Toyota ripensa all'elettrico ma non rinuncerà all'idrogeno

Troppe regole e anche diverse: Toyota parla dell'apertura alle auto elettriche per anni eclissate dalla tecnologia ibrida e fuel cell

14 novembre 2016 - 13:12

Toyota ha da sempre puntato l'occhio ed il dito verso le auto ad idrogeno, sfida che ha in atto da tempo ed è riuscita a concretizzare in modo anche sufficientemente avanzato. Il mercato sta però spingendo verso le auto elettriche, non particolarmente interessanti per il brand giapponese ma che, di fatto, stanno cominciando ad avere il proprio peso: a dispetto di quanto dichiarato finora, Toyota stessa comincerà ad impegnarsi anche in questo settore.

IL PERCHE' DELL'ELETTRICO Tutti i brand automobilistici mondiali si stanno impegnando per garantire nel proprio listino delle auto ibride o elettriche pure. Questo impegno da parte dei Costruttori sottolinea in modo netto quanto il mercato stia evolvendo verso questo genere di mobilità ecosostenibile, costringendo anche le firme meno interessate a questo settore, ma magari più inclini verso altre tecnologie atte alla riduzione od azzeramento di emissioni e consumi, ad adeguarsi.

L'INTERESSE DI TOYOTA Tra i Costruttori meno interessanti alle auto elettriche c'è sempre stata Toyota, almeno fino ad oggi. Lo sviluppo di auto ad idrogeno da parte della firma giapponese ha sempre messo bene in chiaro il proprio pensiero nei confronti della mobilità esclusivamente elettrica, da sempre ritenuta poco conveniente poiché ostacolata da tempi di ricarica troppo lunghi (leggi della stazione robot che ricaricherebbe l'auto elettrica in 2 minuti) ed autonomia estremamente limitata, soprattutto in alcuni casi (leggi delle previsioni per le auto ad idrogeno). Per “gareggiare” in un mercato come quello automobilistico, però, c'è bisogno anche di scendere a compromessi così Toyota, nelle vesti del Vice Presidente Takahiko Ijichi, ha dichiarato che “le auto EV propongono molte sfide. Diversi paesi e regioni hanno politiche energetiche differenti, basate sulle infrastrutture, così vorremmo avere strutture che ci permettano di prendere in considerazione l'introduzione di auto EV”.

L'IDROGENO RESTA Nonostante l'apertura verso una possibile introduzione di auto elettriche, Toyota stessa non ha assolutamente abbandonato l'idea di una commercializzazione di massa di auto ad idrogeno (leggi della produzione di idrogeno in loco per abbattere i costi). Il brand giapponese continua a pensare che le auto elettriche siano scomode e costino troppo, tanto che lo stesso Takahiko Ijichi ha affermato che “se chiedi – qual è il miglior veicolo in termini di ecologia? – noi ti risponderemo un'auto con le fuel cell. La nostra idea non è cambiata”. Ad ogni modo entro il 2020 potremmo vedere un'auto elettrica Toyota, che potrebbe avere un'autonomia di circa 300 km ma che verrà venduta solo in mercati inclini a questo genere di auto, come Giappone, Cina e California.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Acquisto auto

Acquisto auto: un italiano su due sceglierà elettriche e ibride

L’auto cambia colore: gli interni digitali saranno il 60% più leggeri

Auto a noleggio Goldcar: 3,4 milioni di multa per i graffi fantasma