Ecco il display infotainment che non distrae il conducente

Switchable Privacy Display è la nuova tecnologia di Continental che permette di realizzare un display dell'infotainment che non distrare il conducente

4 maggio 2022 - 19:17

Le auto diventano sempre più tecnologiche, offrendo soluzioni sempre più complete per la fruizione dei contenuti. I sistemi di infotainment si stanno arricchendo di nuove funzionalità e sono supportati da display sempre più grandi e con risoluzione sempre maggiore. Questa tendenza rappresenta un elemento di sicuro interesse per gli utenti che hanno la possibilità di accedere a nuovi servizi, monitorare il funzionamento del veicolo, seguire la navigazione e accedere a soluzioni di intrattenimento in modo ancora più semplice. I display di infotainment sono, però, anche un potenziale rischio per la sicurezza. Chi guida l’auto potrebbe essere distratto, anche per una breve frazione di secondo, dai contenuti riprodotti sui display dell’infotainment, oramai sempre più anni. Per eliminare il rischio di distrazione del conducente, Continental ha sviluppato una nuova tecnologia. Si tratta di Switchable Privacy Display.

LA TECNOLOGIA DI CONTINENTAL PUNTA A RIDURRE IL RISCHIO DI DISTRAZIONI

Il concept del progetto di Continental è chiaro. L’azienda ha voluto sviluppare un sistema in grado di eliminare il rischio di distrazioni per il conducente legate ai contenuti riprodotti sul display dell’infotainment. Da tempo, infatti, l’infotainment viene visto come una potenziale fonte di distrazione per i conducenti, oltre che come un sistema utile per la gestione del veicolo e l’intrattenimento a bordo. Questo rischio, però, doveva essere eliminato senza pregiudicare il funzionamento del display stesso. Il pannello deve essere in grado di fornire i contenuti e le informazioni richieste al passeggero. Per raggiungere quest’obiettivo, Continental ha realizzato Switchable Privacy Display. La tecnologia in questione permette al passeggero frontale di poter fruire liberamente dei contenuti multimediali dal display dell’infotainment. Contestualmente, però, il conducente non sarà in grado di vedere questi contenuti. In questo modo, non ci sarà alcun rischio di distrazioni dovute, ad esempio, ad un video riprodotto sul display integrato nella plancia della vettura.

IL DISPLAY DELL’INFOTAINMENT DIVENTA “INVISIBILE” AGLI OCCHI DEL CONDUCENTE

Per poter realizzare Switchable Privacy Display e garantire l’eliminazione delle fonti di distrazioni del conducente, Continental si è concentrata sul principale problema degli attuali display dell’infotainment utilizzati sulle vetture di ultima generazione. Questi display sono sempre più grandi, arrivando spesso a coprire tutta la plancia. La crescita delle dimensioni si è accompagnata ad un miglioramento della risoluzione e della qualità delle immagini. Nessun produttore, però, è riuscito ad implementare un filtro privacy in grado di “oscurare” il display dell’infotainment al conducente, proteggendolo dal possibile rischio di distrazione. La tecnologia Switchable Privacy Display centra, invece, quest’obiettivo riuscendo a ridurre la radiazione luminosa del display nel campo visivo del conducente.

COME FUNZIONA LO SWITCHABLE PRIVACY DISPLAY

La soluzione applicata da Continental per la realizzazione del progetto Switchable Privacy Display è innovativa. Il sistema, infatti, è in grado di ridurre la radiazione luminosa del display dell’infotainment portandola a meno dell’1%. In sostanza, dal sedile di guida, il display sembrerà spento e non sarà possibile visualizzare alcun’immagine. Contestualmente, però, dal punto di vista del passeggero seduto sul sedile frontale ci sarà la possibilità di fruire di tutti i contenuti multimediali desiderati. L’applicazione di questo filtro privacy, una soluzione già utilizzata nel mondo dell’informatica, ad esempio sui laptop, consente al passeggero di poter guardare liberamente i contenuti sul display dell’infotainment senza alcun calo della qualità delle immagini. Partendo da un sistema già esistente, Continental è riuscita a realizzare una soluzione in grado di adattarsi al meglio alle esigenze degli automobilisti e dei passeggeri, massimizzando la sicurezza grazie all’eliminazione di una delle principali fonti di distrazione.

IL SISTEMA SI PUO’ ATTIVARE IN CASO DI NECESSITA’

Switchable Privacy Display sarà una tecnologia aggiuntiva ai sistemi di infotainment attuali. In sostanza, la soluzione sviluppata da Continental andrà implementata dai produttori e dovrà essere attivata, di volta in volta, dagli utenti. Con questo sistema, i display potranno essere “oscurati” alla vista del conducente attivando una modalità di funzionamento specifica. In caso di necessità, invece, l’idea di base, permette di riattivare in qualsiasi momento la normale retroilluminazione del pannello e, quindi, garantire un angolo di visione più ampio, comprendente anche il punto di vista del conducente. Si tratta, quindi, di uno strumento aggiuntivo a disposizione degli utenti per utilizzare, in totale sicurezza, i sistemi di infotainment.

LA NUOVA TECNOLOGIA PER I DISPLAY DELL’INFOTAINMENT ARRIVERA’ SUL MERCATO MA NON SUBITO

Continental ha confermato che continuerà lo sviluppo di Switchable Privacy Display, rendendo questa nuova tecnologia sempre più moderna ed in linea con le esigenze degli utenti. Il lancio commerciale di queste soluzioni è previsto per il 2024. Ci vorrà, quindi, almeno un anno e mezzo prima di registrare il debutto dei primi modelli in grado di sfruttare lo Switchable Privacy Display per proteggere dal rischio di distrazioni legate all’infotainment. Nel frattempo, l’azienda proseguirà ad affinare il sistema. Kai Hohmann, product manager per le display solutions, ha confermato: “continueremo anche a incrementare l’efficienza energetica del display fino al suo lancio sul mercato, rendendo così ancora più sostenibile la tecnologia”. Ulteriori dettagli sull’implementazione commerciale della nuova tecnologia di Continental arriveranno nel prossimo futuro.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

colonnine ricarica ue

Colonnine di ricarica con POS: la proposta del Parlamento UE

Blocco traffico Roma 4 dicembre 2022: orari e deroghe

Ricarica CCS vs NACS: la presa Tesla è “rischiosa” per i Costruttori