[VIDEO] La frenata automatica salverà anche i pedoni che si investono da soli?

In Cina è molto diffusa l'abitudine di lanciarsi sulle auto ma gli automobilisti incolpevoli sanno già come difendersi dai pedoni impazziti

6 novembre 2015 - 10:02

Partiamo dal presupposto che la disperazione porta l'uomo a compiere gesti inconcepibili; il problema è quando questi gesti diventano comuni e frequenti, per i quali a rimetterci non è solo chi li compie, ma anche chi assiste da “vittima” a tali follie. Nel video che vi proponiamo accade proprio questo, dove i protagonisti sono pedoni “impazziti” e guidatori “impauriti” da queste azioni “kamikaze”. Non ci sono molte parole per commentare ciò che state per vedere.

IL VIDEO – Potremmo commentare ogni scena racchiusa nel video che qui sotto vi proponiamo, in realtà non faremo nulla di tutto ciò, ci limitiamo a commentarne una per tutte. Ovvero, per spiegarci meglio, commentandone una, capirete le altre, perché ogni “scena” racchiude sempre lo stesso gesto folle, lo stesso volere e la stessa messa in scena. Location è la Cina, nel dettaglio la strada; protagonisti, sempre, un pedone e un automobilista. Ciò che vedrete sono vere e proprie azioni “kamikaze” di persone che, correndo, si gettano contro le automobili che arrivano, investendole totalmente; un pedone che prende a testate il vetro di un'automobile dopo aver finto di essere stato investito e un altro che, con l'automobile ferma, si sdraia sul cofano motore. Ecco una sequenza pazzesca di gesti folli, guardate il video, poi vi spiegheremo cosa spinge questi pedoni a gesti così “disperati”.

LA TUTELA DELLA DISPERAZIONE – La Cina è una terra così fortemente affascinante, ma allo stesso e in alcune evenienze così strana e inconcepibile. Tutto ciò è riconducibile a quanto avete appena visto: il problema di questi pedoni è la disperazione; nella terra del Dragone il fenomeno è comune e noto, soprattutto è stato studiato per cercare di prendere un po' di soldi dalle assicurazioni e risollevare le sorti della propria difficile vita, soprattutto nelle condizioni economiche. L'automobilista è la figura meno tutelata in questa “messa in scena”, perché in Cina chi investe un pedone è obbligato a risarcire con grandi somme di denaro “la vittima” e anche a pagarle per tutta la vita visite mediche, cure e medicinali (a tal proposito, guardate questo video). Pensate che, in caso di morte del pedone, il risarcimento alla famiglia della vittima è minore rispetto a quello che si ottiene dopo essere stati sì investiti, ma avendo la vita salva. Perciò, capirete bene che chi si trova in condizioni economiche limite, decide di sfruttare “il traffico” per “respirare” un po' economicamente; anche perché in Cina molte strade vivono condizioni realmente caotiche, in cui la distrazione (da parte del guidatore) è sempre “dietro l'angolo.

SI SALVI CHI PUO' – Non ci resta che parlare di tutti quegli automobilisti che in Cina corrono il pericolo di vedersi tuffare contro la propria automobile qualche pedone folle. In principio potrebbe sembrare la figura più “disgraziata”, invece in queste storie si tratta della figura più colpita e meno tutelata. Così molti automobilisti hanno installato sulle proprie automobili la dashcam (qui le sue caratteristiche), che ha le dimensioni di una web cam da computer e che se installata sul cruscotto della vettura, è in grado di riprendere quanto avviene durante la guida ed eventualmente risultare un'utilissima testimonianza a difesa dell'automobilista.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Incendi veicoli elettrici a Londra: +300% nel 2021

Sciopero 25 febbraio 2022 metro bus

Fermata autobus: regole per veicoli e pedoni

Gli italiani fanno meno km degli altri automobilisti in Europa