Techrules, dalla Cina all'Europa: dopo la sportiva, una citycar elettrica

Da Oriente arriva il vento dell'innovazione di Techrules, la quale intende insediarsi in Europa per produrre citycar e supercar elettriche

6 aprile 2016 - 11:00

I cinesi di Techrules con la supercar elettrica hanno sbalordito a Ginevra e adesso vogliono insediarsi in Europa. Gli osservatori asiatici sono già alla caccia di siti strategici e fabbriche da acquisire nel Vecchio Continente.

FARE BRECCIA NEL CUORE D'EUROPA Dislocare la produzione in un Paese lontano è una collaudata pratica messa in atto dai costruttori occidentali sui mercati asiatici. Adesso una realtà cinese ha deciso di navigare controcorrente e cerca spazi e strutture per potersi insediare nel cuore dell'Europa e avviare la produzione di auto elettriche, un po' come ha dichiarato di voler fare Tesla Motors. Il fatto che a voler sbarcare alle nostre latitudini sia la rivoluzionaria e ambiziosa Techrules rende la notizia ancora più interessante. La giovanissima azienda cinese ha formato un team di osservatori che hanno già iniziato a studiare il territorio e sembra che siano particolarmente attratti da impianti produttivi dismessi o di prossima chiusura. Gli obiettivi di Techrules sembrano chiari, offrire prodotti altamente tecnologici e innovativi, con i quali insidiare da vicino i costruttori occidentali, cercando magari di infastidire l'ascesa di Elon Musk nel Vecchio Continente. Inoltre l'analogia con l'azienda di Palo Alto è tangibile, i cinesi intendono partire da una supercar con l'intenzione di guardare successivamente ai segmenti minori.

UNA SUPERCAR RIVOLUZIONARIA Chi ha seguito l'ultimo Salone di Ginevra difficilmente sarà rimasto indifferente dalla tecnologia TREV (Turbine Recharge Electric Veichle) presentata da Techrules. Nell'esporre il potenziale e i concetti alla base della nuova tecnologia, l'azienda cinese ha comunicato di voler realizzare una serie limitata di supercar elettrica dalle carattaristiche uniche; l'auto sarà alimentata da sei motori elettrici, ognuno dotato di un proprio inverter e colllocati sugli assali, due all'anteriore e quattro al posteriore, per una potenza complessiva di 1.044 cavalli. Al di là delle prestazioni stimate, 2.5 secondi per lo 0-100 e 350 km/h di velocità massima, è il dato relativo all'autonomia che ha dello strabiliante, circa 2.000 chilometri (leggi come Techrules ha conquistato Ginevra).

COME FUNZIONA IL TREV Il range di percorrenza, secondo Techrules è garantito dall'efficienza della tecnoloria TREV, nella quale una microturbina da 36 kW, alimentata da carburanti liquidi, alimenta un generatore di corrente preposto alla ricarica del pacco batterie. Ispirandosi probabilmente alle tecnologie aeronautiche, gli ingegneri cinesi hanno collocato turbina e generatore sul medesimo albero, il quale, secondo il costruttore, può girare a oltre 96 mila g/min. Il generatore alimentato dalla turbina sarebbe in grado di ricaricare la batteria in 40 minuti. Tornando all'autonomia della supercar, questa in modalità totalmente elettrica riuscirà a a percorrere 150 chilometri, sfruttando le doti di range extender del sistema TREV (anche la BMW i8 è dotata di range extender) e alimentando la turbina con kerosene aeronautico, circa 80 litri, la percorrenza raggiunge l'iconico valore di 2.000 chilometri. L'azienda cinese intende mettere su strada i primi esemplari nei giro di un paio d'anni e ha dichiarato di voler applicare le soluzioni TREV a citycar e utilitarie.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Cupra Born elettrica al top nelle prove di Green NCAP

Sciopero 10 ottobre 2022

Sciopero 10 ottobre 2022 trasporto pubblico: orari e fasce garantite

Giovani al volante: perché non rispettano le regole?