Air-Ink: la startup ricava inchiostro dall'inquinamento

Dalla cattura dello smog si creano pennarelli e inchiostro per belle arti, la start-up Air-Ink ha spopolato su Kickstarter raggiungendo subito il goal

14 febbraio 2017 - 11:00

Le tematiche ambientali impegnano ricercatori e studiosi di tutto il pianeta per potere trovare soluzioni che possano arginare e limitare i danni dell'inquinamento. Un'idea tanto originale quanto interessante è la proposta di Air-Ink, una start-up fondata da studenti del Massachusetts Institute of Technology (MIT), la quale si fonda sull'idea di “catturare” lo smog e convertirlo in inchiostro di alta qualità per applicazioni artistiche. Attualmente la start-up ha trovato finanziatori su Kickstarter, raggiungendo gli obiettivi prefissati e iniziando la commercializzazione dei primi pennarelli ecologici.

DALLO SMOG NASCE ARTE Un gruppo di studenti del MIT ha messo a punto uno strumento per potere di fatto catturare l'inquinamento prodotto dalla combustione dei motori. Successivamente è scoccata la scintilla che ha illuminato gli scienziati su come utilizzare in maniera proficua e sicura tutto lo “sporco” raccolto. La condensazione delle emissioni inquinanti ha permesso di realizzare un inchiostro la cui qualità si è rilevata elevata e idonea per l'utilizzo nelle belle arti (Scopri quali Capitali europee vogliono bandire il diesel). La produzione di inchiostro Air-Ink risulta molto più pulita e sicura rispetto ai metodi tradizionali, i quali prevedono la combustione di carburanti fossili.

45 MINUTI DI SMOG PER UN PENNARELLO ECOLOGICO Il dispositivo realizzato al MIT, denominato Kaalink, può catturare il 95% delle emissioni prodotte da un tubo di scappamento (Leggi qui perché le auto non sarebbero le prime fonti di smog); la fuliggine viene prima incamerata e successivamente ripulita, con vari processi, da metalli pesanti e sostanze cancerogene. Il prodotto risultante è definito come un pigmento carbonioso purificato e con 45 minuti di raccolta possono essere sintetizzati 29 ml. di inchiostro (un'oncia fluida), la quantità necessaria a riempire un pennarello Air-Ink.

PRESTO ANCHE TINTE PER TESSUTI E VERNICI A OLIO Attualmente sono stati realizzati pennarelli con quattro diverse tipologie di punta e inchiostro liquido in boccette da 150 ml. Nei piani della Start-Up trova una posizione prioritaria lo sviluppo della gamma di prodotti e sono allo studio tinte per tessuti, colori a base olio e vernici per impieghi outdoor (Sapevi che BMW aprirà in Messico la fabbrica d'auto più pulita al Mondo?). Attualmente 312 sostenitori su Kickstarter hanno permesso a Air-Ink di superare, seppur di poco, il goal iniziale di 14.000 dollari; il prosieguo della raccolta fondi, e magari l'apporto di un finanziatore esterno, saranno determinanti per il futuro di questa interessante iniziativa.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Toyota sceglie Nvidia sulla strada della guida autonoma

Gamma Audi, si rinnovano i motori di berline e station wagon

Jaguar Land Rover punta su Shell per la sua rete di ricarica