Vacanze Sicure 2018, c’è un peggioramento: non a norma 1 auto su 4

I controlli della Polizia evidenziano un aumento delle auto non a norma: il parco auto invecchia e gli pneumatici vengono trascurati sempre più

Vacanze Sicure 2018, c’è un peggioramento: non a norma 1 auto su 4
Come ogni anno la Polizia Stradale rivela i dati che emergono dalle operazioni di controllo effettuate nell'ambito del progetto Vacanze Sicure, e come ogni anno i numeri che emergono non sono confortanti. Il trend è andato peggiorando rispetto all'anno passato, qui potete trovare tutti i dati, e oggi 1 auto su 4 è risultata non conforme alle norme di sicurezza e omologazione, contestualmente Assogomma e Federnpenus hanno focalizzato l'attenzione sugli pneumatici, e anche qui si riscontrano percentuali più alte ma in termini negativi.

AUMENTANO LE IRREGOLARITÀ 

Confrontando i numeri delle vetture fermate ed identificate come "non a norma" sono cresciute dell'8%: oggi il 24,72% delle auto non è in regola a fronte del già preoccupante 17,9% di un anno fa. E proprio ora che sta per manifestarsi il grande esodo estivo l'invito è quello di controllare i propri pneumatici, elemento fondamentale per la sicurezza da molti sottovalutato, come dimostra il pesante 18,32% di gomme non conformi rilevate dalle ultime operazioni di controllo. Un fenomeno in crescita come vediamo, e che la Polizia prova a contrastare "attraverso un impegno a 360 gradi nella prevenzione, nei controlli, nell'informazione, per promuovere un nuovo approccio culturale di legalità sulle strade" ricorda il Primo Dirigente Santo Puccia.

DIFETTI E REGIONI 

I controlli hanno fatto emergere una differenziazione sia nel tipo di difetto o danneggiamento che classifica uno pneumatico non regolare che a livello regionale. Forte la presenza di pneumatici lisci rilevati con un valore complessivo dell'8,95%, ma con alcune regioni che presentano medie più che raddoppiate (scopri come reagiscono pneumatici nuovi e usati). Emblematico il 19,45% del Molise con un picco del 27,38% di Campobasso, oppure il 16,14% del Lazio che però a Frosinone arriva al 28,33% e a Latina al 24,31%. Le vetture con Pneumatici non omogenei sono il 4,67 % del campione, con punte negative in Abruzzo dell'8,13 %, e del 6,73 in Molise. Il dato del pneumatico non omologato si attesta al 3,15 del campione con però picchi negativi che arrivano al 10,6 nel Lazio e del 5,1 dell'Umbria. La percentuale complessiva degli pneumatici che presentano danneggiamenti visibili ad occhio nudo è del 3,46% con un picco del 5,91% nel Lazio.

L'IMPORTANZA DELLA MANUTENZIONE 

Come forma di prevenzione Assogomma e Federpneus rilasciano anche consigli utili per l'uso e la manutenzione degli pneumatici: "Rivolgersi a gommisti specialisti e di far verificare gratuitamente, lo stato delle scarpe della propria auto soprattutto prima delle partenze per le vacanze. Non è sufficiente un calcetto al pneumatico, ma la pressione determinata dal costruttore e scritta sul libretto deve essere rispettata per una maggiore sicurezza durante la guida e perché no, anche per risparmiare carburante. È stato dimostrato che con pneumatici gonfi il risparmio è di oltre il 10% di benzina, senza dimenticare che si ritarda anche di parecchi chilometri il cambio gomme". Ma questa è solo una piccola raccomandazione, se anche voi tenete alla vostra sicurezza seguite qui il nostro SicurEDU sugli pneumatici.

Pubblicato in Codice della Strada il 13 Luglio 2018 | Autore: Redazione (F)


Commenti

Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri