Top Gear non funziona: la BBC pronta a rimpiazzare l'erede di Clarkson

Clarkson e soci hanno lasciato un vuoto incolmabile e il nuovo Top Gear arranca perdendo spettatori, il nuovo cast si appresta ad essere rimaneggiato

16 giugno 2016 - 9:00

L'edizione inglese di Top Gear continua ad arrancare dopo il clamoroso turnover del cast di conduttori. Il numero di ascolti continua a ridursi sensibilmente di puntata in puntata e la BBC sembra voler porre rimedio a questa emorragia di pubblico e ovviamente di ricavi. La soluzione? Rimpiazzare i conduttori ovviamente.

PERFORMANCE DELUDENTE Ai piani alti della BBC qualcuno, magari sottovoce e nella propria intimità, avrà più volte maledetto il giorno in cui Jeremy Clarkson, l'esplosivo e corpulento ex di Top Gear, ha commesso l'ultima intemperanza, per colpa della quale è stato costretto a lasciare la trasmissione. Quello che era un format praticamente infallibile sta rapidamente trasformandosi in un contenitore grigio che non riesce più a tenere il pubblico incollato allo schermo. Gli ascolti della passata edizione sono divenuti un miraggio irraggiungibile e coloro i quali un tempo erano fan sfegatati del programma, oggi sfogano il proprio malcontento sui social network. Emblematico è il “feroce” hashtag #FlopGear, coniato su internet già dopo la prima puntata della nuova edizione (Leggi la disastrosa prima puntata di Top Gear).

CAMBIARE FRONTMAN FUNZIONA I vertici del più grande editore radiotelevisivo inglese ovviamente hanno ben compreso la gravità della situazione e sembra che qualche misura correttiva, sottile e non eclatante, sia stata già presa in occasione della messa in onda della terza puntata di Top Gear. Con una strategia scacchistica è bastato posizionare in maniera diversa i “pezzi” sulla scacchiera per veder cambiare il tono e soprattutto la risposta del pubblico. Nonostante un ulteriore calo di 500 mila spettatori, l'ultima puntata del format ha ricevuto maggiori feedback positivi. Secondo il Telegraph la mossa strategica si è concretizzata nel dare meno spazio a Chris Evans, non il muscoloso attore che interpreta Capitan America, ma il “rosso” conduttore radiofonico designato dalla BBC (Leggi Chris Evans potrebbe lasciare presto Top Gear).

EVANS SEMPRE PIU' LONTANO DAI RIFLETTORI Evans doveva essere il centravanti di sfondamento del nuovo cast di Top Gear, ma si è rilevato problematico, poco divertente e con in nervi a fior di pelle. Secondo The Sun, durante la prima puntata, il presentatore si è innervosito con il pubblico che non gli dimostrava il giusto coinvolgimento con risate e applausi (Leggi Chris Evans non coinvolge il pubblico). Inoltre sarebbe stato accusato dai colleghi di dedicare poco tempo al programma, essendo assorbito dagli impegni in radio e dalla vita privata. La ribalta ha avuto più spazio per Chris Harris e Rory Reid, co-conduttori e protagonisti di Extra Gear, il nuovo spin-off del programma. Secondo Leftlanenews BBC starebbe seriamente valutando di mantenere questa impostazione, trasferendo sia Chris Evans che Matt LeBlanc in posizioni meno esposte, forse come autori. Intanto Rory Reid ha Twittato: “Noi (riferendosi anche ad Harris) adesso saremo ogni domenica nello show principale”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Esame patente: come funziona e quanto costa nei vari Paesi del mondo

Taxi NCC Decreto Cura-Italia

Decreto Ristori: indennizzi anche per taxi e NCC, ecco quali

Cambio gomme invernali: solo il 34% va in officina in Germania