Tesla FSD Beta, NHTSA: la funzione “Rolling Stop” è pericolosa

L’NHTSA interviene sull’aggiornamento Tesla FSD Beta e chiede maggiori livelli di sicurezza agli incroci con Stop

2 febbraio 2022 - 11:23

L’agenzia nazionale per la sicurezza USA (NHTSA) ha concordato con Tesla la revisione della Full Self-Driving (FSD) Beta che un selezionato numero di clienti sta validando su strada. Il “richiamo” riguarda in particolare la funzione Rolling Stop che secondo l’ente governativo potrebbe aumentare il rischio di incidenti agli incroci. Adesso vi spieghiamo perché, con il bollettino ufficiale dell’NHTSA.

NHTSA: “LE AUTO CON TESLA FSD BETA DEVONO FERMARSI AGLI STOP”

Nei giorni scorsi i test della Tesla FSD Beta sono finiti sotto accusa, ma l’aggiornamento che l’NHTSA ha richiesto a Tesla riguarda il comportamento delle auto in prossimità degli incroci con Stop. E’ opportuno ricordare che il software Tesla FSD Beta non è considerato dall’azienda una guida autonoma completa e che, come per l’Autopilot avanzato e la Guida autonoma a pieno potenziale, acquistabili con l’auto nuova, richiedono attualmente la supervisione del conducente. Musk infatti, annunciando l’aumento del prezzo a 12 mila dollari, ha anche spiegato che il prezzo salirà ulteriormente man mano che la Beta si avvicina alla versione definitiva. Negli ultimi mesi sono già stati rilasciati diversi aggiornamenti ai clienti a cui è stata concessa la Tesla FSD Beta, e ora l’NHTSA ha richiesto un richiamo ufficiale del software, che alla fine si tradurrà in un aggiornamento come i precedenti, ma senza la funzione Rolling Stop. Ecco come avrebbe dovuto funzionare.

LA FUNZIONE “ROLLING STOP” CON TESLA FSD BETA

Si tratta di un richiamo ufficiale, perché concordato con le autorità per la sicurezza USA, altrimenti sarebbe stato solo uno dei tanti aggiornamenti Over-The-Air. A spiegare il motivo è un bollettino ufficiale dell’NHTSA, rilasciato dopo aver incontrato i tecnici Tesla. In pratica la funzione Rolling Stop permetteva alle auto di attraversare molto lentamente gli incroci, senza fermarsi completamente, ma solo in presenza di condizioni di sicurezza:

– La funzione doveva essere abilitata all’interno delle impostazioni del profilo Beta FSD;

– L’auto doveva procedere a una velocità non superiore a 9 km/h, su incroci regolamentati con obbligo di arresto e provenendo da strade con limite massimo di 48 km/h;

In assenza di pedoni e ciclisti o di altre auto in movimento sull’incrocio;

Solo in presenza di queste condizioni l’auto avrebbe attraversato l’incrocio a una velocità compresa tra 2 e 9 km/h circa, senza fermarsi completamente. L’NHTSA ha spiegato che “Entrare in un incrocio con stop senza fermarsi completamente può aumentare il rischio di collisione”, precisando comunque che non sono noti incidenti.

SU QUANTE AUTO È INSTALLATA LA TESLA FSD BETA

Con la richiesta di eliminare la funzione Rolling Stop si conoscono anche maggiori dettagli su quanti clienti stanno attualmente testando su strada la Tesla FSD Beta. Sono 53.822, tra Tesla Model S, X, 3 e Y con Software 2020.40.4.10 o successivi aggiornamenti con Full Self-Driving Beta, secondo il richiamo NHTSA. Il 20 gennaio 2022 Tesla e l’NHTSA hanno comunque concordato sulla disattivazione della funzione Rolling Stop, che sarà esclusa automaticamente a partire dall’aggiornamento Tesla 2021.44.30.15.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto elettriche: in Germania il crollo peggiore di tutta l’Europa

Noleggio autobus con autista: servizi, prezzi e preventivo gratis

Move-In Emilia Romagna

Move-In Emilia Romagna: come funziona dal 1° gennaio 2023