I taxi a guida autonoma Mercedes entrano in servizio a San José

Un nuovo progetto pilota permetterà di prenotare un taxi a guida autonoma Mercedes anche in Costa Rica: ecco la mappa dei test Mercedes in giro per il mondo

10 dicembre 2019 - 9:41

I taxi a guida autonoma Mercedes entrano in servizio a San José e con una flotta di Mercedes Classe S dotate di sensori parte il progetto di ride hailing autonomo. I passeggeri potranno prenotare una corsa in taxi senza conducente, sulla scia di quanto Waymo sta portando avanti negli USA. La Costa Rica diventa così il nuovo laboratorio a cielo aperto per i taxi a guida autonoma Mercedes in servizio attivo.

UN SISTEMA SCALABILE DIETRO I TEST DEI TAXI A GUIDA AUTONOMA

Con i taxi a guida autonoma, Mercedes vuole realizzare un sistema di guida di livello SAE 4/5 per i veicoli a guida totalmente autonoma e senza conducente, incluso il software per la gestione del veicolo. L’obiettivo non è creare l’auto, ma sviluppare un sistema pronto per la produzione da integrare in diversi tipi di auto. Per il lavoro di sviluppo del software di controllo del movimento del veicolo, i partner si affidano all’intelligenza artificiale, all’accumulo di chilometraggio di test e a simulazioni in situazioni particolarmente complesse e nel centro prove di Immendingen.

I TAXI MERCEDES A GUIDA AUTONOMA TRA EUROPA E USA

In Germania, infatti, c’è un’area di prova di 100.000 metri quadri, appositamente progettata per la guida autonoma. Qui è possibile riprodurre situazioni di traffico complesse con estrema precisione, afferma Mercedes. Una parte del team si trova a Sunnyvale, una città della Silicon Valley tra San José e San Francisco, mentre l’altra parte, che comprende ingegneri di entrambe le aziende, lavora nell’area di Stoccarda. Ma perché proprio San Josè per testare i taxi a guida autonoma Mercedes?

PERCHE’ I TEST DEI TAXI A GUIDA AUTONOMA IN COSTA RICA

A metà del 2017, San José è stata la prima città degli USA a invitare società private ad effettuare la sperimentazione di guida autonoma sul campo. “Il progetto di Mercedes-Benz e Bosch si lega all’obiettivo di “smart city” di San José. Ha spiegato Dolan Beckel, responsabile dell’innovazione e della strategia digitale della città. Ci aiuterà anche a sviluppare linee guida per affrontare le nuove tecnologie e prepararci per il sistema di traffico del futuro”. All’interno del progetto è coinvolta anche Daimler AG Mobility, che ha il compito di sviluppare una piattaforma di gestione delle flotte a guida autonoma. La piattaforma è in grado di gestire veicoli a guida autonoma, veicoli tradizionali, uso e manutenzione e consente a potenziali partner di ride-hailing di integrare i veicoli autonomi Mercedes-Benz tra i servizi offerti.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Pneumatici POR

Pneumatici POR per fuoristrada: cosa sono e norme da rispettare

Autostrade Liguria

Autostrade Liguria: chiusure e strade alternative

Incidenti stradali in Europa: -36% di vittime per l’effetto Coronavirus