Test auto con ADAS 2021: BMW iX3 al top nell’assistenza alla guida

Il test Euro NCAP su 7 modelli di auto 2021 con ADAS rivela quanto sono efficaci ACC e LC rispetto all’impegno del conducente alla guida

25 novembre 2021 - 11:52

L’attenzione sull’efficacia dei sistemi di assistenza alla guida è sempre più amplificata. L’Euro NCAP ha messo alla prova Adaptive Cruise Control e Lane Centering di 7 nuovi modelli nel test ADAS 2021. La dotazione tecnologica più ricca anche su piccole utilitarie, non sempre trova una reale efficacia nelle prove Euro NCAP. Tuttavia rispetto ai test degli anni passati i Costruttori auto sono più attenti a comunicare quali sono le reali funzioni autonome dei veicoli. Ecco quali sono le auto con i sistemi ADAS più efficaci e i risultati dei test.

LE AUTO CON ADAS NEL TEST EURO NCAP 2021

Il test ADAS 2021 Euro NCAP ha sottoposto 7 nuovi modelli alla prova dei sistemi di assistenza alla guida indicati per l’ambito extraurbano e autostradale. Il Cruise Control Adattivo e l’assistente al mantenimento della corsia sono tra le dotazioni ormai disponibili anche su auto medie e piccole. L’Euro NCAP ha dimostrato però che il livello di efficacia può cambiare molto, anche tra modelli premium. Sono stati valutati i sistemi di assistenza dei seguenti modelli in ordine alfabetico:

– BMW iX3;

– Cupra Formentor;

– Ford Mustang Mach-E;

– Hyundai Ioniq 5;

– Opel Mokka-e;

– Polestar 2;

– Toyota Yaris;

ADAS E GUIDA AUTONOMA DI LIVELLO 2

Le valutazioni Euro NCAP nei test ADAS 2021, si sono focalizzate su ciò che i Costruttori promettono e l’interazione dei sistemi di assistenza con il conducente. Euro NCAP testa non solo la capacità dell’auto di promuovere una guida più sicura, ma valuta anche come il sistema coinvolge il guidatore e, in caso di imprevisto, come si comporta l’auto. Ricordiamo che i sistemi ADAS su cui si basa la guida autonoma di livello 2 sono progettati per assistere il guidatore, non per prendere il controllo. Quindi il guidatore deve tenere le mani sul volante e gli occhi sulla strada in ogni momento. Anche se secondo l’ente europeo, la tecnologia si sta sviluppando molto rapidamente e le norme dovranno chiarire l’automazione consentita e quali azioni l’auto deve intraprendere se un guidatore non reagisce. Nei futuri test di Euro NCAP saranno considerate anche queste modifiche normative. Intanto l’Euro NCAP ha valutato quanto è bilanciata l’assistenza alla guida offerta dagli ADAS delle nuove auto rispetto all’impegno richiesto al conducente. Ecco i risultati di seguito.

I RISULTATI DEI TEST ADAS 2021 E I COMMENTI EURO NCAP

Nei test precedenti sugli ADAS, secondo Euro NCAP, emergeva la tendenza dei Costruttori a promettere più automazione di quanto realmente l’auto era in grado di offrire al conducente. Tutte le auto 2021 provate, afferma Euro NCAP, offrono un equilibrio tra Assistance Competence (il grado in cui il sistema può aiutare il guidatore) e Driver Engagement (la misura in cui il guidatore sente di dover mantenere il controllo e non disimpegnarsi dalla guida). Entrando nel dettaglio delle valutazioni dalla più bassa “Entry” (Sufficiente) alla più alta “Very Good” (Molto Buona) ecco i risultati e i commenti al test auto con ADAS 2021.

– (Valutazione “Entry”) Toyota Yaris con Toyota Safety Sense e Opel Mokka-e con Advanced Lane Keep Assist. La Yaris evita una collisione con veicoli in movimento negli scenari di test ACC ma riconosce solo le auto ferme alle velocità di prova inferiori. Non è disponibile una funzione di assistenza al cambio di corsia e se il conducente non interviene, si disattiva il sistema lasciando il veicolo senza controllo. La valutazione completa Euro NCAP sul Toyota Safety Sense si può riassumere così: “fornisce le funzionalità essenziali richieste per l’Assistenza del Veicolo che è supportata da un buon coinvolgimento del conducente ma manca della sofisticatezza di sistemi più avanzati”. Un risultato molto simile alla Toyota riguarda l’assistenza alla guida della Opel Mokka-e. Anche in questo caso se il conducente non interviene quando il sistema si disimpegna, l’automazione viene disattivata, senza alcun controllo del veicolo.

– (Valutazione “Moderate”) Polestar 2 con Pilot Assist e Hyundai Ioniq 5 con Highway Driving Assist II. La Polestar 2 ha ottenuto una valutazione “discreta”, limitata dalle prestazioni nell’assistenza del veicolo. Poiché la Casa eseguirà un aggiornamento OTA del software, Euro NCAP ripeterà il test sul veicolo aggiornato. Intanto ecco la valutazione completa sul Pilot Assist della Polestar 2. Mentre la Hyundai Ioniq 5 fornisce un buon livello di assistenza equilibrato al coinvolgimento del conducente. Tuttavia in caso di problemi al sistema, se il conducente non interviene, l’auto resta senza controllo diretto. Ecco la valutazione completa dei test ADAS sulla Hyundai Ioniq 5.

– (Valutazione “Good”) Ford Mustang Mach-E con Co-Pilot 360 e Cupra Formentor con Travel Assist. Il sistema Travel Assist della Cupra non ha una funzione di assistenza al cambio di corsia. Tuttavia se il conducente è poco reattivo, non si limita solo a disabilitare il sistema, ma effettua una sosta controllata in corsia. Leggi qui la valutazione completa Euro NCAP sul Travel Assist Cupra. Riguardo alla Ford, invece, secondo Euro NCAP, il nome del sistema Ford Co-Pilot 360 non è appropriato. La Mustang Mach-e evita una collisione nella maggior parte degli scenari di test ACC, ma nel test LC l’auto rimane centrata nella corsia solo alla velocità di prova più bassa. Se in caso di disimpegno il conducente non reagisce, l’auto rallenta da sola a circa 10 km/h rimanendo in corsia. Approfondisci la valutazione completa dell’Euro NCAP sul Co-Pilot 360.

– (Valutazione “Very Good”) BMW iX3 con Driving Assistant Professional . Il sistema adatta la velocità alle caratteristiche stradali imminenti, come curve e incroci ed evita una collisione nella maggior parte degli scenari di test ACC. “La BMW iX3 eccelle nel livello di assistenza del veicolo con un livello simile di coinvolgimento del conducente”, afferma l’Euro NCAP nella sua valutazione più completa. Se il conducente non interviene, la BMW iX3 effettua una sosta controllata in corsia.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Le auto elettriche saranno bandite dai parcheggi sotterranei?

Top Employers: le migliori aziende automotive in Italia 2022

Mustang Mach-e: come non rimorchiarla in caso di panne