Frenata automatica, IIHS: al buio con i pedoni è inaffidabile

Un motivo in più per evitare distrazioni al volante, ma anche un monito per migliorare l’efficacia della frenata automatica AEB con pedoni al buio

4 febbraio 2022 - 12:47

La frenata automatica AEB è di serie sulle auto di nuova omologazione dal 2022 e lo sarà anche su tutte le auto immatricolate dal 2024. Al di là dell’obbligo introdotto in Europa, non tutti i sistemi funzionano allo stesso modo, come è emerso già parlando dei sistemi AEB più efficaci nei test Euro NCAP. E’ anche questo il motivo per cui in alcune condizioni di guida il sistema potrebbe non riuscire a frenare l’auto ed evitare un tamponamento. La necessità di non distrarsi alla guida è confermata anche dall’istituto per la sicurezza stradale IIHS, che ha lanciato l’allarme sull’affidabilità dell’AEB con pedoni durante la guida con poca luce.

L’AEB NON FUNZIONA DOVE AVVIENE IL 75% DEGLI INCIDENTI MORTALI CON PEDONI

Uno studio realizzato dall’IIHS ha analizzato le dinamiche degli incidenti che hanno coinvolto auto con o senza AEB e pedoni investiti. Un dato rassicurante è sicuramente la conferma che in tutte le condizioni di luce, gli incidenti tra auto con AEB e pedoni sono inferiori del 27% rispetto ai veicoli che ne sono sprovvisti. Tuttavia, i ricercatori affermano che esaminando gli incidenti con i pedoni avvenuti di notte su strade prive di lampioni, non c’è differenza nel rischio di incidenti per i veicoli con e senza AEB. “E’ il primo studio sull’AEB con riconoscimento pedoni che dimostra come la tecnologia sta eliminando gli incidenti”, afferma Jessica Cicchino, vicepresidente della ricerca IIHS e autrice dello studio. “Purtroppo, mostra anche che questi sistemi sono molto meno efficaci al buio, dove si verificano tre quarti degli incidenti mortali con i pedoni”.

LO STUDIO DEGLI INCIDENTI AUTO CON E SENZA AEB

I ricercatori IIHS hanno esaminato quasi 1.500 incidenti rilevati dalla polizia che hanno coinvolto un’ampia varietà di veicoli recenti nelle versioni dal 2017-2020 di diversi Brand. Tenendo conto della qualità dei fari dei veicoli, dell’età del conducente, del sesso e di altri fattori demografici, hanno confrontato i tassi di incidenti con i pedoni per veicoli identici con e senza AEB “pedonale”. Infine, hanno esaminato l’impatto della tecnologia in base alla gravità dell’incidente, alle condizioni di illuminazione e al limite di velocità.

TEST FRENATA AUTOMATICA AEB CON PEDONI AL BUIO

I risultati hanno mostrato che l’AEB con riconoscimento pedoni ha ridotto le probabilità di un incidente del 32% con luce solare e del 33% nelle aree con illuminazione artificiale durante l’alba, il tramonto e la notte. Nelle aree non illuminate, non è emersa una differenza nelle probabilità di un incidente pedonale notturno tra le auto con e senza AEB. “Alcuni sistemi funzionano molto meglio di altri al buio, ma non esiste un singolo tipo di tecnologia che abbia risultati migliori”, afferma David Aylor, responsabile dei test di sicurezza attiva presso IIHS, che sta lavorando alla definizione dei criteri di valutazione dell’AEB al buio. Nell’immagine sotto sono raffigurati i risultati in cui si vede come cambia l’efficienza di frenata con alcune auto dotate di frenata automatica con un pedone, di giorno (Daylight) e al buio con fari abbaglianti e anabbaglianti (High/Low Beam). Clicca l’immagine sotto per vederla  a tutta larghezza.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Pneumatici invernali

Pneumatici invernali o catene a bordo: ordinanze ANAS 2022 – 2023

Inquinamento da veicoli: migliorare l’aria in casa con un purificatore ventilatore

Batterie al litio: sotto il 70% la capacità si riduce prima. L’indagine