFIDA IMPORTANTE PER L'INEDITO SUV COMPATTO La Volvo XC40 è il primo modello che proietterà il brand svedese in uno dei segmenti più vivaci, remunerativi e competitivi del mercato attuale. I vertici del marchio sono ben consapevoli che non sarà una passeggiata; la nicchia di mercato è infatti teatro di una battaglia, ovviamente commerciale, che vede come protagoniste le best seller della triade tedesca e uno stuolo di rampanti e valide proposte asiatiche. Per spuntarla in uno scenario così competitivo, Volvo ha deciso di offrire un prodotto di alto livello, proponendo, oltre a design e allestimenti premium, nuovi standard di sicurezza per il segmento in questione (Sapevi che Volvo dal 2019 avrà soltanto una gamma ecologica? Leggi qui).

RIDEFINIRE GLI STANDARD DI SICUREZZA PER IL SEGMENTO La XC40 è la prima vettura a marchio Volvo ad essere stata sviluppata sulla piattaforma modulare CMA, quest'ultima servirà inoltre a realizzare i modelli che rinnoveranno radicalmente la gamma S40 (Qui trovi le prime info e i teaser della Volvo XC40). Come abbiamo detto in apertura la Casa svedese intende fissare nuovi standard di sicurezza per la categoria e i progettisti hanno attinto a piene mani dalle tecnologie sviluppate per le sorelle maggiori della serie XC. Come definisce lo stesso costruttore, l'approccio di Volvo riguardo la sicurezza e l'esperienza dell'utente si fonda sulla filosofia chiamata Il Cerchio della Vita, questa prevede un costante miglioramento di standard e tecnologie basato sugli input dei consumatori e sui dati reali.

ANCHE LA GUIDA SEMI AUTONOMA SUL BABY SUV Il Baby SUV Volvo sarà equipaggiato con il sistema di guida semi-autonoma Pilot Assit, con il sistema di frenata automatica d'emergenza City Safety, con il dispositivo Run-Off Road, grazie al quale aumentare la protezione e ridurre le conseguenze di un'uscita di strada, e infine con il dispositivo Cross Traffic Alert con il quale supportare il guidatore nelle manovre di parcheggio in spazi ridotti. Il comparto infotainment è affidato al collaudato sistema Volvo Sensus il quale potrà essere gestito tramite il grande display verticale a centro plancia e con comandi a sfioramento (Per le auto connesse Volvo si è alleata con Google, leggi qui tutti i dettagli). La lista degli equipaggiamenti tecnologici è ulteriormente ricca e lunga, la Casa non esita a definire la Volvo XC40 come uno dei SUV compatti di lusso meglio equipaggiati tra quelli oggi disponibili sul mercato.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto nuove, prezzi sino a +24% rispetto al listino negli USA

Trasporto auto elettriche: servono navi speciali “antincendio”

Auto nuove: i sistemi di sicurezza fondamentali per Global NCAP