MB Drive Pilot: approvato il primo sistema di guida autonoma livello 3

Mercedes batte tutti con il Drive Pilot: ecco come funziona il primo sistema a guida autonoma di livello 3 approvato per la guida su strada

13 dicembre 2021 - 15:38

Mercedes Benz è il primo Costruttore ad aver ottenuto l’approvazione internazionale per la guida autonoma di livello 3. Il nome commerciale Drive Pilot include funzioni che anche altri costruttori hanno portato al debutto ma con una portata limitata per versioni o mercati. Ecco come funziona la guida autonoma di livello 3 di Mercedes Benz e su quali auto sarà disponibile il Drive Pilot.

MERCEDES DRIVE PILOT: NORMATIVE E OMOLOGAZIONE IN GERMANIA

La guida autonoma di livello 3 Drive Pilot è un sistema avanzato di assistenza alla guida basato sugli ADAS. In sostanza rispetto alla guida autonoma di livello 2+, la guida autonoma di livello 3 permette brevi momenti in cui il conducente (sempre al volante) non deve necessariamente guardare davanti. Le funzioni che si potranno svolgere, dipendono principalmente dalle leggi in vigore in ogni Paese. Resta ben inteso che il conducente deve essere sempre pronto a riprendere il controllo dell’auto se il sistema di guida autonoma dovesse attivare la procedura di disimpegno. Il sistema MB Drive Pilot è stato approvato dalla KBA (la motorizzazione tedesca) che ne ha validato i requisiti rispetto alla norma R 157, ma sarà consentito a livello internazionale se tollerato anche dalle leggi del Paese in cui si intende utilizzare. La strada alla normazione della guida autonoma SAE 2 in Germania è stata tracciata già dal 2017, con la norma sulla circolazione stradale (StVG).

I MODELLI MERCEDES CON LA GUIDA AUTONOMA SAE 3 DAL 2022

La guida autonoma di livello 3 con Mercedes Drive Pilot sarà disponibile per i conducenti delle Mercedes Classe S che ne sono equipaggiate, dalla prima metà del 2022. Il sistema ha ottenuto comunque l’approvazione anche per le Mercedes EQS elettriche. Il regolamento tecnico prevede l’utilizzo delle funzioni di guida autonoma fino alla velocità di 60 km/h, in condizioni di traffico intenso o congestionato. Mentre il Drive Pilot Mercedes ha il controllo della guida, il conducente avrà a disposizione una serie limitata di attività come acquisti tramite il sistema infotainment, scrivere un’email, guardare il display, il paesaggio, etc. Mercedes spiega che sarà inizialmente compatibile con 13.191 chilometri di autostrada in Germania e che in base all’evoluzione delle leggi, sarà progressivamente esteso anche ad altri mercati.

SENSORI, RADAR E TELECAMERE DELLA GUIDA AUTONOMA MB DRIVE PILOT

Per supervisionare l’ambiente circostante quando il Drive Pilot è attivo, il sistema sfrutta il principio della ridondanza e una vasta gamma di sensori:

– LiDAR;

– Telecamera e microfoni nel lunotto con cui riconosce i veicoli di emergenza che si avvicinano;

Sensori di umidità in prossimità delle ruote per rilevare l’aderenza del fondo stradale;

Mappa digitale HD costantemente aggiornata da cui rileva le caratteristiche della strada con una precisione nell’ordine dei centimetri e produce un’immagine tridimensionale della strada;

MERCEDES DRIVE PILOT: COSA SUCCEDE IN EMERGENZA

Il sistema MB Drive Pilot ha impianto elettrico, sterzo e freni ridondanti, un po’ come in ambito aerospaziale. In caso di guasto di uno dei sistemi, l’auto può sempre garantire il passaggio sicuro dei comandi al conducente. Poi starà al conducente riprendere la concentrazione e il controllo dell’auto. Ma se non avviene anche dopo una richiesta sempre più urgente del sistema, ad esempio per malore del conducente, e sta per terminare il tempo di consegna:

– il sistema frena l’auto fino a fermarla in modo controllato;

– si attivano le luci di emergenza durante il rallentamento;

– quando l’auto è ferma parte una chiamata eCall, si sbloccano porte e finestrini per facilitare l’accesso e l’intervento dei soccorritori.

LA GUIDA AUTONOMA DI LIVELLO 3 DEGLI ALTRI COSTRUTTORI

Oltre al sistema MB Drive Pilot, la guida autonoma di livello 3 è stata oggetto di interessanti sviluppi anche di altri Costruttori. Ad esempio Audi ha sviluppato gli ADAS di livello 3 sull’A8, ma senza l’approvazione normativa poi arrivata in Germania, ha fermato lo sviluppo del sistema Traffic Jam Pilot. Oppure Honda che commercializza un sistema di guida autonoma con la Legend, disponibile però solo in Giappone e su pochi veicoli.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto elettriche: in Germania il crollo peggiore di tutta l’Europa

Noleggio autobus con autista: servizi, prezzi e preventivo gratis

Move-In Emilia Romagna

Move-In Emilia Romagna: come funziona dal 1° gennaio 2023