Tesla: Musk fiuta il business delle assicurazioni per le auto elettriche

Presto le Tesla avranno un programma assicurativo personalizzato e completo, la copertura comprenderà perfino il caricabatterie da muro

1 settembre 2016 - 1:31

L'occhio lungo di Elon Musk sembra essere al momento rivolto verso un nuovo business strettamente legato al mondo automotive, quello delle assicurazioni. Su alcuni siti internazionali ufficiali della Casa californiana è apparso nelle scorse ore il nuovo prodotto InsureMyTesla, destinato ai proprietari delle elettriche premium. A garantire la copertura delle polizze provvedono AXA e QBE, compagnie con le quali Musk ha sottoscritto accordi di partenariato.

POLIZZE TRADIZIONALI ANCHE PER LE AUTO IPERTECNOLOGICHE Secondo le più avvalorate ipotesi la guida autonoma porterà ad una drastica riduzione degli incidenti stradali, ma al momento è una tecnologia acerba e abbiamo visto come può trasformarsi in un'arma a doppio taglio se affidata a mani poco responsabili (Leggi quanti incidenti con l'Autopilot Tesla). L'entrata a regime e la diffusione delle tecnologie driverless con ogni probabilità comporteranno una consistente mutazione del “senso” dell'assicurazione di una vettura (Leggi la guida autonoma spazzerà via le assicurazioni) ma ad oggi, ovviamente, anche auto tecnologicamente avanzate come le Tesla necessitano di una copertura assicurativa per circolare e risarcire.

ASSICURATO ANCHE IL CARICABATTERIE DA MURO Secondo Musk la polizza assicurativa di una vettura Tesla deve essere di tipo sartoriale, altamente personalizzabile e in grado di coprire anche ambiti non strettamente legati alla circolazione. Tra le garanzie offerte dalla polizza viene citata la copertura per eventuali guasti e danni al caricabatterie Wall Connector o ancora la sostituzione con un modello identico se entro 3 anni dall'immatricolazione l'auto dovesse andare distrutta. Queste ed altre garanzie si evincono dalle stringate informazioni relative al programma InsureMyTesla, lanciato al momento in Australia, con il supporto di QBE, e ad Hong Kong, con il supporto di AXA.

TARIFFE AGEVOLATE E COPERTURA TOTALE L'esigenza di un piano personalizzato per assicurare una Tesla è nata anche a seguito delle rimostranze di alcuni proprietari delle elettriche californiane, le quali sembra non siano state pienamente “capite” da alcune compagnie assicuratrici. In alcuni casi alle Model S e Model X sono state applicate tariffe da supercar con ovvi aggravi del premio assicurativo, inoltre gli assicuratori sembrano non tenere conto dei vari e complessi allestimenti con i quali le Tesla vengono commercializzate; nell'eventualità di un risarcimento la cifra rimborsata non potrebbe essere quindi congrua al reale valore del mezzo (Leggi 10 errori da non fare dopo un incidente stradale). Dal portale Electrek, il quale ha riportato la notizia, apprendiamo che le tariffe proposte dal programma InsureMyTesla sembrano essere piuttosto convenienti; i premi annui infatti partono dall'equivalente di 900 dollari USA. Al momento non è chiaro se l'iniziativa verrà presto estesa agli altri mercati internazionali.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Coronavirus sospensione RCA

Coronavirus: verso sospensione RCA fino a luglio?

Trasportare bambini su auto a noleggio: può costare caro in caso di incidente

Uber contro il Coronavirus: corse gratis per i medici a Roma