Guida autonoma Livello 2+: l’80% dei conducenti diventa nervoso

Distrarsi al volante di un’auto a guida autonoma di livello 2+? L’80% preferisce controllare cosa fa l’auto quando “guida” da sola

14 settembre 2020 - 13:00

La guida autonoma avanzata (livelli 4 e 5) è ancora piuttosto distante dal rappresentare un concreto oggetto di studio tra i consumatori. Ma cosa succede se si mettono conducenti inesperti al volante di auto con guida autonoma di livello 2+? Lo ha sperimentato in uno studio USA AAA Foundation, studiando le reazioni e le sensazioni degli automobilisti su veicoli a guida semi autonoma già disponibili sul mercato. L’eccitazione è la reazione predominante, ma in alcune situazioni si diventa nervosi, quasi come sedere accanto a un neopatentato.

COSA SI PROVA SU UN’AUTO A GUIDA SEMI AUTONOMA?

Lo studio condotto dall’Università dello Utah ha utilizzato 4 auto diverse prodotte tra il 2018 e il 2019 e tutte dotate di sistemi di guida semiautonoma di livello 2+. Nessuno tra i conducenti impegnati aveva esperienze pregresse con la guida automatizzata, nonostante il campione di età: 39 conducenti tra 21-42 anni e 32 conducenti 43-63 anni. Ovviamente prima e durante le varie fasi del test ai conducenti sono state fornite dettagliate spiegazioni sul funzionamento dei sistemi L2. Si tratta in sostanza di sistemi che permettono alle auto di controllare il volante e l’acceleratore in modo autonomo ma in particolari situazioni previste dalla legge. Essendo auto regolarmente omologate e immatricolate, i test sono stati effettuati in condizioni di guida reale.

GUIDA AUTONOMA DI LIVELLO 2+: IL PERCORSO DI PROVA

Il test di guida autonoma di livello 2+ si è svolto su due percorsi, l’Interstatale 80 (strada articolata con un volume di traffico relativamente basso) e l’Interstatale 15 (con meno curve ma più traffico). Un ricercatore era sempre presente sul sedile del passeggero per motivi di sicurezza e raccogliere dati. Dopo il posizionamento e la calibrazione dell’attrezzatura di misurazione, i partecipanti hanno guidato su un percorso di prova per familiarizzare con il sistema L2. Solo dopo si sono recati su strada per iniziare le prove sperimentali. Ai conducenti non era permesso usare i loro telefoni o assumere comportamenti che avrebbero potuto creare distrazione.

I RISULTATI DEL TEST DI GUIDA SEMI AUTONOMA SU STRADA

I partecipanti hanno riferito che guidare un’auto semi-autonoma è più eccitante ma rende anche più nervosi rispetto alla guida manuale. Oltre l’80% ha affermato che non si sentirebbe a proprio agio senza monitorare costantemente cosa fa l’auto. Quasi il 68% ha affermato che utilizzerà i sistemi automatizzati il ​​più possibile durante la guida. Il 65% dei conducenti però ha ammesso di non sentirsi a proprio agio su strade tortuose e collinari. La percentuale scende al 54% di chi non si sente tranquillo a cedere il controllo dell’auto ai sistemi automatizzati nel traffico intenso.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Trasformare un'auto in elettrica

Trasformare un’auto in elettrica: in arrivo un bonus del Governo

Parabrezza montato male: cosa succede in caso d’incidente?

Codice della Strada

Codice della Strada: attenti alle ‘bufale’ in rete