Toyota: il nuovo sistema antiabbandono sente il battito e la respirazione

Il nuovo sistema antiabbandono per bimbi di Toyota sfrutta una tecnologia all'avanguardia per rilevare i micro-movimenti degli occupanti dle veicolo

6 giugno 2022 - 19:46

Toyota lavora ad un nuovo e innovativo sistema antiabbandono per bimbi in auto che potrebbe incrementare notevolmente il livello di sicurezza offerto dai veicoli della casa nipponica. Il progetto, per ora realizzato in versione concept, si chiama Cabin Awareness e sarà a breve brevettato. A realizzare tale progetto è stata Toyota Connected North America (TCNA). La soluzione proposta dall’azienda adotta un approccio innovativo, ricorrendo ad un radar di imaging 4D ad alta risoluzione riuscendo a percepire i micromovimenti degli occupanti, come il respiro e il battito cardiaco, all’interno di tutto il veicolo. In questo modo, il sistema antiabbandono per bimbi in auto, adattabile anche per alcuni animali domestici, è in grado di rilevare con elevata efficienza un potenziale caso di abbandono in auto. L’implementazione del nuovo sistema sviluppato da Toyota rappresenterà un importante passo in avanti per la sicurezza in auto. Grazie alle più moderne tecnologie, infatti, è possibile ridurre al minimo, con l’obiettivo di azzerarli del tutto, i casi di abbandono involontario in auto.

IL NUOVO SISTEMA ANTIABBANDONO PER BAMBINI IN AUTO DI TOYOTA

La nuova tecnologia presentata da Toyota Connected North America ha tutte le carte in regola per contrastare il rischio di abbandono involontario in auto. Il sistema Cabin Awareness definito dall’azienda è in grado di offrire un rilevamento preciso degli occupanti di un’auto. Oltre ai bambini, infatti, il sistema antiabbandono è in grado di rilevare anche alcuni animali domestici. I sensori alla base di Cabin Awareness sono in grado di rilevare micro-movimenti in modo preciso e puntuale. In questo modo, è possibile determinare con precisione se eventuali occupanti del veicolo, come bambini, sono stati lasciati in auto.

COME FUNZIONA IL SISTEMA ANTIABBANDONO PER BIMBI DI TOYOTA

Cabin Awareness di Toyota presenta un sensore radar di Imagin 4D che viene montato all’interno del veicolo da monitorare. Tale sensore è in grado di rilevare la presenza di una forma di vita all’interno del veicolo, attivandosi dopo l’uscita del conducente e la chiusura del veicolo. Il sistema antiabbandono è, quindi, in grado di rilevare la presenza di bambini e, come sottolineato in precedenza, anche di alcuni animali domestici. Uno degli elementi più interessanti del sistema sviluppato da Toyota Connected North America è l’elevata capacità di rilevazione. Il sistema, infatti, è in grado di monitorare il battito cardiaco ed i micro-movimenti legati alla respirazione dei soggetti presenti all’interno del veicolo. Tale analisi copre anche i veicoli più grandi. Cabin Awareness, infatti, è stata pensato per il mercato americano e viene implementato sul minivan Toyota Sienna, composto da tre file di sedili. Toyota sottolinea che il sistema è in grado, in autonomia, di classificare gli occupanti in base alle dimensioni, alla postura ed alla posizione occupata. Il sistema di monitoraggio funziona anche se l’occupante si trova sotto una coperta.

LA DIFFERENZA CON LE ALTRE TECNOLOGIE ANTIABBANDONO PER BIMBI IN AUTO

La tecnologia sviluppata da Toyota Connected North America adotta un approccio differente rispetto agli altri sistemi antiabbandono presenti sul mercato. Il monitoraggio del movimento (in particolare dei micro-movimenti) può risultare più efficace rispetto ai sensori di peso, soggetti a rilevamenti errati e a potenziali falsi allarmi. Questo sistema, inoltre, risulterebbe più efficace rispetto ai sistemi di rilevamento con telecamere, limitate da angoli ciechi, o con altri sistemi di radar a corto raggio che rischiano di non coprire tutta l’estensione del veicolo.  Zack Hicks, CEO e presidente, TCNA, sottolinea: “Siamo estremamente orgogliosi dei nostri sforzi per portare questa idea dal tavolo da disegno a un concept in piena regola e, si spera, sviluppare una tecnologia che ha il potenziale per salvare vite umane”. Acora più preciso il commento di Simon Roberts, ingegnere responsabile, TCNA, che sottolinea: “La differenza fondamentale con questo sistema è la risoluzione e la precisione migliorate, il rilevamento dell’intera cabina e la portata delle funzionalità fornite da Cabin Awareness“. L’obiettivo dell’azienda è “ridurre i falsi positivi e i falsi negativi”.

COME AVVISARE IL CONDUCENTE DEL POSSIBILE PERICOLO: LE SOLUZIONI DI TOYOTA

Cabin Awareness, nella sua forma definitiva, potrebbe essere in grado di avvisare il conducente del potenziare rischio di abbandono in vari modi. Il proprietario del veicolo potrebbe ricevere una notifica sul proprio smartphone, tramite l’app Toyota oppure un messaggio SMS. Il sistema potrebbe prendere il controllo dell’auto, suonando il clacson e attivando le luci d’emergenza. Toyota valuta anche una possibile integrazione con i sistemi domotici di nuova generazione. Da notare, inoltre, che Cabin Awareness, in situazioni di emergenza, potrebbe sfruttare il sistema di assistenza Safety Connect di Toyota per richiedere l’intervento di un servizio di primo soccorso, come avviene in caso di sinistro. Queste sono solo alcune delle modalità che Toyota potrebbe implementare per avvisare il conducente del potenziale abbandono.

IL NUOVO SISTEMA ANTIABBANDONO ALLA PROVA DEI TEST REALI

Per il nuovo sistema antiabbandono per bimbi in auto di Toyota inizia ora un’importante fase di test che porterà alla definizione di un brevetto ed alla realizzazione di un sistema da installare su auto di serie. Si tratta di un processo lungo che dovrà tenere conto di tutti gli aspetti del sistema. A testare Cabin Awareness in Nord America è Toyota May Mobility con la sua gamma di veicoli autonomi. I test si intensificheranno nel corso del prossimo futuro con l’obiettivo di raggiungere, quanto prima, un prototipo definitivo.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto nuove: il prezzo giusto per gli italiani è sino a 30 mila euro

UNECE: nel 2023 due nuovi regolamenti per la sicurezza dei pedoni

stellantis modello distribuzione europa

Stellantis: le auto a basse emissioni più vendute in Italia nel 2022