Stop alle auto con oltre 20 anni: i divieti a Barcellona dal 2017

Barcellona decisa a ridurre del 30% le emissioni inquinanti, dal 2019 ferme le automobili con più di 20 anni di anzianità.Bus gratis per gli appiedati

7 aprile 2017 - 10:00

Stop alle auto vecchie e inquinanti, Barcellona vieterà categoricamente la circolazione delle automobili con oltre 20 anni di anzianità. Il provvedimento entrerà in vigore dal 2019 e interesserà oltre 100 mila veicoli, l'obiettivo ultimo è quello ridurre in maniera drastica le emissioni inquinanti nel centro urbano e portare la qualità dall'aria ai livelli fissati dall'Unione Europea entro il 2020. Il provvedimento prevede, a partire dal prossimo dicembre, il divieto di circolazione per le vecchiette nelle giornate in cui i livelli di smog supereranno le soglie di attenzione.

DETERMINAZIONE SPAGNOLA NELLA LOTTA ALLO SMOG L'inquinamento è uno dei problemi più seri condivisi dalle grandi metropoli, la qualità dell'aria nei centri urbani delle capitali internazionali è spesso pessima e una delle primarie fonti di smog è proprio l'intenso traffico. Le ZTL, più o meno rigide, sono una soluzione relativa, visto che il flusso di auto viene soltanto dirottato in altre zone, le quali spesso vanno a congestionarsi (Sapevi che dallo smog si può ricavare inchiostro?). La scelta operata dalla municipalità di Barcellona è radicale ed è mirata a limitare prevalentemente l'uso di automobili obsolete e per questo più inquinanti rispetto ai modelli più recenti.

ENTRO IL 2020 LIVELLI CONFORMI AI DETTAMI UE A partire dal 2019 nell'area metropolitana di Barcellona non potranno circolare i veicoli con oltre 20 anni di anzianità. L'intento è quello di ridurre entro 15 anni le emissioni derivanti dal traffico stradale del 30%. Il divieto diverrà operativo dal 1 gennaio 2019 e interesserà circa il 7% del parco auto circolante, ad essere “colpite” dal provvedimento saranno le circa 106.000 vetture immatricolate prima del 1997 e i furgoni immatricolati prima del 1994. La tabella di marcia della lotta allo smog della città catalana prevede una riduzione delle emissioni del 10% nei primi 5 anni dall'entrata in vigore del provvedimento e il raggiungimento dei valori fissati dalla UE entro il 2020 (Leggi qui il proposito di Madrid per un centro città vietato alle auto).

TRASPORTI PUBBLICI GRATUITI PER GLI APPIEDATI I funzionari comunali che hanno avallato il progetto sono fiduciosi nella buona riuscita dell'iniziativa e confidano nel raggiungimento degli obiettivi finali. Riguardo l'accoglimento di questo stop forzato da parte degli utenti proprietari di auto vetuste si giocherà la carta del trasporto pubblico gratuito per quei cittadini appiedati dal provvedimento. The Guardian ha raccolto la dichiarazione del vice-sindaco di Barcellona Janet Sanz: “La gente di Barcellona ci ha detto chiaramente che vuole lottare contro l'inquinamento atmosferico, perché è seriamente a rischio la salute di tutti”(Leggi qui il programma dei blocchi del traffico nelle città italiane).

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Multe stradali ai minorenni

Multe stradali ai minorenni: chi paga le sanzioni?

Auto bloccata in un passaggio a livello

Auto bloccata in un passaggio a livello: cosa fare

Guidare in montagna: i consigli per un weekend in sicurezza